Patente da matto a Gubbio: cosa è e come fare a prenderla

Gubbio è tradizionalmente definita la “città dei matti“, dove matto sta per libero, sognatore, idealista, alleato delle passioni, legato ai valori, alle tradizioni e alla storia della propria terra.

Durante il blogtour Umbria on the blog noi blogger non potevamo quindi mancare di visitarla… e di diventare ufficialmente matti patentati. Sì, perché Gubbio è l’unica città al mondo nella quale è possibile prendere la patente da matto!

Patente da matto a Gubbio: cosa è e come fare a prenderla

Se state pensando alla patente di guida – come ammetto di aver pensato io inizialmente – siete fuori strada! Già, perché la patente da matto a Gubbio non ha niente a che vedere con le macchine, anzi!

Quello che bisogna fare per prendere la patente da matto è semplice: basta raggiungere la piazza principale di Gubbio e fare 3 giri intorno alla fontana del Bargello, detta “fontana dei matti”. Alla fine del 3° giro si deve esser battezzati con uno spruzzo dell’acqua della fontana acquistando così la cittadinanza onoraria di Gubbio, cioè la patente da matto.

Noi blogger in visita in Umbria siamo stati per un’intera mattinata in compagnia di Giuliano che ci ha fatto da guida per Gubbio e che, in più, ha avuto il compito, in quanto eugubino, di conferire a tutti noi il battesimo ufficiale secondo il rito tradizionale, dichiarandoci ufficialmente Matti della città, e consegnandoci in seguito il nostro certificato che lo attesta!

Patente da matto a Gubbio: cosa è e come fare a prenderla

Blogger “di corsa” attorno alla fontana dei Matti, e Giuliano

Ma cosa deve fare un turista autonomo in visita a Gubbio qualora volesse prendere la patente da matto? Grazie a Giuliano ho raccolto tutte le informazioni al riguardo!

Innanzitutto è bene sottolineare che questo è un rito tradizionale che ha avuto origine a Gubbio nel 1880, con un documento nel quale si fà cenno alla patente, ovvero un’onorificenza rilasciata a chi dimostrava di avere i “requisiti” e vedeva per 3 volte consecutive la Festa dei Ceri. Da qui l’usanza di correre intorno alla fontana per 3 volte .

La vera patente da matto, in realtà, è quella richiesta e consegnata direttamente dall’associazione Maggio Eugubino, detentore unico di questa tradizione, il quale ha registrato da tempo marchio, titolo, testi e sigillo di tale rito. Si capisce bene che sono in pochi quelli che possiedono la vera patente da matto, o eugubini o comunque dei veri appassionati.

Patente da matto a Gubbio: cosa è e come fare a prenderla

La condizione fondamentale per prendere la patente da matto a Gubbio è che sia un eugubino a richiederla, versando un contributo all’associazione e indicando il nome (che viene scritto a mano con gli antichi stilemi medievali) del nuovo matto.

Il documento ufficiale quindi è una chicca di altissimo pregio, ma nonostante ciò agli eugubini fa piacere che l’onorificenza della patente da matto venga condivisa in modo non ufficiale da turisti e visitatori a Gubbio.

Giuliano mi ha raccontato che a volte gli capita di passare vicino alla fontana del Bargello e di vedere qualcuno che fa i giri. Così si avvicina, aspetta che il 3° giro venga compiuto e poi – in quanto eugubino doc – gli tira addosso l’acqua. Ed è questo il valore più grande: il gesto, che va al di là della tradizione locale e della sua tutela!

Come si può ben immaginare quella del rilascio della patente da matto a Gubbio si è trasformata in una vera e propria  “mercificazione”, con il rilascio di copie, ovviamente non identiche al certificato originale rilasciato dall’associazione Maggio Eugubino, da parte di vari negozietti limitrofi la fontana del Bargello. E’ qui che i turisti in visita a Gubbio possono acquistare la propria patente da matto dopo aver concluso il rito dei 3 giri. Anche se l’attestato non è quello vero, dopotutto è sempre un bel ricordo. 😉

Patente da matto a Gubbio: cosa è e come fare a prenderla ultima modifica: 2011-04-20T17:18:44+00:00 da Francesca Turchi

NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi una mail quando c'è qualcosa di nuovo!

* indicates required

Prenota i biglietti per le migliori attrazioni del mondo

Lascia un Commento

11 comments

  1. Pingback: Turismo non convenzionale a Gubbio | Michela Simoncini - ComùnicaTI

  2. IP

    Ciao Francesca! Io sono originaria di un paesino vicino Gubbio (Casacastalda) e questo post mi ha fatto venire un po’ di nostalgia… viva i matti eugubini!! E consiglio a tutti di assistere almeno una volta alla corsa dei ceri, è una follia! 🙂

  3. Ciao Elena, non sapevo fossi di origini umbre! L’esperienza vissuta a Gubbio mi è piaciuta davvero moltissimo, e non solo abbiamo avuto questa guida autoctona di eccellenza, Giuliano, che ci ha fatto scoprire la città e fatto prendere la patente da matto con il rito tradizionale, ma abbiamo anche avuto l’occasione, più unica che rara, di assistere alle attività di restaurazione dei ceri!
    Sarebbe interessante tornare a Gubbio il 15 maggio per la corsa dei ceri! Staremo a vedere 😉 ciao!

  4. …sai che la patente da matto ce l’ho anch’io… chiusa n un cassetto a casa dei miei

    Gubbio è bellissima e le montagne nnelle vicinanze un vero incanto!

    Grazie per il post.. se passi per Perugia fammelo sapere che ti faccio fare la torta al testo da mia madre, ha fatto la cuoca per oltre 40 anni 😉

  5. Francesca Turchi

    Grazie Andrea! E ti prendo in parola. La torta al testo della tua mamma già me la immagino! :PPP

  6. Pingback: Visita guidata di Gubbio–23 Settembre 2012 | Antonio Paparo

  7. colombo

    Ciao sono Colombo da Ravenna ma sono nato orgogliosamente a Gubbio il 10 11 1952 all’ospedale civile.
    Il mio nome deriva dal medico eugubino che mi ha fatto nascere!
    Vengo Raramente a Gubbio ma ne vado fiero … abito a Punta Marina Terme e gradirei avere la patente di matto in quanto mi rivedo nei valori di uomo libero, sognatore appassionato alle tradizioni della mia terra natale! Anche se da quasi 50 anni sono cittadino Ravennate.
    Grazie ragazzi siete forti avanti cosi
    Ciao
    Colombo

  8. colombo

    Vi informo che ho deciso domani sono a Gubbio
    per l’esame da matto chissa?
    Ciaooooo
    Colombo

  9. colombo

    Oggi sono stato a Gubbio finalmente ho anchio la patente e il diploma di matto dopo avete fatto o tre giri attorno alla fontana e bagnato miaoglie.
    Che delusione avevo lasciato Gubbio una citta dinamica viva e giocosa…dopo anni ho ritrovato una citta persa senza fisionomia denza futuro caotica dal traffico dove e’ impossibole apprezzare la sua storia la sua ciltura e le tradizioni.
    A mio parere nonostante tutto quella promozione che ha fatto la fiction con don Matteo non e’ riuscita a valorizzare appieno le qualita’ della citta’.
    Oggi vi auguro veramente che la nuova ammimisttazione

  10. colombo

    Scusate mi e’ partito l’invio!
    Voglio che vi auguro che la nuova amministrazione comunale sappia di nuovo valorizzare la vostra e nostra splendida citta’
    ciao Colombo

  11. Sonia Tomassoni

    da la Venezuela: sonno matta dopo avere fatto tre giri attorno alla fontana…

    -1