La casa di Anna Frank a Amsterdam, un museo con una storia

“Prima o poi questa terribile guerra finirà, e torneremo a essere uomini e non soltanto ebrei!”
Anne Frank, 11 Aprile 1944

La casa di Anna Frank è il nascondiglio in cui Anne Frank e la sua famiglia, di origine ebrea, si rifugiarono in clandestinità nel 1942, durante la Seconda Guerra Mondiale, per sfuggire alle truppe tedesche. Qui, a soli 13 anni, Anne scrive il suo diario contenente migliaia di frasi sulla guerra, sulla condizione degli ebrei, sui tedeschi e sull’antisemitismo.

La casa di Anne Frank si trova ad Amsterdam in Prinsengracht 263, dove ai tempi della guerra si trovava le sede dell’impresa del padre di Anne, Otto Frank. All’interno della casa sul retro si trovava l’Alloggio segreto dove l’intera famiglia Frank (Otto, la moglie Edith e le figlie Margot e Anne) insieme alla famiglia van Pels (Herrmann, la moglie Auguste e il figlio Peter van Pels) e all’amico Fritz Pfeffer si rifugiano per 2 anni, nascosti e coperti da 4 dipendenti della ditta di Otto Frank.

Quando i Frank sono costretti a nascondersi Anne porta con sé il diario ricevuto per il suo 13° compleanno. E’ qui che la bambina racconta un periodo lungo, difficilissimo, fatto di silenzi, di convivenza e di clandestinità insieme ad altre sette persone.

Durante la visita è possibile entrare nell’Alloggio segreto, in ciascuna delle stanze che negli anni della guerra funsero da nascondiglio agli 8 clandestini. Oggi le stanze sono vuote ma camminando nella casa, guardandosi intorno, si riesce a percepire perfettamente quello che si legge sulle didascalie, e quello che si è letto nelle pagine del diario di Anne. La sensazione è strana, forte, triste, emozionante.

L’ingresso del nascondiglio è celato dietro ad una libreria girevole: l’Alloggio segreto è costituito da un paio di stanze che i clandestini utilizzano come camere da letto condivise, o come stanze comuni. La camera di Anne, condivisa con Fritz Pfeffer, è colma di immagini incollate alle pareti, ritagli di giornale, fotografie di personaggi famosi, foto artistiche e di storia, tutt’ora presenti sui muri.

Nella casa in Prinsengracht 263 inoltre è conservato il diario di Anna Frank, con la copertina a quadretti rossi, ritrovato dopo la cattura dei clandestini, avvenuta il 4 agosto 1944 a causa del tradimento di qualcuno dei benefattori che fino ad allora li avevano aiutati a nascondersi.

Una visita all’interno di questo museo di Amsterdam è assolutamente consigliato. Da non perdere.

INFO PER LA VISITA

Il biglietto per visitare la casa museo di Anna Frank a Amsterdam costa 9 euro adulti, 4,50 euro (bambini 10-17 anni) e gratis per i bambini fino a 9 anni.
Se siete interessati a visitare questo museo senza fare la fila all’ingresso e fare anche una crociera serale nei canali di Amsterdam, qui trovate un pacchetto interessante che al costo di 29 euro permette di accedere a entrambe le attrazioni.

La casa di Anna Frank a Amsterdam, un museo con una storia ultima modifica: 2012-09-05T16:01:28+00:00 da Francesca Turchi

NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi una mail quando c'è qualcosa di nuovo!

* indicates required

Prenota i biglietti per le migliori attrazioni del mondo

Lascia un Commento