Come raggiungere Zaanse Schans da Amsterdam

Da Amsterdam a Zaanse Schans: ecco come raggiungere il villaggio dei mulini a vento!

Zaanse Schans è un piccolo villaggio, patrimonio mondiale dell’UNESCO, situato nella campagna a nord di Amsterdam famoso per i suoi mulini a vento ancora attivi e funzionanti, per le sue casette in legno, la fabbrica del formaggio e il museo degli zoccoli olandesi.

Da Amsterdam è possibile raggiungere Zaanse Schans in treno, partendo dalla stazione centrale dei treni ad un costo di 2.90 euro a tratta o 5,80 euro andata e ritorno e circa mezz’ora di tragitto, con fermata alla stazione di Koog-Zaandijk.

Esiste però una soluzione alternativa – che ho sperimentato personalmente è che mi è piaciuta moltissimo – per arrivare al paesino di Zaanse Schans, quella di intraprendere un piacevole viaggio in bici partendo da Amsterdam. Dal porto, situato dietro la stazione centrale dei treni, è possibile prendere il traghetto che, gratuitamente, trasporta pedoni e biciclette sull’altra riva. Da qui si può iniziare la pedalata verso il nord dell’Olanda: è vero che ci sono molti percorsi ciclabili dedicati, ma è altrettanto vero che le indicazioni stradali spesso ci facevano ritrovare in piccoli villaggi a gironzolare intorno ai cortili delle tipiche case olandesi. Esperienza unica e piacevole!

Se dovessi dirvi esattamente qual è la strada giusta da percorrere, non saprei davvero indicarvela. Ci siamo persi un paio di volte, ma il bello dello spostarsi in bicicletta è proprio quello.
Abbiamo assaporato ogni luogo, strada o prato dal quale siamo passati. Senza cartina alla mano ma solo grazie alle indicazioni stradali (in Olanda le piste ciclabili costeggiano la superstrada!) abbiamo proseguito in direzione nord: il nostro punto di riferimento era Zaandam, una piccola cittadina a metà strada tra Amsterdam e Zaanse Schans.

Partendo in tarda mattinata da Amsterdam abbiamo comodamente raggiunto Zaandam a ora di pranzo (impiegando circa 2 ore), dove abbiamo mangiato in un locale delizioso che vi consiglio: Het Groene Pandje. Omelette, fried eggs, sandwich, hamburger e molti altri piatti davvero buoni e a prezzi ottimi.

Da Zaandam siamo risaliti in bicicletta e in poco meno di mezz’ora abbiamo raggiunto Zaanse Schans.

L’ingresso al villaggio è gratuito e qui, seguendo un percorso che costeggia il grande canale, si trovano ben 6 mulini funzionanti: De Huisman (il mulino delle spezie), De gekroonde Poelenburg (il mulino segheria), De Kat (il mulino tintoria), De Zoeker (il mulino oleificio), Het Jonge Schaap (il mulino segheria) e De Bonte Hen (il mulino oleificio). In alcuni di questi è possibile entrare a pagamento a orari prestabiliti.

da amsterdam a zaanse schans

da amsterdam a zaanse schans

da amsterdam a zaanse schans

da amsterdam a zaanse schans

da amsterdam a zaanse schans

Entrando all’interno del villaggio di Zaanse Schans, invece, si trovano alcuni negozi di souvenir olandesi e ancora il museo degli orologi, il museo panadero, il museo dedicato all’antica alimentari Albert Heijn, De Catherina Hoeve, la bottega del formaggio, De Zaanse Schans, la bottega dello zoccolaio, Kuiperij, la bottega del bottaio e De Tinkoepel, la bottega dello stagnino. In questi negozi è possibile entrare gratuitamente.

da amsterdam a zaanse schans

Al molo, presso Varen op de Zaan, è possibile noleggiare biciclette o barche nel periodo da maggio a fine settembre, mentre dal venerdì alla domenica (sempre da maggio a settembre) grazie alla compagnia di navigazione Zaanhopper è possibile fare un boat tour da Zaandam a Zaanse Schans o ancora prendere il traghetto che da Amsterdam trasporta pedoni e biciclette al villaggio dei mulini.

Se visitate Zaanse Schans nell’orario del pranzo è possibile mangiare in un paio di locali tra cui De Kraai, la bottega delle frittelle, e il ristorante De Hoop op d’Swarte Walvis.

Il paesaggio è bellissimo, da fotografia! Il canale, i mulini, le casette di legno, i ponticelli, i giardini, tanti animali come capre e mucche che pascolano liberamente nei campi verdissimi. E un odore di cioccolato forte, intenso, che proviene da una vicina fabbrica. Ammirare questi luoghi mentre si è in sella ad una bicicletta, col vento tra i capelli, è davvero una sensazione stupenda!

da amsterdam a zaanse schans

Per il ritorno, qualora decideste di intraprendere anche voi un itinerario in bicicletta da Amsterdam a Zaanse Schans, vi informo che pagando 6 euro è possibile tornare a Amsterdam in treno con la bici al seguito partendo dalla stazione di Koog-Zaandijk. Fate attenzione però: le macchinette automatiche per fare i biglietti non accettano banconote ma solamente moneta oppure carta di credito o bancomat.

Un altro consiglio: se siete interessati a visitare Zaanse Schans ma il tour in bici non è ciò che state cercando, una bella alternativa è fare un tour di mezza giornata che prevede la visita a questo idilliaco paesino e a Volendam, un antico porto peschereccio, e Marken, ribattezzata “l’isola dei pescatori”.
La visita guidata in italiano con partenza da Amsterdam può essere prenotata online cliccando qui al costo di 39 euro a persona.


Come raggiungere Zaanse Schans da Amsterdam ultima modifica: 2012-09-01T15:08:06+00:00 da Francesca Turchi

NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi una mail quando c'è qualcosa di nuovo!

* indicates required

Lascia un Commento

10 comments

  1. bellina Zaanse Schans! dopo tutte le volte che l’ho nominata se non c’andavi ti picchiavo 🙂

  2. Francesca Turchi

    Infatti è proprio merito tuo se ci sono andata e c’ho portato i miei amici di Amsterdam, che non c’erano mai stati! Proprio carina Zaanse Schans. E poi ti ho pensata un sacco appena sono arrivata, quando ho sentito l’odore di cioccolata. Mi è venuto in mente che me l’avevi detto! Allora ho capito di essere giunta a destinazione! 😉

  3. Alessia

    Ciao! Sono appena tornata da Amsterdam e grazie al tuo blog sono riuscita a fare tantissime cose tra cui visitare questo bellissimo paesino! Purtroppo il giorno in cui abbiamo deciso di andare pioveva quindi non abbiamo potuto utilizzare la bici ma ci siamo andate in treno! Comunque è un luogo stupendo, sembra di entrare in un’altra epoca! Lo consiglio vivamente!

  4. Ciao Alessia, grazie per il tuo commento. Hai proprio ragione, Zaanse Schans è un vero chicchino, ci tornerei anche adesso 🙂

    -1
  5. Nickola

    Francesca guarda ti volevo ringraziare moltissimo perché con i miei amici che li sopranomino (mozzarella turisti) tramite il tuo articolo abbiamo passato una giornata splendida,ovviamente abbiamo pedalato tutto il giorno perché abbiamo fatto andata e ritorno con la bici ma alla fine era veramente una esperienza unica! Saluti da Nick! 😉

  6. Ciro

    Ciao Francesca, volevo un consiglio, visitero Amsterdam insieme a mia moglie a giugno per la prima volta. Visto che staremo 3 giorni(2 e mezzo)mi sconsigli di raggiungere zaanse e dedicarmi solo al centro o credi che potrei riuscire ad incastrare anche i mulini?
    Grazie

  7. Ciao Ciro, secondo me Zaanse Schans (specialmente se trovate delle belle giornate) merita una visita. Se andate in treno o con un tour organizzato (non in bicicletta!) impiegherete mezza giornata quindi avrete i restanti due giorni da dedicare alla città. Selezionate tutti i posti che volete visitare a Amsterdam e se vi avanzano 4-6 ore io fossi in voi una bella giratina a Zaanse Schans la farei 😉 Buon viaggio!

    -2
  8. Pingback: Zaanse Chanse e l'ERIH, European Route of Industrial Heritage | Alla ricerca di shambala

  9. fausto

    CIAO FRANCESCA,
    mi sapresti indicare dei posti dove dormire in questa zona, per favore ??
    alberghetti . case o stanze per ospiti in abitazioni private. qualcosa di un pochino caratteristico. No soliti Hotel
    grazie 1000
    ciaoooo

  10. Ciao Fausto, dentro a Zaanse Schans si trova solo un B&B: Heerlijck Slaapen. Puoi valutare se prenotare lì oppure se ci sono soluzioni altrettanto comode e caratteristiche che possono fare al caso tuo. Su AirBnb ad esempio si trovano diverse case o stanze private, alcune molto carine e tipiche del posto: vai a dare un’occhiata: https://www.airbnb.it/s/Zaanse-Schans–Paesi-Bassi 😉 Buon viaggio!