Come imparare l’inglese con l’app Wlingua

Quante volte vi è capitato di essere in viaggio e di pensare “Se solo il mio inglese fosse più fluido e il mio vocabolario un po’ più ricco?“. Io ho iniziato a pensarci concretamente il mese scorso quando sono partita per il mio primo viaggio in California.

Così ho deciso di iniziare a seguire un corso di inglese per migliorare la mia grammatica e soprattutto il listening. Nonostante le varie letture in lingua straniera e una valanga di serie tv in lingua originale con sottotitoli in italiano, sentivo infatti il bisogno di rimettermi sotto con lo studio. Un ritorno al passato insomma, come quando ero a scuola o all’università.

Mi sono quindi unita ai miei colleghi di lavoro che hanno iniziato un corso d’inglese con un lettore madrelingua. La soluzione sembrava ideale, ma passare le pause pranzo in ufficio “continuando a lavorare” mi ha fatto abbandonare dopo un paio di lezioni. Mi serviva un’alternativa che fosse più flessibile. Nemmeno a farlo apposta qualche giorno dopo sono stata contattata dallo staff di Wlingua come tester del loro corso d’inglese, e ovviamente ho accettato con entusiasmo. Forse mi avevano seguita sui social e sapevano che volevo dare una rinfrescata al mio inglese.

Così ho scaricato l’app del corso sul mio iPhone e sul Mac e ho iniziato a seguire le varie lezioni proposte. La caratteristica che mi ha subito incuriosita e convinta a provare Wlingua è che il corso può essere seguito su qualsiasi dispositivo (iOS, Mac, pc e Android) e in qualsiasi momento, e questo lo rende un ottimo compagno di viaggio.

Wlingua

I diversi livelli del corso, dal principiante all’avanzato (A1, A2, B1, B2), consentono di imparare l’inglese da zero, migliorarlo oppure ripassare e approfondire. Io ad esempio ho iniziato facendo il test di livello, che ritengo fondamentale per capire il proprio inquadramento, e adesso io sto seguendo il livello A2.

In queste settimane quasi tutte le sere mi sto ritagliando una mezz’oretta di tempo per seguire le varie lezioni e devo ammettere che ho riscontrato fin da subito un giovamento. Ciascuna lezione dura circa 15 minuti quindi l’impegno giornaliero è davvero minimo, e questo è un fattore positivo per far sì che ci sia continuità di studio.

Si può scegliere di imparare l’inglese in versione British English o American English. La scelta si fa all’inizio del corso ma in ogni lezione è possibile ascoltare entrambe le versioni.

Le lezioni coprono, per ciascun livello, una lunga lista di esercizi tra cui vocabolario (con listening e pronuncia ad ogni lezione), formazione delle parole, costrutti grammaticali, comprensione del testo, proposizioni, verbi regolari e irregolari, frasi tipiche da utilizzare quando si è in viaggio e/oal ristorante, avverbi e molto altro ancora.

Wlingua

Il metodo del corso mi piace molto, in quanto si basa sul ripasso: al termine di ogni lezione il vocabolario, la grammatica e la fonetica studiata si ritrovano anche nelle lezioni successive in modo da non scordarsele e da allenare la memoria.

Ad ogni lezione inoltre si ottiene un punteggio (o voto) e questo – almeno a mio avviso – funge da stimolo per migliorarsi e procedere con le lezioni successive. Non vi dico la soddisfazione di aver preso 10 (nessun errore!) nella lezione sul For vs During coi tempi condizionali.

Wlingua

Insomma, Wlingua è un corso di inglese davvero completo e modo semplice da usare che può essere gestito come, dove e quando si preferisce.

Le lezioni sono tante (un centinaio a livello) e quindi io ho ancora un bel po’ da studiare per prendere il Diploma A2. Il periodo di prova gratuito dura 30 giorni e il mio sta per scadere, ma proseguirò anche perché vorrei procedere col livello B1 e se riesco anche col B2.
Terminato il periodo di prova infatti è possibile scegliere tra una versione Basic, con alcune limitazioni, o quella Premium a pagamento. I costi partono da 10,99 euro per un mese a 64,99 euro l’anno, con abbonamenti trimestrali e semestrali.

Wlingua

Il corso Wlingua si scarica gratuitamente da App Store e su dispositivi Android e vi si può accedere direttamente dal sito Wlingua.com.

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Francesca Turchihttps://www.travelstales.it/
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.