Marrakech: la Medina, i souk e piazza Jemaa El Fna

Marrakech mi ha completamente incantata! La Città Rossa, chiamata in questo modo proprio per il colore delle sue costruzioni e del territorio, offre luoghi di tanta bellezza da visitare da restarne innamorati!

In primis la medina di Marrakech, il cuore della città, con i suoi vicoli stretti e labirintici nei quali è assolutamente consigliato camminare sulla destra (altrimente si rischia di venir travolti dai tanti motorini che circolano), e i souk nei quali è facile perdersi, ma è altrettanto bello ritrovarsi nei diversi settori specifici in cui gli artigiani locali lavorano le stoffe, i tappeti, il ferro, il cuoio e la pelle.

Marrakech: la Medina, i souk e piazza Jemaa El Fna

Una curiosità che vi voglio raccontare riguarda proprio i prodotti realizzati in pelle, o meglio le babbucce. Durante il mio viaggio a Marrakech ho scoperto che quando si entra in una bottega artigianale per comprare un paio di scarpe o ciabatte in pelle bisogna fare molta attenzione a non scegliere quelle “da regalare alla suocera” ovvero – come dicono da quelle parti – non realizzate secondo le tecniche tradizionali e per questo facilmente deteriorabili. Controllate pertanto le cuciture, che devono essere fatte a mano, e gli interni!

Marrakech: la Medina, i souk e piazza Jemaa El Fna

Usciti dal souk di Marrakech si arriva nel luogo simbolo della città, piazza Jemaa El Fna, la più grande piazza-mercato all’aperto che esista. Meravigliosa e caotica! Un luogo d’incontro che, ad ogni ora del giorno e della notte, regala uno spettacolo tutto da ammirare!

Piazza Jamaa El Fna è stata dichiarata patrimonio orale e immateriale dell’umanità dall’UNESCO nel 2001 proprio per le arti, le tradizioni orali e rituali e le culture che la popolano e la caratterizzano.

Marrakech: la Medina, i souk e piazza Jemaa El Fna

Qui infatti si possono incontrare personaggi quali incantatori di serpenti, cantastorie, fachiri, venditori di acqua in costume e al costo di pochi dirham è possibile farsi leggere le carte da una chiromante, farsi fare un tatuaggio all’henné, farsi scattare una foto con una scimmietta in spalla o, come ho fatto io, insieme al dentista berbero che sul suo tappeto colleziona tutti denti e gli strumenti del mestiere!

Marrakech: la Medina, i souk e piazza Jemaa El Fna

E’ importante sapere che questi artisti, visto che la piazza è diventata molto turistica negli ultimi anni, non vogliono essere fotografati se non in cambio di qualche soldo. Vi consiglio pertanto di chiedere quanti dirham ciascun personaggio vuole per uno scatto prima di fargli una fotografia. Posso garantirvi che se verrete colti in flagrante mentre scattate loro una foto verrete letteralemente presi d’assalto!

Marrakech: la Medina, i souk e piazza Jemaa El Fna ultima modifica: 2012-01-30T11:51:24+00:00 da Francesca Turchi

NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi una mail quando c'è qualcosa di nuovo!

* indicates required

Lascia un Commento

9 comments

  1. Francesca Turchi

    Grazie Costanza. Che bella sorpresa!!! Mi ha fatto davvero molto piacere ^_^

  2. Jade

    domanda…ma non è un po’ pericoloso girare per marrakech per due donne?! e l’igiene com’è?

    grazie francesca!
    sito sopra le righe! 🙂

  3. Francesca Turchi

    Ciao jade, mah guarda io sono andata con un viaggio stampa quindi eravamo in gruppo. Credo che comunque un viaggio di solo due donne sia fattibile. Come città inoltre l’ho trovata molto pulita, e poi è stupenda quindi ve la consiglio vivamente!

  4. roberto panerai

    per entrare in marocco per turismo basta la carta d’identita’ valida per l’estero?, grazie.

  5. Ciao Roberto, no per andare in Marocco serve fare il passaporto!

  6. Guarda Francesca, non vedo l’ora. Vado tra un mese con Elena e sto facendo il programma adesso.

    Sicuramente faremo anche un day trip fuori Marrakech ma ancora non abbiamo deciso dove. Mi sono scritta la diritta dei ristoranti.

  7. Brava Simona, e buon viaggio! Sono certa che Marrakech ti saprà incantare 🙂