Visitare Amsterdam in 4 giorni

05 ago Visitare Amsterdam in 4 giorni

Amsterdam: come muoversi e cosa visitare in 4 giorni

In questo articolo trovate alcuni consigli su come organizzare un viaggio a Amsterdam con informazioni utili sul trasferimento dall’aeroporto di Schiphol al centro città, come muoversi e cosa visitare seguendo un itinerario di 4 giorni.

Tragitto Aeroporto Schiphol – Amsterdam centro città:

I collegamenti tra l’Aeroporto Schiphol e il centro di Amsterdam in bus e treno sono veloci e ben organizzati e hanno come punto di arrivo la stazione centrale della città, Leidseplein.

Il biglietto di sola andata in treno dall’aeroporto all’Amsterdam Centraal Station costa 3,70 € a tratta (in 2° classe) e la durata del viaggio è di circa 15 minuti, con collegamenti ogni circa 15 minuti.

In autobus il collegamento diretto tra l’Aeroporto Schiphol e il centro di Amsterdam si ha col servizio Interliner. Il bus numero 370 permette di raggiungere il centro di Amsterdam dall’aeroporto e viceversa con corse della durata di 30 minuti ed un costo di 3.10 euro a tratta.

Come muoversi ad Amsterdam:

  • a piedi: è il modo migliore per notare ogni piccolo dettaglio della città e memorizzare le strade, alcune delle quali molto simili, soprattutto perché Amsterdam è disposta su anelli concentrici in base ai canali che vi scorrono.
  • in bicicletta: è un mezzo molto diffuso! Stupisce la quantità di biciclette presenti ad Amsterdam (sempre che non si sia mai visto Pisa!). Ci sono molti noleggi che danno le bici ai turisti a prezzi ragionevoli.
  • in tram, bus o metro: il trasporto pubblico di Amsterdam è integrato, quindi gli abbonamenti valgono per tram, autobus e metro. La soluzione più economica è la Strippenkaart, una striscia con biglietti da timbrare in base al numero di zone percorse. AGGIORNAMENTO 2012: questa tipologia di biglietti non é piú valida ad Amsterdam. Una valida alternativa, economica, sono i Day Tickets validi per fare viaggi illimitati, giorno e notte, con bus, tram e metro.

Per permanenze da 1 a 3 giorni la soluzione migliore è la I Amsterdam Card che offre trasporti gratuiti su tutti i mezzi di Amsterdam e accesso gratis a tutti i musei e attrazioni della città.

Cosa visitare in 4 giorni ad Amsterdam:

1° GIORNO:

Se arrivate a metà giornata la cosa migliore da fare è cercare un posto dove poter mangiare. Io non posso consigliare per diretta esperienza nessun ristorante perché andavo sempre a mangiare cose veloci e poco dispendiose come fast food, supermercati o ristorantini etnici, ma su Tripadvisor, nella zona della città chiamata Nieuwe Zijde, ossia il Quartiere Nuovo, sono ben recensiti i seguenti ristoranti: Haesje Claes (273-275 Spuistraat), Gartine (Taksteeg 7) aperto però solo fino alle 18, e Tomaz (Begijnensteeg 6-8).

Dopo cena l’ideale è fare una capatina in piazza Dam, anche per avere un’idea delle distanze e prendere visione di uno dei punti nevralgici della città. Ripassando di giorno in questo quartiere non si può non passare dal Bloemenmarkt, il mercato dei fiori galleggiante!

2° GIORNO:

  • Mattina: giro in battello con la compagnia Rederij P. Kooij che parte da Spui (molto vicino all’hotel) ogni mezzora a partire dalle 10. Oppure, visto che lo stesso tour parte anche dalla Stazione Centrale, si può percorrere a piedi la via che costeggia il canale Rokin fino in piazza Dam (col suo Palazzo Reale, la Chiesa Nuova e il Monumento nazionale) e di lì, percorrendo il Damrak, l’arteria principale della città e giungere alla Stazione Centrale.
  • Pomeriggio: visita al Museo Van Gogh in Museumplein (è consigliabile l’acquisto dei biglietti online per risparmiare). Prima di cena si può fare un giro a Vondelpark, immenso giardino nel centro di Amsterdam.
  • Sera: conviene cercare un ristorante nei dintorni di Leidseplein, ricco di locali pieni di gente.

3° GIORNO:

  • Mattina: passeggiata lungo i canali dell’Oude Zijde partendo dalla Chiesa Vecchia (Oude Kerk) e passando dalla Chiesa di San Nicola, la Torre delle Lacrime, attraversando il Quartiere del Sesso (anche conosciuto come Red Light District) e Chinatown (c’è anche un tempio buddista, il He Wa) per giungere alla caratteristica Nieumarkt (la Pesa) e da lì raggiungere la Montelbaanstoren, una torre inclinata sul canale Oudeschans. Da questo punto non si è troppo lontani dal NEMO di Renzo Piano e dal Museo Navale Olandese: questa zona merita almeno un passaggio!
  • Pomeriggio: visita al Rijksmuseum con selezione delle opere da vedere perché è enorme (l’arte fiamminga e le opere di Rembrandt monopolizzano l’attenzione). Poi come non fare la foto tipica davanti alla scritta enorme “I Amsterdam” in Museumplein, passaggio davanti alla fabbrica museo Heineken e giro al mercato all’aperto in via Albert Cuyp, uno dei più grandi mercati all’aperto d’Europa, nel quartiere De Pijp.

4° GIORNO:

  • Mattina: giro per la cerchia di canali ovest (Westerdok) e il quartiere Jordaan. Visita alla casa-museo di Anne Frank (Anne Frankhuis) in prima mattinata per evitare di trovare lunghe code e, una volta usciti, verso la Westerkerk camminando lungo i canali delle Isole Occidentali e il quartiere del Jordaan.
  • Pomeriggio: l’ideale sarebbe fare una bella gita fuori porta che includa un giro per vedere i tulipani a Keukenhof. Vi rimando ad un articolo scritto dalla mia amica ComùnicaTi su come raggiungere Keukenhof da Amsterdam. Alternativamente si può prendere il traghetto dietro la Stazione centrale per andare nel quartiere a Nord di Amsterdam, dove si trovano mulini, dighe e villaggi olandesi caratteristici per fare una passeggiata.

Consigli generali per un viaggio ad Amsterdam:

  1. E’ consigliabile acquistare in anticipo su Internet i biglietti per gli ingressi ai musei per risparmiare code a volte molto lunghe.
  2. Portare un ombrello perché ad Amsterdam il tempo è variabile.
  3. Non prendetevela più di tanto se non riuscite a capire quali sono i piatti tipici olandesi: sono davvero pochi e particolari, e vanno soprattutto sulla cucina estera, in particolare etnica.
  4. Inoltre Amsterdam e i suoi canali sono stati da poco dichiarati patrimonio dell’Unesco e che è chiamata per l’appunto la Venezia del Nord!

Altri luoghi da visitar ad Amsterdam, ma da tenere come alternativa se avanza tempo, sono il quartiere ebraico dove si trova la casa-museo i Rembrandt, e il Plantage, il quartiere a est della città.

Questo “Ti Creo il Tuo Tour” è stato richiesto da Antonio Puosi e scritto in collaborazione con Serena di Mercoledì tutta la settimana.

Desideri anche tu un itinerario di viaggio personalizzato?

Richiedi il tuo “Ti Creo il Tuo Tour”.


Perché non leggi anche...

14 Commenti

  1. A. Duilio Puosi /

    Ciao Francesca,
    ecco il commento al viaggio ad Amsterdam.
    Le indicazioni che ci avete fornito te e Serena ovviamente sono state utilissime, soprattutto per i luoghi consigliati.
    Considerando che io e mia moglie non siamo giovani che si adattano facilmente ai sacrifici e che avevamo valigia al seguito e non bagaglio a mano, sia all’andata che al ritorno dall’aeroporto anziché il treno, abbiamo preso un taxi. Costo a tratta circa € 41,00 ma alcuni indubbi vantaggi:
    all’andata ci ha portato di fronte all’albergo, e al ritorno ci ha portato direttamente al terminal Transavia (Terminal 3) per l’imbarco valige, mentre poi l’imbarco era al termina 1 con un tragitto a piedi di circa 20 minuti, quindi è stato moooolto utile poter subito depositare la valigia.
    L’albergo era veramente ottimo. Sul canale Singel a circa 300 m da Piazza Dam, con ogni confort, buone colazioni, vasca idromassaggio in bagno, bella cabina doccia, pulito e personale molto cortese e disponibile per qualsiasi evenienza. Per le 4 notti abbiamo speso 640 € colazioni incluse e per un 4 stelle ci sembra accettabile.
    Per il resto abbiamo visto praticamente tutto quanto consigliato. Fin dalla prima sera immancabile viaggio al quartiere a luci rosse, zeppo di coffe shop e di vetrine illuminate  ma comunque molto bello con i suoi canali pieni di luce, i ponti ecc.
    Abbiamo poi fatto la gita in barva sui canali, visitato i musei Van Gogh (splendido) e Rijksmuseum (parzialmente in ristrutturazione), girato per il Jordaan, pranzato nella Leidsplein, percorso la Damrack, visitato il Bloemenmarket (per altro a circa 500/600 m. dal nostro albergo. Visitato la casa di Anna Frank (un brivido nella schiena e lacrime agli occhi) anque quella a poco più di 1km dall’hotel. Visitato e percorso tutto il Wonderpark (non ricordo come si scrive) che è molto vicino al quartiere dei musei e alla Leidsplein.
    Il palazzo in piazza Dam era in ristrutturazione e le chiese (vecchia e nuova) le abbiamo viste solo da fuori.
    In compenso abbiamo preso i biglietti per una bella gita fuori città nei paesi di Merkel e Voolendam (villaggi tipici e di pescatori) con viaggio in bus, poi traghetto ecc. ecc. e visite di una fabbrica di zoccoli ed una di formaggi olandesi (dove ovviamente si possono acquistare queste cose). Inoltre abbiamo visto una serie di mulini a vento sul fiume Zaan molto suggestivi e belli, anche se in quel momento pioveva ed anche fare le foto è stato difficile.
    Questa gita è costata sui 35 € a testa ma ne è valsa la pena, per 6 ore di viaggio con guida in italiano.
    Per le cene abbiamo optato un paio di volte per ristoranti argentini (la carne è ottima) UNA VOLTA ABBIAMO PROVATO UN Indonesiano (è stata la cena più cara € 70 in due e meno soddisfacente per i nostri gusti) ed una volta (ma solo perché era vicino all’hotel e pioveva) in un ristorante italiano ma senza optare per pizza o pasta. Io scaloppe al vino bianco e mia moglie sogliola.
    In media i prezzi andavano sui 50/55 € in due mangiando un piatto con contorno e bevendo una birra ed una bottiglietta di acqua + 1 espresso. A proposito, al locale indonesiano una bottiglia di acqua (per altro Panna) è costata più di 5 € Meglio la Birra !!!!
    Un consiglio utile (credo) i due musei visitati hanno code enormi e sempre: Noi abbiamo acquistato i biglietti il giorno prima nei negozi che vendono i ticket per i bus turistici (uno è anche all’interno del museo del diamante che si trova a pochi passi sia dal Van Gogh che dal Rijskmuseum) e con i biglietti si scavalca tutta la fila con enorme gioia! Quindi l’unica fila l’abbiamo fatta da Anna Frank, ma scorre abbastanza (poco più di 30 minuti).
    Insomma, una bella gita, come sempre quando si visita un posto nuovo. Spero che le mie segnalazioni possano aiutarvi ad implementare il già ottimo lavoro fatto, considerando che oltre a voi giovani, girano anche coppie di mezza età come noi che magari amano qualche comodità in più sapendo che devono pagarla 
    Le foto le ho messe sul mio profilo in Facebook (ebbene si, ce l’ho anche io con i miei 53 anni) e se vuoi puoi vederle, ci sono paesaggi e curiosità (come la vetrina della condomeria…. Uno spasso!)
    Grazie di tutto e saluti

  2. Grazie del ricco ed accurato commento Antonio.
    Posso chiederle il nome dell’hotel ad Amsterdam in cui avete alloggiato e i prezzi?
    La ringrazio.

  3. A. Duilio Puosi /

    Hotel Estherea. Fra le altre cose, hanno sempre a disposizione di clienti (gratuitamente) la macchina per caffè, cappuccini ecc., dolcetti vari, caramelle ed un bel distributore di acqua con ghiaccio fette di limone e foglie di menta, molto rinfrescante dopo le scarpinate (spero fosse menta :) )

  4. Bene! Ma come soluzione è economica? Posso chiederle quanto vi è costata una camera matrimoniale a notte?

  5. A. Duilio Puosi /

    Erano giorni di punta e la spesa era di circa 150/155 euro per la matrimoniale (più le tasse cittadine che non ricordo quanto fossero, ma non molto). in camera però c’era tutto, compreso la vasca idromassaggio ed il collegamento internet. Ogni mattina lasciavano due bottigliette di acqua nel frigo a disposizione (gratis)

  6. Non proprio economico per un viaggiatore low cost, però direi che la sistemazione e i servizi offerti da questo hotel ad Amsterdam sono davvero buoni! Da tenere in considerazione quindi, grazie!

  7. Grazie France per il link, consiglio ai coniugi Puosi di andare anche a Zaanse Schans a vedere i mulini e… che invidia, buon viaggio!!! :)

  8. Daniele /

    Fra qualche giorno vado ad amsterdam e ho trovato molto interessante questa guida che penso di seguire nel dettaglio visto che il viaggio durerà proprio 4 giorni. Mi piacerebbe visitare un paese fuori la città per vedere mulini tulipani, ho letto di Keukenhof e nel commento precedente di Zaanse Schans. Chiaramente posso andare solo ad uno dei due paesini, quale mi consiglieresti, o se ne vale la pena suggeriscimi qualche altra alternativa?
    Grazie mille ciao!!

  9. catia /

    ciao il 22 ootobre vado a amsterdam fino al 26 , arrivo in mattinata presto e riparto nel tardo pomeriggio del 26 . siamo 4 coppie arriviamo in aereo e alloggiamo all’hotel AGORA . MI PUOI FARE UN ITINERARIO, ME LO PUOI INVIAE ALLA MIA MAIL . catia.traballoni@alice.it GRAZIE SALUTI

  10. pamela /

    Arrivo ad Amsterdam 23/11/12 alle h 11,00circa.siamo 2 coppie giovani.ci piace il divertimento.vorremmo visitare il museo di Hanna Frank e forse il quartiere ebraico se ne vale la pena.il rientro il 26/11 alle 18,00

  11. Serena Palermo /

    ciao francesca nuovamente ti disturbo e mi scuso però mi sapresti dire se ad amsterdam si può usufruire il biglietto giornaliero o qll da 72h…e più o meno i costi?? grazieeeee come sempreeee!!! :D :D

  12. Francesca Turchi /

    Ciao Serena, come trovi scritto nell’articolo per muoverti a Amsterdam puoi fare la I Amsterdam City Card: quella per 72 ore costa €62.

  13. Serena Palermo /

    Ciao Francesca non c’è nnt di più economico anche xkè spendere 62€ x 3 gg non è che sia l ideale!!!!

  14. Francesca Turchi /

    Ciao Serena, ho appena aggiornato l’articolo con le tariffe dei Day Tickets, molto più economici della I Amsterdam Card anche perché comprendono solo i trasporti. La IAM invece consente anche di entrare gratis in tutti i musei e attrazioni di Amsterdam, è per questo che costa di più.

Trackbacks/Pingbacks

  1. “Ti Creo il Tuo Tour”: visitare Amsterdam in 4 giorni « TRAVEL'S TALES : Viaggi in Bici - [...] Read more: “Ti Creo il Tuo Tour”: visitare Amsterdam in 4 giorni « TRAVEL'S TALES [...]

Lascia un commento