imgmobile

Se siete dei viaggiatori di ultima generazione, smartphone alla mano, saprete che quando si è in viaggio non mancano di certo le offerte per l’estero per navigare su Internet e chiamare verso l’Italia. Che sia Vodafone, Tim, Tre o Wind il vostro operatore telefonico sicuramente esisterà un’offerta estero che vi consente di avere internet e telefonate incluse ad un prezzo fisso. Il costo di solito varia da operatore a operatore così come l’offerta che include più o meno mega di internet, minuti di chiamate e/o sms.

Io che sono un cliente Vodafone ormai dal lontano 1997 durante i miei viaggi all’estero ho sempre attivato la Smart Passport che ad un costo di 3€ al giorno mette a disposizione 500 MB di internet, 50 minuti di chiamate e 50 sms al giorno. So invece che Tim offre 500 minuti, 500 sms e 500 MB di Internet per 10 giorni a 20€. Ancora, Wind offre 150 minuti di chiamate, 150 sms e 250 MB di traffico Internet per 10€ a settimana.

Insomma, le offerte sono diverse e sta a noi scegliere in base al nostro operatore se attivare o meno questi abbonamenti quando si è in viaggio all’estero.
Ho scoperto che (forse) per mettere tutti d’accordo Vodafone ha avuto un’idea interessante ovvero la SIM Vodafone in Spagna, valida quindi su tutto il territorio spagnolo, che dà la possibilità di navigare su internet all’estero e effettuare chiamate non solo ai clienti Vodafone ma a tutti i clienti di qualunque compagnia telefonica (quindi Tim, Tre, Wind, etc.). Non male no?!

Vodafone in Spagna infatti è una SIM o Micro e Nano SIM Prepagata che durante un viaggio in Spagna ad un costo di 15 euro consente di avere 60 minuti di telefonate verso telefoni fissi e cellulari in Italia sia verso numeri spagnoli e 1 GB di Internet.

sim_spagna_Vodafone

La SIM spagnola può quindi essere utilizzata da tutti coloro che hanno uno smartphone slegato dalla SIM, quindi tutti quelli che non hanno il classico contratto per cui il cellulare è vincolato ad un abbonamento con una determinata compagnia telefonica.

Info sulla SIM Vodafone in Spagna

  • Si ha tutto in una sola SIM prepagata
  • È possibile chiamare sia numeri nazionali che internazionali: credo sia questa sia una nota davvero positiva! Si possono quindi chiamare amici e parenti in Italia e telefonare in Spagna verso numeri spagnoli (ad es. prenotare il ristorante a Madrid o contattare il proprietario dell’appartamento vacanze in cui alloggiate).
  • 1 GB di internet a disposizione per 30 giorni. E se si finiscono tutti i MB a disposizione è comunque possibile continuare a usufruire della connessione internet all’estero anche se funzionerà più lentamente.

Come funziona?

La SIM Vodafone in Spagna può essere ordinata online al costo di 15 euro e, una volta ricevuto il coupon di prenotazione via mail, basterà stamparlo e ritirarlo una volta arrivati in Spagna in uno dei punti autorizzati di ritiro.
La sim spagnola si ritira in loco, per il momento solo nella città di Madrid, ma si può utilizzare su tutto il territorio nazionale spagnolo, isole comprese.
Dopo la registrazione dei propri dati personali, la SIM verrà attivata e basterà inserirla nel proprio cellulare per iniziare a utilizzarla.

Secondo me è un’offerta davvero interessante, voi cosa ne pensate?

 

Internet e telefonate dalla Spagna? La soluzione per tutti ultima modifica: 2015-05-22T15:33:59+00:00 da Francesca Turchi

Perché non leggi anche...

NEWSLETTER

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email per ricevere i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio le tue vacanze in Italia, in Europa e nel mondo.

Lascia un Commento

2 comments

  1. Irene

    Molto interessante, peccato si possa ritirare solo a Madrid… spero di trovare qualcosa del genere con un operatore spagnolo!

  2. Giorgio

    Una soluzione alternativa sugli smartphone è quella di installare un’applicazione VOIP e attivare un account su Voipstunt. Io ad esempio con soli 10€ di credito (che peraltro viene scalato solo chiamando telefoni cellulari) chiamo gratis per 4 mesi in quasi tutto il mondo, anche da e verso l’Italia.

    Ovviamente è necessaria una rete Wi-Fi ormai diffusa anche nei peggiori alberghi.

    Saluti 🙂

    -2