Eremito: dormire in un eremo laico e ritrovare sé stessi

Nella vita di oggigiorno fatta di tv, internet, pc e smartphone è bello potersi “sconnettare” ogni tanto, disintossicarsi da tutto ciò che è la nostra quotidianità e scoprire che il vero lusso è la semplicità, è vivere con ciò che è necessario, è rinunciare al superfluo, è potersi fermare ad ascoltarSI nel silenzio.

Spesso ciò che oggi manca è un luogo in cui poter vivere un’esperienza così. Per questo è nato l’Eremito Hotelito del Alma, un eremo laico costruito da qualche parte in Umbria dove un tempo sorgeva un antico borgo monastico. Un agriturismo-monastero in cui si può trascorrere una vacanza e vivere un vero e proprio viaggio spirituale, un’esperienza che inizia non appena si varca l’ingresso, o forse prima dato che per raggiungere l’ubicazione esatta dell’eremo bisogna guadare un torrente a bordo di una jeep. Un eremo dopotutto non poteva che trovarsi immerso nella natura, tra il verde e il silenzio delle montagne e circondato da 3000 ettari di riserva naturale.

Eremito Hotelito del Alma

L’emozione è forte quando, mentre entri, vieni accolto da una musica di sottofondo che inevitabilmente ti invita a procedere lentamente nella penombra del corridoio fino a raggiungere il cuore dell’eremo. Tutto è fatto di pietra, scolpita nello stile dei maestri pietrai del Trecento. Ci sono voluti 4 anni di lavori per realizzarlo e Marcello è talmente entusiasta mentre ti racconta del suo progetto da farti entusiasmare a tua volta.

Eremito Hotelito del Alma

L’Eremito nasce dalla mente e dal cuore di Marcello Murzilli che, dopo 14 anni vissuti nella giungla messicana insieme agli indigeni e dopo altri 2 trascorsi a fare il giro del mondo in barca (oltre ad aver inventato il famoso brand di moda El Charro e aver creato l’eco resort Hotel Desconocido in Messico), 5 anni fa ha deciso di realizzare una tipologia nuova di agriturismo che in Italia non esisteva ancora. Un eremo laico, costruito secondo i principi della bioedilizia e dell’ecosostenibilità, in cui poter ritrovare sé stessi e ricercare il benessere dell’anima e del corpo: un posto ideale per viaggiatori in solitaria ma anche per chi, accompagnato da un amico, un familiare o il partner, ha bisogno di “sconnettarsi” (proprio come è solito ripetere Marcello) ed entrare in armonia con la natura.

Ma ricordiamoci sempre che Marcello ha concepito e costruito l’Eremito proprio tenendo a mente le proprie esperienze vissute presso i monaci. E’ per questo che le camere sono delle celluzze, delle stanze singole proprio come quelle dei padri eremiti: se ne trovano 14, ciascuna dedicata ad un santo eremita. Queste piccole celle sono essenziali ma dotate di tutto il necessario come il letto (con coperte in canapa), il bagno con doccia, lo scrittoio in pietra posizionato davanti alla finestra che si affaccia sull’esterno. Un personale angolo di pace e meditazione.

Eremito Hotelito del Alma

Ogni zona dell’Eremito, non solo le cellette, è nata per regalare silenzio e tranquillità. L’area più suggestiva è quella comune, un’ampia sala sovrastata da grandi volte in pietra costruite mattone dopo mattone e arredata con semplicità e un pizzico di colore: tappeti e cuscini, insieme ai vecchi candelabri, ai paioli appesi al soffitto e al camino acceso in inverno, ricreano l’ambiente perfetto nel quale potersi dedicare alla lettura o gustare un’ottima tisana preparata da Sergio, il fratello di Marcello.

Eremito Hotelito del AlmaEremito Hotelito del Alma

E’ lui che gestisce la cucina dell’Eremito ed è sempre lui che la mattina scende nell’orto a raccogliere la verdura e la frutta da impiegare nelle ricette del giorno e a cucinarle ispirandosi alla cultura dei frati. La cucina è vegetariana e basata sui prodotti dell’orto. Anche il pane, la pasta, i biscotti e le marmellate sono fatti in casa. Il momento del pasto, che avviene nel refettorio, è un piacevole incontro coi sapori e la genuinità.

Eremito Hotelito del Alma

Nel tardo pomeriggio, dopo una passeggiata nei dintorni dell’eremo, la lettura e la meditazione, un’altra zona assolutamente da provare è l’area relax costituita da una piscina riscaldata a 35°C scavata nella roccia e due salette con bagno di vapore. Quando uscirete di qui l’eremo avrà assunto una nuova luce e nuove sembianze. Dopo il tramonto infatti tutte le luci, soffuse anche durante il giorno, vengono spente totalmente e lasciano spazio alla luce delle candele che illuminano l’intero ambiente.

Eremito Hotelito del Alma

Il momento più emozionante però è quello della cena: proprio come è tradizione fare tra monaci eremiti, che dalla cena iniziano il silenzio che perdura fino alla mattina successiva, all’Eremito si cena in completo silenzio. Tutti i commensali prendono posto a tavola, illuminata dalla luce delle candele, e cenano in silenzio con musica di sottofondo ascoltando i suoni che li circondano e assaporando appieno quello che stanno mangiando. Questo per me è stato uno dei momenti più intensi mai vissuti. Seppur non facendo niente, o meglio rinunciando ad un qualcosa che abitualmente siamo soliti fare – ovvero parlare mentre si mangia o ascoltare la tv – mi è sembrato di fare qualcosa di assolutamente straordinario!

Eremito Hotelito del Alma

Eremito Hotelito del Alma

Sito: www.eremito.com
Indirizzo: Parrano (Terni)
Tel. 0763 891010


Eremito: dormire in un eremo laico e ritrovare sé stessi ultima modifica: 2013-11-11T16:12:15+00:00 da Francesca Turchi

NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi una mail quando c'è qualcosa di nuovo!

* indicates required

Lascia un Commento

2 comments

  1. Sabine

    Vi adoro e tornerò
    Bacio
    Sabine

  2. Sabine

    Dimenticavo, un saluto e un abbraccio di cuore
    Sabine