Terres d’Amanar: vivere un’avventura a Marrakech

Ieri ha avuto inizio il viaggio stampa a Marrakech e come da programma il primo posto in cui io e gli altri blogger siamo stati portati è stato Terres d’Amanar, una località a circa 30 km da Marrakech sconosciuta alla maggior parte dei turisti, soprattutto italiani, ma che assolutamente merita di essere visitata!

Terres d’Amanar è una splendida riserva naturale del Marocco situata ai piedi della catena montuosa dell’Atlante e confinante con il Parco Nazionale del Toubkal. Qui il paesaggio è meraviglioso: sembra il Grand Canyon, con quella terra ferrosa di un color rosso acceso, e i cactus con i fichi d’india maturi a gennaio e la neve sui mondi all’orizzonte. Un vero paradiso naturale.

Terres d'Amanar

Ma oltre alla bellezza del posto Terres d’Amanar è un luogo che offre la possibilità di praticare numerose attività all’aria aperta, a partire dalle escursioni lungo i sentieri fino a qualcosa di un po’ più… diciamo coraggioso!

La prima attività che io e gli altri blogger abbiamo svolto è stata quella all’Accro Park ovvero un percorso ad ostacoli nel bosco, con tanto di funi sulle quali camminare, corde alle quali aggrapparsi per raggiungere l’albero successivo, etc. Muniti di imbracature, ganci e bocchettoni, e ovviamente scortati da una guida, abbiamo trascorso l’intera mattinata a fare gli avventurosi, ed è stato divertentissimo anche se – lo devo ammettere – un po’ faticoso!

Dopo un ottimo pranzo al Tintan Restaurant, uno dei ristoranti che si trovano a Terres d’Amanar in cui abbiamo mangiato pane locale e olio, tajine, cous cous e altre prelibatezze cucinate coi prodotti coltivati nelle terre circostanti, abbiamo proseguito il nostro giro di attività con il percorso Aerien. E qui la storia s’è fatta seria!

Avete mai attraversato un ponte tibetano? Io l’ho fatto per circa 4 volte, e la prima è stata davvero da paura! Anche se imbracata per bene, sotto di me avevo un burrone e i miei piedi dovevano percorrere una distanza di circa 100 metri lungo un filo di acciaio. All’inizio ammetto di aver avuto un attacco di panico ma poi, guardando in avanti e quasi mai in basso, sono arrivata all’altro capo del ponte e ho proseguito con quello dopo. Ormai avevo preso il via! 🙂

sul ponte tibetano a Terres d’Amanar

Una cosa molto bella è stato l’affiatamento del gruppo. Ci siamo sempre mossi tutti all’unisono, nessuno di noi si è tirato indietro o ha preferito rinunciare. Un bel gruppo di avventurieri insomma! E così abbiamo proseguito col percorso in aria dedicandoci alla seconda tipologia di attività, quella che prevede di gettarsi, sempre attraverso un’imbracatura e dei ganci, per piccole/medie distanze da un’altura all’altra di Terres d’Amanar. Abbiamo iniziato, come da percorso, con quelle più brevi e meno ripide per poi passare a quelle un po’ più impegnative. Vi giuro che volare a decine di metri da terra attaccati a un gancio è adrenalina pura!

Credo di non aver mai provato la sensazione che ho provato oggi, la più strana, forte e incontrollabile di tutta una vita: mi sono lanciata lungo una zip line a un’altezza di 120 metri per una lunghezza di 330 metri nella traversata Tyrolean, ovvero l’escursione aerea più lunga di tutta l’Africa! 😀

Da paura gente! Se ci ripenso mi viene nuovamente il vuoto allo stomaco! Ma spettacolare. Un’esperienza di cui, se non l’avessi fatta, mi sarei pentita in eterno! E invece no. Imbracata, mani salde al gancio, un bel respiro, piedi uniti e giù in picchiata per circa – non so – 30 secondi, che vi garantisco non passano mai! Arrivata a destinazione, insieme agli altri miei compagni, ho detto: “Questa è una di quelle cose che racconterò ai miei figli!”.

Io durante “il volo”

A parte percorsi acrobatici e lanci in aria, Terres d’Amanar è una location adatta a giovani, adulti e famiglie. Tra le varie attività che si possono praticare ci sono anche il climbing, il tiro con l’arco, le passeggiate a cavallo, e molto altro. Qui si trovano varie strutture in cui soggiornare: si può scegliere tra gli ecolodges, le tende lodge e le tende berbere. Tutte davvero molto belle e accoglienti. E ancora le piscine, i ristoranti, le aree comuni e il paesaggio che circonda questo luogo stupendo fatto di rocce, alberi e aria!

Per tutte le altre informazioni sui prezzi e come raggiungere Terres d’Amanar da Marrakech vi rimando al sito http://terresdamanar.com.

Terres d’Amanar: vivere un’avventura a Marrakech ultima modifica: 2012-01-21T08:30:26+00:00 da Francesca Turchi

NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi una mail quando c'è qualcosa di nuovo!

* indicates required

Lascia un Commento

7 comments

  1. Che spettacolooooooo!
    Meraviglioso, mi piacciono le cose avventurose!

  2. Cavolo che bello!!!
    Un’esperienza del genere in una terra bellissima non può che rimanerti nel cuore!!!

  3. Francesca Turchi

    Ciao La Ste è stato BELLISSIMO! Un’esperienza, per non definirla “avventura”, davvero emozionante in un posto che merita di essere visitato! Mi rimarrà sempre nel cuore, non c’è dubbio! 🙂

  4. Meraviglioso *_* ti ho seguita su twitter quindi so tutto, eheh.
    Passo anche per dirti che ti ho citata nel mio ultimo post, spero ti faccia piacere. 🙂

  5. Francesca Turchi

    Grazie Silvia, durante il viaggio sfortunatamente ho twittato poco. Non avevo internet a portata di smartphone, quindi mi limitavo ad aggiornarvi solo quando ero in hotel o nel locali pubblici, quasi tutti dotati di free wi fi 😉
    Ho visto ora il tuo post, molto carino! E grazie per la segnalazione!!!

  6. Se riesco a convincere la Simo, lo faccio anche io! è spettacolare!!!!