Cosa visitare a Berlino: 10 cose da non perdere

Fare una lista delle 10 cose da fare e vedere a Berlino non è un compito semplice quando si ha a che fare con una metropoli dai tanti volti, che non ha un solo centro e in cui ogni quartiere è una città a sé, con una sua storia e sue proprie caratteristiche. Se si è curiosi e non ci si vuole fermare solo a quello che blog e guide di solito indicano come siti imprescindibili da vedere, la mia lista può esservi utile!

Suggerimenti da una berlinese d’adozione:

1. Una passeggiata lungo Karl-Marx-Allee

La “Prima strada socialista della Germania“, così è stata battezzata quando venne costruita fra il 1949 e il 1961 e si chiamava Stalinallee. Un boulevard imponente, lungo 2,5 km e largo 90 metri, caratterizzato dallo stile architettonico sovietico in voga in quegli anni con molti elementi tipici del classicismo ma rivisitati secondo l’ottica socialista: un esempio sono le cupole delle due torri (Frankfurter Tor) che aprono su Karl-Marx-Allee che sono molto simili alle cupole del Deutsche Dom e Französische Dom a Gendarmenmarkt. Questo maestoso viale è costituito da due blocchi: il primo con edifici in stile sovietico è del periodo del dopoguerra mentre il secondo risale agli anni ’60, con uno stile architettonico moderno e funzionale per quella epoca. Vedrete locali tutt’ora famosi come il Kino International e, di fronte, il Cafe Moskau. Una passeggiata che attraversa periodi storici importanti: la fine della seconda guerra mondiale, la ricostruzione e la guerra fredda.

2. Il cielo sopra Berlino: Fernsehturm

Camminando lungo Karl-Marx-Allee si arriva ad Alexanderplatz. Qui c’è quello che sicuramente si può definire il simbolo di Berlino: la Fersehturm. La torre della televisione (progettata da Hermann Henselmann, autore anche di alcuni edifici del primo blocco di Karl-Marx-Allee) con i suoi 365 metri è fra le più alte al mondo. La Fersehturm, esteticamente molto particolare con in cima una sfera che ricorda molto le mirror-ball da discoteca anni ’70 (periodo in cui è stata costruita) ha diversi soprannomi: Telespargel (Tele asparago) per via della sua forma e Rache des Papsts (la vendetta del Papa) perché quando c’è il sole i raggi formano un riflesso sulla sua sfera che ricorda una croce e l’ironia si riferisce al fatto che nella Germania dell’Est (e la torre si trova in quella che era Berlino Est) vigeva l’ateismo di Stato.

Per salire sulla torre e godersi la vista bevendo un caffè nel ristorante che si trova nella “strobosfera“ bisogna armarsi di pazienza e fare la fila all’entrata dell’ascensore. Il costo e’ di 12 euro ma i possessori della Berlin Welcome Card possono usufruire di uno sconto.

3. Volkspark Friedrichshain

Berlino come si sa è una città con molto verde distribuito tra giardini e parchi. Una passeggiata in uno dei parchi della città è sicuramente da includere nella lista delle cose da fare anche se si trascorrono in a Berlino solo un paio di giorni. La scelta non è per niente facile ma visto che io opto per cose non troppo scontate vi consiglio Volkspark Friedrichshain, per diversi motivi.

1) E’ il primo parco comunale di Berlino, costruito nel 1846 per consentire alla crescente popolazione di potere raggiungere facilmente aree per il tempo libero senza essere costretti a lunghi spostamenti.
2) Le due collinette all’interno. Alte circa 70 metri, non sono naturali bensì di un bunker che subito dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale è stato fatto saltare in aria e la concavità provocata dall’esplosione è stata riempita delle macerie che invadevano la città.
3) All’interno del parco ci sono una serie di siti interessanti: Friedhof der Märzgefallenen, Gedenkstätte der 3000 Interbrigadisten, Weltfriedenglocke, il busto di Federico II e soprattutto Der Märchenbrunnen (la fontana delle favole), una fontana a dir poco spettacolare, costruita nel 1913 in stile barocco con varie statue che rappresentano i personaggi delle favole dei Fratelli Grimm.

4. Gartenstadt Falkenberg

Gartenstadt Falkenberg (città giardino Falkenberg) non è esattamente in centro anzi è proprio nella periferia est di Berlino, distretto di Treptow-Köpenick. Con i mezzi pubblici non ci si impiega molto e di sicuro vale il viaggio considerato che questo piccolo agglomerato urbano è nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO. Costruito nel 1912 dal famoso architetto tedesco Bruno Taut, è un luogo quasi fiabesco in cui le facciate delle case sono come dei veri e propri quadri. Questo sito merita una visita anche a costo di rinunciare a vedere qualcosa come Nikolaiviertel!

5. Sowjetische Ehrenmal

Questo monumento si trova all’interno di uno dei più bei parchi di Berlino: Treptower Park. Il Sowjetische Ehrenmal a Treptower Park è il principale dei tre esistenti a Berlino; un altro si trova nella zona di Pankow e il terzo in quella di Tiergarten vicino alla Porta di Brandeburgo. Il memoriale è stato costruito nel 1949 in onore dei soldati dell’Armata Rossa caduti durante la liberazione di Berlino dal nazismo. L’entrata al memoriale è costituita da un arco di trionfo che porta una dicitura dedicata ai soldati caduti, proseguendo si trova una statua di tre metri “Mutter Heimat“ (Madre Patria) e da questo punto inizia la parte principale del memoriale che culmina con una statua su una collinetta (in tutto 30 metri di altezza) di un soldato con un bambino in braccio che ha sotto i piedi una croce uncinata distrutta. Il silenzio che pervade questo luogo e la sua maestosità non possono che lasciare a bocca aperta.

6. Widerstand gegen den Nationalsozialismus

Berlino non è solo la città dei parchi ma anche quella dei musei. Se ne contano circa 175 e per tutti i gusti: dal famoso Pergamon Museum a quello dedicato ai Ramones! L’esposizione “Widerstand gegen den Nationalsozialismus” (Resistenza contro il Nazionalsocialismo) si trova all’interno del Gedenkstätte Deutscher Widerstand (Memoriale della resistenza tedesca). Un’esposizione strutturata molto bene e con molto materiale documentaristico e fotografico che racconta delle tante forme di resistenza al nazismo in Germania, della rivolta militare fra il 1938 e il 1944, delle cospirazioni interne al centro del potere, dei gruppi di resistenza degli studenti, degli artisti fino a quelli cristiani. Un luogo della memoria e di documentazione. L’entrata è gratuita, e il museo è aperto tutti i giorni dalle 9 fino alle 18 e il fine settimana dalle 10 alle 18 (Stauffenbergstrasse 13, nel quartiere di Mitte).

7. Haus Schwarzeberg

I cortili interni di Berlino sono un’altra particolarità e attrazione tuistica, Hackescher Höfe sono fra i più visitati ma perché non spostarsi di una manciata di metri ed entrare sempre in un cortile ma che offre un altro aspetto della città? Haus Schwarzenberg è uno dei pochi luoghi nella zona di Mitte che non e’ stato risanato, esteticamente rimasto ai tempi del dopoguerra e della DDR, luogo in cui artisti e progetti alternativi si sono insediati sin dalla caduta del muro. Un sito che produce e offre cultura come pure testimonianze della storia: all’interno c’e’ il cinema Kino Central, la galleria Neurotitan, Anna Frank Zentrum, Museum Blindenwerkstatt Otto Weidt e sculture che sembrano uscite da un film di Tim Burton!

8. Flohmarkt Boxhagenerplatz

Questo è un classico delle domeniche berlinesi: il mercato delle pulci. La domenica Berlino si anima di mercatini, il più grande è quello di Mauerpark che negli ultimi anni si è molto ingrandito ed è un punto di incontro di tanti giovani, artisti di strada, famiglie e tantissimi turisti. Peccato però che la conseguenza sia stata anche l’aumento dei prezzi.

Il mio consiglio è: se dovete sceglierne solo uno (ma in una giornata se ne possono vedere almeno due) vi consiglio di andare al mercatino di Boxhagenerplatz a Friedrichshain: è più piccolo ma è ben fornito, colorato, con prezzi ancora da mercato delle pulci e con un’animata atmosfera di quartiere. Fra un acquisto e un altro si può mangiare un currywurst con patatine dall’unico stand gastronomico nell’area del mercato oppure andare in uno degli innumerevoli bar attorno per un brunch domenicale senza fine. I mercatini delle pulci sono aperti la domenica dalle 10 alle 17.

9. Currywurst

Uno dei simbolo gastronomici di Berlino che si è guadagnato anche un museo: il wurst ricoperto di una salsa a base di ketchup e curry. Ovviamente ogni proprietario di imbiss (chiosco o tavola calda) dirà che la ricetta della salsa è un segreto della casa. Il curywurst ha due scuole di pensiero: Konnopke (Schönhauser Allee 44 B ) e Curry 36 (Mehringdamm 36 ). Questi sono i posti più famosi per assaporare questa delicatezza culinaria. Konnopke si trova a est e Curry 36 a ovest, la fila da fare per ordinare è però la stessa! Ognuno a Berlino si riconosce in una delle due “scuole di pensiero“. Personalmente sono della fazione Konnopcke che è anche un sito storico e si trova sotto la stazione di Eberswalder Strasse. Il chiosco esiste dal 1930 ed è gestito sempre dalla stessa famiglia che all’inizio degli anni ‘60 ha avuto il merito di importare a Berlino est il currywurst poco prima della costruzione del muro. A voi la scelta!

10. “Kein Bier vor 4

Questo è un detto tedesco: “Niente birra prima delle 16”. Il che ha senso visto che la Kneipe (la tipica osteria serale per incontrarsi bevendo birra) di solito apre alle 18 e che, visti i quantitativi industriali di birra che si bevono in Germania, una pausa non fa male. Di kneipe ce ne sono un’infinità e davvero per tutti i gusti.
Vi consiglio di camminare lungo le arterie principali dei locali: Oranienstrasse a Kreuzberg, Wesestrasse a Neukölln, Simon- Dach-Strasse a Friedrichshain. Indico un bar per ognuna di queste strade, ovviamente secondo il mio gusto personale:

1) Franken in Oranienstrasse 19a. Locale in puro stile Kreuzberg: un po’ punk e rock’n’roll.
2) Fuchs und Elster in Weserstrasse 207 con il tipico interno di molti bar del quartiere: un comodo soggiorno con mobili pescati in qualche mercato delle pulci e pareti nude.
3) Kptn. A. Müller in Simon-dach-strasse 32: prezzi economici, biliardino e di solito strapieno!

 

Guest post e foto di Marta Nuzzo di Berlin Kombinat Tours.

 

Cosa visitare a Berlino: 10 cose da non perdere ultima modifica: 2013-01-07T11:07:30+00:00 da Guest Post

NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi una mail quando c'è qualcosa di nuovo!

* indicates required

Prenota i biglietti per le migliori attrazioni del mondo

Lascia un Commento

4 comments

  1. Un articolo interessante con cose buone da fare a Berlino. Currywurst è naturalmente da mangiare a Berlino! Tanti posti buoni dove si può comprarlo anche! E voglio adesso visitare il Flohmarkt Boxhagenerplatz. Ma devo dire che ci sono tanti opzioni per vedere Berlino da alto come il Panorama Point a Potsdamer Platz o il Berliner Dom – poi si può anche avere il simbolo di Berlino dell Fernsehturm nella vista!

  2. ti ringrazio per le dritte! Stamattina ho prenotato per 5 giorni a Berlino in aprile 🙂

  3. Pingback: Il Currywurst piu' buono di Berlino | BERLIN KOMBINAT BLOG

  4. Paola

    Grazie mille dei consigli. Oggi partirò per Berlino e mi hai dato davvero delle belle e interessanti informazioni. Quando viaggio voglio vedere il cuore della città, l’anima e grazie al tuo articolo potrò godermi ancora di più la vacanza.

    Grazie