Visita al Palazzo Reale di Madrid, il più grande d’Europa

Il fatto di essere il palazzo funzionante più grande d’Europa dovrebbe essere di per sé un ottimo motivo per visitarlo.

Forse questa motivazione o forse perché non avevo avuto modo di visitarlo durante il mio primo viaggio a Madrid, fatto sta che qualche giorno fa finalmente sono entrata nel Palacio Real de Madrid, un immenso palazzo barocco costituito da oltre 3400 stanze, residenza ufficiale dei re spagnoli.

Costruito da Filippo Juvara nel 1735 su ordine del re Filippo V di Spagna, il palazzo Reale di Madrid si erge su una collinetta che si affaccia sui Giardini del Campo del Moro e sul vastissimo parco di Casa del Campo, lì dove un tempo si trovava il vecchio Alcázar, distrutto da un incendio nel XVIII secolo.
Questa è stata l’abitazione di tutti i regnanti spagnoli tra cui di Carlo V e della sua famiglia.

Il biglietto per la visita al Palazzo Reale di Madrid ha un costo di 10 euro a persona (4,50 per i bambini, gratis e senza fare la fila per i possessori di Madrid Card). Nella visita è incluso l’accesso a 18 stanze visitabili degli appartamenti reali, a Plaza de la Armería, alla Real Armería e alla Real Farmacia.

Personalmente ho deciso di spendere 4 euro in più per acquistare l’audioguida in lingua italiana in modo da capire appieno la storia e la descrizione di ogni ambiente in cui entravo. In ogni stanza infatti ci sono delle didascalie ma sono solo in lingua inglese e spagnola (e immagino questa possa essere una limitazione per il visitatore italiano). Per una visita completa consiglio anche a voi di spendere questi pochi euro in più che cambieranno non di poco la vostra esperienza esplorativa all’interno del palazzo.

Come potete intuire dalle foto pubblicate nell’articolo, all’interno del palazzo Reale di Madrid non è consentito fare fotografie o video.

Anche senza averli fotografati, ricordo con particolare interesse diversi ambienti e dettagli. Come la scalinata principale del palazzo, progettata dal Sabatini, dalla quale si accede al primo piano dell’edificio, i soffitti delle stanze affrescati da vari pittori tra cui Sabatini e Tiepolo, alcuni quadri originali di Velázquez e Goya alle pareti (il famoso Las meninas, che oggi si trova al Museo del Prado, era affissa in una delle stanze reali), la presenza di cineserie e di tantissimi orologi di ogni fattezza e tipologia (Carlo V era un vero appassionato di orologi). Il Salòn de Columnas dove tutt’oggi hanno luogo importanti avvenimenti politici (ad esempio la firma del trattato dell’ingresso della Spagna nell’Unione Europera nel 1986), la Sala del Trono in stile rococò con i suoi tappeti rossi, le pareti rivestite di velluto e le 4 statue dei leoni dorate, la Sala di Pranzo da Gala con una lunga tavolata apparecchiata che riusciva a ospitare 140 invitati.

Fuori, sui due lati opposti di Plaza de la Aremería, si trovano la Real Armería, ovvero l’armeria reale con tutte le armature indossate da Carlo V e Felipe II, e la Farmacia Reale, costituita da diverse stanze nelle quali solo affacciandosi si sentono odori di spezie e erbe.

Dall’altro lato della cancellata che delimita il Palazzo Reale si trova invece la Cattedrale dell’Almudena: dopo aver visitato il Palazzo una visita al suo interno (gratuita) è assolutamente consigliata.

 

 

 

Visita al Palazzo Reale di Madrid, il più grande d’Europa ultima modifica: 2013-07-25T11:11:25+00:00 da Francesca Turchi

NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi una mail quando c'è qualcosa di nuovo!

* indicates required

Lascia un Commento

2 comments

  1. Giulia

    A natale quali giorni sono di chiusura?