A Firenze sulle tracce del David di Michelangelo

5,17 metri di perfezione ricavata da unico blocco di marmo bianco di Carrara, l’ideale perfetto di bellezza maschile nell’arte, una postura imponente che sprigiona forza: la statua del David di Michelangelo è un capolavoro. Potrei non dover aggiungere altro.

Tuttavia ho scoperto molte cose interessanti durante la mia visita guidata al David a Firenze con FlorencePass e ho a piacere di condividerle con voi.

david michelangelo

Sfido chiunque a pensare al David e non associarlo alla città di Firenze e in particolare alla statua che si erge davanti a Palazzo Vecchio in Piazza della Signoria. Sono certa che tutti voi però sapete che quella è una copia: l’originale infatti si trova custodita all’interno della Galleria dell’Accademia di Firenze.

Comunque sia, un tour sulle tracce del David di Michelangelo non può che iniziare proprio da Piazza della Signoria.
E’ qui infatti che la statua venne originariamente collocata nel maggio del 1504 e svelata al pubblico dopo alcuni mesi, l’8 settembre, nel giorno della Festa della Madonna e pertanto della Cattedrale fiorentina.

Tuttavia, a causa del disgraziato restauro di Aristodemo Costoli del 1843 ci fu grande paura per la stabilità ed integrità della statua: lo scultore, incaricato di restaurare il David, intervenne con un solvente a base di acido cloridrico che apportò notevoli danni alla superficie marmorea. Di conseguenza, per proteggere la statua dagli agenti atmosferici e da ulteriori danni, venne predisposta una tettoia in legno che appare anche nella prima foto storica del 1851.

Fu nell’agosto del 1873 che, all’avvicinarsi delle celebrazioni previste per il 400° anniversario della nascita di Michelangelo (Caprese, 1475 – Roma 1564), il David venne trasferito da Piazza della Signoria alla Galleria dell’Accademia di Belle Arti a Firenze. Il trasferimento, su rotaie, durò circa una settimana e la statua venne finalmente collocata sulla Tribuna predisposta da Emilio De Fabris, lo stesso architetto che vinse il concorso per la facciata del Duomo.
E’ qui che tutt’oggi la si può ammirare in tutta la sua maestosità.

Che dire quindi della statua che tutti noi possiamo ammirare e fotografare in Piazza della Signoria? Ovviamente si tratta di una copia, scolpita anch’essa in marmo da Luigi Arrighetti, e posta all’esterno del Palazzo Vecchio di Firenze nel 1910.

Non tutti sanno però che a Firenze si trova un’ulteriore copia della statua del David: si tratta di quella posta sulla terrazza di Firenze sul bellissimo Piazzale Michelangelo nel 1874, una copia di bronzo, opera di Clemente Papi.

David piazzale michelangelo

Informazioni per la visita alla Galleria dell’Accademia

La Galleria dell’Accademia a Firenze ospita non solo la statua originale del David di Michelangelo ma anche altre opere del celebre scultore italiano, quali i Prigioni e il San Matteo.
Il museo è aperto da martedì a domenica dalle ore 8.15 alle 18.50 (chiuso il lunedì, Capodanno, 1° maggio, Natale).
Il biglietto di ingresso ha un costo di € 6,50 adulti e € 3,25 ridotto con prenotazione di € 4 (con la sola esclusione dei minori di 6 anni). In caso di mostre temporanee il biglietto d’ingresso è di €11 adulti e €5,50 il ridotto per i cittadini europei tra i 18 e i 26 anni, mentre è sempre gratuito per gli under 18 di qualsiasi nazionalità e gli over 65 solo UE. Il ticket può essere acquistato anche online o chiamando il numero 055 294883.

Se siete interessati a una visita guidata sul David e le altre sculture di Michelangelo vi consiglio i tour organizzati da FlorencePass.

A Firenze sulle tracce del David di Michelangelo ultima modifica: 2014-03-05T10:59:22+00:00 da Francesca Turchi

NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi una mail quando c'è qualcosa di nuovo!

* indicates required

Prenota i biglietti per le migliori attrazioni del mondo

Lascia un Commento