Torre di Pisa: perché i pisani non ci salgono ma dovrebbero

torre di pisa

Qualche giorno fa ero davvero di ottimo umore! Era il 1 Novembre, la giornata era bellissima e mi ero svegliata con un bel programma per la mattinata: andare in centro a Pisa e salire sulla Torre per la prima volta insieme a due amici blogger in visita qui.

Volevo prendere il bus, una di quelle cose che faccio forse due volte l’anno ma che mi fanno sentire cittadina della mia città. Così sono scesa sotto casa e solo allora, vedendo bar e tabacchi chiusi, ho realizzato che era festa. Sono salita al volo sul pullman che stava partendo chiedendo un biglietto a bordo. L’autista non aveva da farmi il resto a 50€. Ho chiesto ma nessuno aveva da cambiarmi i soldi. Dopo due fermate è salita una famiglia, ho chiesto anche a loro e il padre, che non aveva da scambiare, mi ha offerto i 2€ del biglietto. Una di quelle cose che ti rallegrano ancor più la giornata.

Sono scesa in via Garibaldi, ho bevuto un caffè e cambiato i soldi e ho fatto una passeggiata in centro. Poche persone e tanti negozi chiusi. Ma mi sono sentita un po’ come quando anni fa facevo la vita da universitaria. Poi sono arrivata in Piazza dei Miracoli, ovviamente gremita di turisti. Mi sono messa ad osservarli, a qualcuno ho perfino dato un paio di consigli non richiesti. Ma è stato più forte di me. Li sentivo lamentarsi di cose che invece si possono fare, come sedersi sul prato della piazza che in realtà è possibile, nella zona dietro al Battistero. Mi sono sentita utile.

Poi il caso vuole che mi sono voltata e mi sono ritrovata davanti alla famiglia incontrata sull’autobus. Gli sono andata incontro e ho ringraziato nuovamente il signore, restituendogli i 2€ che mi aveva gentilmente offerto. Ci siamo fatti una bella risata insieme!

Questo è stato l’inizio di una giornata che si è dimostrata una gran bella giornata!
Alle 12.30 Lucia e Nunzio mi hanno raggiunta sotto alla Torre pendente e come da programma siamo saliti assieme.

Giusto un paio di giorni prima, su Twitter, ho scoperto che sarebbero venuti a Pisa per un solo giorno e che avevano in programma di salire sulla Torre. Un pensiero che fino a quel momento non mi aveva mai convinta si è presentato prepotentemente e mi ha fatto rispondere: Cosa cosa cosa? Vediamoci assolutamente! Se vuoi salgo anche io con te sulla torre (mai fatto!). E così è stato.

Se siete arrivati a leggere fino qui vi starete chiedendo: Beh, e allora? Cosa c’è di strano?

Pisa

Se mi conoscete saprete che sono pisana.
Se mi conoscete bene sapete che non ero mai salita sulla torre pendente fino all’altro giorno.
Se siete pisani probabilmente fate parte di quel (azzardo) 90% di cittadini che non c’è mai salito e che alla domanda sul perché risponde facendo spallucce.
Se state facendo l’Università a Pisa ve ne guardate bene dal salirci visto che leggenda vuole che porti sfiga prima di conseguire la laurea.

Vuoi perché sono pisana da 31 anni, vuoi perché faccio parte di quella buona percentuale che faceva spallucce, vuoi perché mi sono laureata per due volte proprio a Pisa, vuoi perché ho partecipato e organizzato ben due blog tour a Pisa per promuoverla “oltre la torre”, fatto sta che il desiderio di salire sulla Torre di Pisa non l’avevo mai avuto.

Ma mentre salivo quei 296 scalini ritrovandomi a camminare prima inclinata a destra e poi a sinistra, e così per i primi 3 piani (sì, perché poi la torre si raddrizza) fino ad arrivare in cima alla torre, dove mi sono ritrovata ad ammirare la mia Pisa dall’alto, mi sono davvero sentita pisana.

Pisana come quando penso al fatto di esser stata battezzata nel Battistero di Pisa.
Pisana come quando vado ad assistere al Gioco del Ponte e tifo Tramontana anche se amici e fidanzato mi portano dalla (loro) parte di Mezzogiorno.
Pisana come quando vado a vedere la Luminaria, anche se negli ultimi 6 anni ricorre un anniversario quindi me la perdo dal vivo, ma non manco di seguirla live via web.
Pisana come quando guardo il tramonto da Ponte di Mezzo e penso che sia il più bello in assoluto.

Sono quelle cose che fai perché ti piacciono, perché ci tieni, perché fanno parte di te e del tuo essere.
E io oggi mi sento ancor più cittadina della mia città.

Pisa

 

Info e prezzi per salire sulla Torre di Pisa

Il costo per salire sulla Torre di Pisa è 18€ e il biglietto dà diritto anche alla visita alla Cattedrale.

I biglietti si possono acquistare sul sito ufficiale www.opapisa.it, presso le strutture ricettive, le agenzie e le guide autorizzate o presso le biglietterie in loco.
Per i turisti che vengono da fuori consiglio di prenotare la salita direttamente dal sito, selezionando la data e l’orario della visita. È possibile acquistare i biglietti online da 20 giorni fino a un giorno prima della data della visita, compatibilmente con la disponibilità. Il pagamento online può essere effettuato solo con carta di credito (VISA e MASTER CARD).
Ciò non toglie che si possa andare il giorno stesso alle biglietterie e prenotare la salita a un orario con posti ancora disponibili.

La durata della visita alla Torre di Pisa è di circa 40 minuti. La salita a piedi impiega al massimo 5 minuti per cui si ha una mezzora di tempo per sostare in cima alla torre e ammirare Pisa dai suoi 56 metri d’altezza.

Orari di apertura:

La salita alla Torre di Pisa è consentita tutto l’anno, nei mesi di gennaio e febbraio dalle 10 alle 17, a marzo dalle 9 alle 18, da aprile a settembre dalle 8 alle 20, a ottobre dalle 9 alle 19, da novembre al 24 dicembre dalle 10 alle 17 e dal 25 dicembre al 6 gennaio dalle 9 alle 18.

Per maggiori info:

bigliettionline@opapisa.it
Segreteria Amministrativa, Piazza Arcivescovado 1 -PISA
Tel. +39 050 835011/12
Mail: info@opapisa.it

Torre di Pisa: perché i pisani non ci salgono ma dovrebbero ultima modifica: 2014-11-11T14:17:47+00:00 da Francesca Turchi

NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi una mail quando c'è qualcosa di nuovo!

* indicates required

Prenota i biglietti per le migliori attrazioni del mondo

Lascia un Commento

4 comments

  1. Pisa è una di quelle città italiane che ancora non ho visitato! Devo provvedere subito e salirò..salirò in cima alla torre pendente!!;-)

  2. Ciao Silvia, sì devi proprio farlo e soprattutto devi visitare Pisa “oltre la torre”! Ci sono tanti posti da visitare in centro e non solo. Se ti va chiedimi pure, sarò felice di darti qualche consiglio local 🙂

  3. Leonardo

    Da pisano provinciale sono di ponsacco, mi hai fatto commuovere perché anch’io sono in giro per pisa tutti giorni… e ogni tanto mi prendo un giorno insieme alla mia famiglia e ad altre famiglie e passiamo una giornata raccontando ai nostri figli le nostre storie in quelle viuzze…grazie…

  4. Grazie a te per esser passato dal mio blog e aver lasciato il tuo commento, Leonardo!