Cosa vedere verso Siena: San Galgano e mulino della Mulino Bianco

02 mag Cosa vedere verso Siena: San Galgano e mulino della Mulino Bianco

Ieri ho passato un bellissimo 1° maggio nella zona del senese, più precisamente a Chiusdino, in provincia di Siena, visitando due location molto interessanti: San Galgano e l’Agriturismo il Mulino delle Pile, quello della Mulino Bianco per intendersi!

Io e i miei amici siamo partiti verso le 9 da Pisa e dopo 2 ore di macchina siamo arrivati a San Galgano, il paesino famoso per la sua abbazia “senza tetto” e per la spada nella roccia! Devo ammettere che l’idea di visitare San Galgano è partita proprio da questa spada, che mi ha destato non poca curiosità! :)

Abbiamo quindi parcheggiato la macchina lungo il viale alberato (tutto non a pagamento) e ci siamo subito diretti verso l’abbazia di San Galgano.

Cosa vedere verso Siena: San Galgano e mulino della Mulino Bianco

Questa chiesa del XIII secolo si erge in mezzo alla campagna ed è proprio un bel posto per andare a fare un pic nic! Una volta entrati nella chiesa “a cielo aperto” mi sono davvero stupita! Non mi ero mai trovata all’interno di una chiesa completamente scoperchiata! Bellissima la sensazione che si prova stando al suo interno e guardando verso l’alto!

Cosa vedere verso Siena: San Galgano e mulino della Mulino Bianco

Un po’ di storia - La peste del 1348 colpì duramente la comunità monastica che viveva nella chiesa di San Galgano e questo segnò il progressivo declino dell’abbazia, che venne abbandonata. A fine ’500 la chiesa fu privata della sua copertura in piombo, nel 1781 le parti rimanenti della copertura crollarono e infine nel 1786 un fulmine abbatté anche il campanile dell’abbazia di San Galgano! Da allora la chiesa è senza tetto e senza torre campanaria! Nel 1789, infine, la chiesa venne sconsacrata e trasformata in fattoria. Oggi è possibile visitare gratuitamente l’abbazia di san Galgano, ogni giorno dell’anno al costo di 2 euro!

Dopo varie foto all’interno e all’esterno dell’abbazia di San Galgano ci siamo diretti a piedi lungo una salita che ci avrebbe condotto in cima al colle di Montesiepi, all’Eremo di San Galgano in Montesiepi.

Cosa vedere verso Siena: San Galgano e mulino della Mulino Bianco

E’ in questa chiesa a pianta circolare che è conservata la famosa spada nella roccia di San Galgano.

Galgano era un nobile cavaliere di Chiusino che nel 1180 ebbe la sua vocazione e si ritirò sulla collina di Montesiepi per vivere in solitudine a contatto con Dio e la natura. E’ qui che egli conficcò la sua spada nella roccia, in segno di rinuncia alla guerra e all’uso dell’arma come croce davanti a cui pregare.

Cosa vedere verso Siena: San Galgano e mulino della Mulino Bianco Cosa vedere verso Siena: San Galgano e mulino della Mulino Bianco

Appena si entra nella Rotonda di Montesiepi la spada del XII secolo è lì, conficcata nella roccia con l’elsa che spunta. Ovviamente oggi l’arma di San Galgano è conservata in una teca protettiva. La spada, sfortunatamente, nel corso dei decenni ha subito due gravi danni: negli anni ’60 fu spezzata da un vandalo e nel 1991 un turista la troncò nel tentativo di estrarla dalla roccia.

Dopo aver mangiato al Bar de la Fattoria, proprio davanti all’abbazia di San Galgano, ci siamo rimessi in macchina per raggiungere un posto vicino e assolutamente da scoprire: l’Agriturismo il Mulino delle Pile. Da San Galgano il Mulino è raggiungibile in pochi minuti di macchina. Uscendo dal viale alberato basta girare a sinistra, superare Palazzetto e dopo 2 km svoltare a sinistra verso Luriano, attraversare il fiume Merse e… la location che ha fatto da testimonial alle pubblicità della Mulino Bianco è proprio lì!

Cosa vedere verso Siena: San Galgano e mulino della Mulino Bianco

Il posto è davvero bellissimo e il mulino, ovviamente, c’è ed è funzionante!!! Credo che un posto del genere sia perfetto per un pranzo di nozze! Io dopo esserci stata ieri ho deciso di festeggiare proprio lì il mio matrimonio (il giorno che mi sposerò… un domani! :P). So inoltre che i prezzi dell’Agriturismo il Mulino delle Pile sono molto abbordabili e il posto, ve lo assicuro, è da favola!

Perché non leggi anche...

10 Commenti

  1. Posti da visitare, sicuramente, anche per chi viene da un po’ più lontano.

  2. davvero molto bello!! devi venire una volta d’estate quando fanno concerti e opera dento l’abbazia.. davvero mozzafiato!!

  3. @madpack Assolutamente! Anzi, chi viene da lontano può visitare questi posti e molti altri! In Tioscana abbiamo veramente tanto da offrire al turismo! :)
    @marzia Sì lo so che in estate l’abbazia funge da location per vari concerti! Credo proprio che ci ritornerò!!!

  4. jessica /

    :-D ci son stata alle superiori in gita…e ricordo ancora l’entusiasmo per la spada e lo stupore di quell’ abbazia.. Noi andammo anche a visitare la comunità di san galgano..ascoltando le esperienze di quei ragazzi che si rifugiarono lì per ritrovare se stessi. Inoltre andammo a visitare il centro rapaci italiano! E’ proprio lì vicino.. Che dire? Ottima scelta per un giorno di festa!! ps presto voglio tornarci pure io ;-)

  5. Mi piace…di morto! :)
    Devo andarci assolutamente, prima o poi!

  6. Parlavo dell’abbazia con la spada nella roccia proprio settimana scorsa… con il proprietario di un Agriturismo. Che bella novità, non la conoscevo mica. Sicuramente “folkloristico” anche l’Agriturismo del Mulino Bianco. Ma è un vero Agriturismo? Ho sbirciato il sito e si propongono come “specializzati in eventi e cerimonie”. Beh, vorrei personalmente dire come è molto molto difficile che un Agriturismo (vero) possa organizzare cerimonie. L’Agriturismo è (dovrebbe essere) un supporto alle aziende agricole, quindi a gestione familiare e con proprietari che sono produttori agricoli. Non credo che chi fa del suo mestiere “l’organizzatore di eventi, specializzato in cerimonie”, possa chiamarsi “Agriturismo”, ma… “Ristorante”. Nulla da togliere e posto sicuramente bellissimo ma le mie due righe pensano a chi, realmente, si sporca le mani con la terra. I veri Agriturismi. Bell’articolo.

  7. Ciao Gabriele, grazie a te per il tuo commento! Sinceramente non so come portino avanti la loro attività quelli dell’Agriturismo il Mulino delle Pile. Quello che ho potuto notare da osservatore è che il posto indubbiamente è stupendo, e come per l’appunto ho scritto sopra lo vedo molto azzeccato come location per matrimoni o cerimonie. Capisco però che l’idea “vera” di agriturismo è tutt’altra, come dicevi tu! Perché tu e Federica non ci andate così poi ci sapete dire? ;)

  8. Potrebbe essere un’idea. Magari la prossima volta che passiamo in zona ci andiamo e lo recensiamo su http://www.agriturismolife.com. :-) Comunque, per sottolineare, assolutamente niente contro queste situazioni, ma è un peccato che il termine Agriturismo venga usato ormai da chiunque, anche da chi non lo è. :-( Ciao Fra!

  9. Claudia - Shanta /

    Grazie per aver recensito così bene la splendida abbazia di San Galgano… è uno dei posti più magici che ci sono nella provincia di Siena, forse la supera solo l’Abbazia di Sant’Antimo, vicino Montalcino e che, se non conosci, ti invito a visitare quanto prima: a differenza di San Galgano è una “vera chiesa”, è di epoca romanica (sembra che anche Carlo Magno vi abbia fatto sosta)ed è abitata da monaci cluniacensi che intonano stupende messe cantate in gregoriano. Il posto è mistico, circondato da cipressi ed oliveti, e l’anima sembra più leggera anche per chi non crede…
    Tornando a San Galgano, mi ricrodo che parecchi anni fa dentro ci pascolavano anche le pecore, e sembrava molto “diroccata”. Ci sono tornata due anni fa, mentre ero in vacanza a Buonconvento, e mi è sembrata invece molto curata, anche il vialetto d’accesso è ben tenuto… tanto che mi aspetto da un momento all’altro che facciano pagare il biglietto d’accesso…! A proposito, hai avuto modo di assaggiare il mitico prosciutto di Chiusdino? Sicuramente uno dei migliori della Toscana!

  10. Ciao Claudia,
    a dire il vero l’itinerario che ci eravamo prefissati di seguire il 1° maggio era proprio San Galgano e Sant’Antimo! Poi però ci siamo trattenuti di più a San Galgano e poi abbiamo raggiunto il famoso mulino! ;) Per quanto riguarda Sant’Antimo non mancherò di visitarla, assieme a Montalcino e Montepulciano! Per quanto riguarda il prosciutto di Chiusdino… mhhh… me lo sono perso! :(

Trackbacks/Pingbacks

  1. La leggenda del Ponte del Diavolo a Borgo a Mozzano, Lucca | TRAVEL'S TALES - [...] vedere Mystery of Tuscany, un documentario in 12 puntate sulle leggende della regione, tra cui la spada nella roccia …

Lascia un commento