Sono appena tornata da un viaggio nella California del Nord e, senza essermi ancora del tutto ripresa dal jet lag, dal fuso orario e dal rientro alla quotidianità, non riesco a non pensare alla favolosa esperienza che ho vissuto. Ripenso a quello che più mi ha colpito di questo stato, la California, in cui non ero mai stata e che senza mezzi termini mi ha fatta innamorare.

Dentro di me ho tante foto mentali dei giorni scorsi e delle varie tappe del viaggio, da San Francisco a Monterey, l’on the road lungo la Pacific Coast Highway, e ancora l’incantevole Santa Barbara e la città di Los Angeles.

Ripensarci mi fa stare bene e riporta a galla le sensazioni del viaggio. Quindi finché queste sensazioni sono “calde” voglio buttare giù le dieci cose che ho amato dei miei giorni californiani, luoghi ed esperienze che porterò sempre nel cuore.

1. San Francisco

Con San Francisco è stato amore a prima vista. Sapevo di amarla ancor prima di mettervi piede e quando finalmente ci siamo incontrati non poteva che essere amore! La sua storia, il suo carattere europeo anziché quello americano dei grattacieli, il tanto verde, le salite e discese, le tipiche Cable Cars, la baia, il Pier 39 con i leoni marini.
Sono bastate poco più di 24 ore per farmi innamorare della sua anima, della sua personalità, dei suoi colori.
La promessa è quella di tornare, per scoprirne ogni sfaccettatura!

San Francisco, CA

 2. La crociera nella baia e il Golden Gate Bridge

Durante la mia breve permanenza a San Francisco ho rinunciato a visitare alcuni luoghi privilegiandone altri: di certo non potevo non ammirare da vicino lui, il Golden Gate Bridge, il simbolo della città. Lungo ben 2,7 km, il ponte color arancione internazionale collega la baia di San Francisco con Sausalito. Il modo migliore per apprezzare appieno il suo profilo è fare una crociera sulla baia.
Non so quante foto gli ho scattato: prima in lontananza, con una nebbia bassa bassa che tentava di celarlo alla vista, poi mentre si avvicinava, scatto dopo scatto, inquadratura dopo inquadratura, poi mentre ci stavo passando proprio sotto. Mi sono sentita piccola, quasi abbracciata da quella gigante struttura di acciaio, col vento tra i capelli e il sole della California che, mentre si rifletteva nelle acque della baia, rendeva il tutto ancor più suggestivo.

Golden Gate Bridge, San Francisco

3. A bordo delle Cable Cars

Un’esperienza che volevo fare e che ho fatto, sempre a San Francisco, è stato percorrere le salite e le discese della città a bordo dei tipici Cable Cars, il mezzo di trasporto cittadino: un tram trascinato da una fune sotterranea che percorre le ripide salite e le vertiginose discese collegando la zona di North Beach al molo.

cable car

Photo by @piergiuliocaivano

4. L’on the road lungo la Pacific Highway

Ho ancora davanti agli occhi gli stupendi panorami incontrati lungo la strada che collega San Francisco a Santa Barbara: la Pacific Highway, Big Sur, il Bixby Bridge, la California Costal Trial coi suoi elefanti marini. Tutte location che riescono a toglierti il fiato da quanto sono perfette e ti costringono a fare una sosta ogni 10 km per fermarti ad ammirare lo spettacolo che regalano.
Il ricordo che porterò sempre con me è il momento in cui, mentre ero in auto che contemplavo il mare, ho intravisto una nuvoletta spruzzare a fior d’acqua, a largo. E nuovamente una a pochi secondi di distanza, e poi un’altra ancora. Una balena, proprio così, a poche centinaia di metri dalla costa!
(Qui il mio articolo sulla California on the road lungo la Pacific Coast Highway).

Pacific Highway, California

5. Il tramonto in spiaggia a Santa Barbara

Trovarmi on the dock of the bay al momento del tramonto, a Santa Barbara, è uno di quei ricordi che porterò sempre nella mente, e nel cuore. Ricordo ancora nitidamente il colore della luce, il rumore delle onde, la sensazione della sabbia sotto i piedi, le persone a fare jogging sulla battigia, quella coppia di ragazzi col proprio cane, il profilo delle palme all’orizzonte.
Santa Barbara è un paradiso affacciato sull’oceano dove la gente è felice, dove c’è il sole 300 giorni l’anno e dove puoi camminare sulla spiaggia sentendoti in pace col mondo intero.

sunset santa barbara

Photo by @piergiuliocaivano

6. La cordialità e la felicità dei californiani

In una settimana di viaggio itinerante lungo la West Coast ho visto tante persone felici, cordiali, sorridenti. Persone che non conoscevo ovviamente ma che per varie coincidenze mi è capitato di incrociare, mentre compravo un souvenir, perché mi sedevano accanto sul tram, perché ho chiesto loro un’informazione. L’espressione sul volto di una persona è universale, e queste persone erano felici e a loro volta mi facevano sentire felice.
E poi, la cordialità va a braccetto con la spontaneità. Mica capita spesso da noi di entrare in un negozio, ristorante o museo che sia e sentirsi domandare: “Are you fine?”. Sì, in tutte le città della California in cui sono stata mi sono sentita chiedere come stavo, bastava incrociare lo sguardo, dare il buongiorno e ricevere di nuovo un sorriso. E allora ti chiedi: come fa la gente lì a non vivere bene?

7. Il mercato centrale di Los Angeles

La ragione per la quale ho amato trovarmi al Grand Central Market, il mercato alimentare più antico di Los Angeles, ha una natura piuttosto particolare. Oltre all’interessante esperienza culinaria, che naturalmente consiglio a tutti voi, è proprio lì che si ambienta una delle mie scene preferite di City of AngelsAvete presente il film? La scena a cui mi riferisco è quella finale in cui un impressionante e bravissimo Nicholas Cage (mio attore preferito) entra nel mercato di LA nel reparto D9 LA CASA VERDE e inizia a mettere nel suo basket una pera dopo l’altra.
Se non avete visto il film o non ricordate la scena la trovate qui, giusto per farvi un’idea di ciò che ho scritto.

Grand Central Market LA

Photo by Edoardo Purgatori

8. Una serata sui tetti di Los Angeles

L’ultima sera a Los Angeles abbiamo partecipato a un rooftop party in una location da paura. La visuale e le luci della città dalla cima di quel grattacielo sono stati un bell’arrivederci alla Città degli Angeli. Se anche adesso ripenso a LA l’immagine che ho di lei è dall’alto, col suo skyline illuminato, proprio come quella serata. E’ così che mi piace ricordarla!

Rooftop party in LA

Photo by Giorgio Nardini

9. Il molo di Santa Monica

Il molo, la spiaggia, le onde, i surfisti, i gabbiani e la fine della mitica Route 66.
Sognavo di andare a Santa Monica da quando da ragazzina ascoltavo i Savage Garden e finalmente durante questo viaggio a Los Angeles sono riuscita a farci un salto, e ho pure canticchiato quella canzone degli anni 90 che ci stava proprio bene! 🙂

Santa Monica CA

10. Gli Universal Studios di Hollywood

La giornata agli Universal Studios di Hollywood è stata fighissima!
Ci siamo divertiti da matti, abbiamo fatto tutti i giochi possibili ed immaginabili. È stato come tornare bambini, e ogni tanto è bello e fa bene all’animo. Nel parco dei Simpson abbiamo mangiato i coloratissimi e burrosissimi donuts, dai Minions ci siamo fatti una foto bellerrima, dal gioco di Jurassic Park ne siamo usciti bagnati fradici, e quanto ridevamo!
Io adoro i parco giochi e trovarsi a quelli di Hollywood è stato il top, anche e soprattutto per la visita agli Studios. Una cinefila come me non poteva che apprezzare!

Minions

Photo by Marco Scomparin

 

Questo viaggio nella California del Nord è stato fantastico e il mio grazie più sincero va a Master Consulting FL e a Visit California che mi hanno scelta per il progetto #CaliforniaDreamBig.

Se dovessi aggiungere una 11^ cosa che ho amato di questa esperienza direi senz’altro i miei compagni di avventura. Come ha scritto Nunzia Cillo: “La cosa bella dei viaggi è anche questa: conoscere persone splendide e condividere un tratto di vita, che sia una settimana, un mese, un giorno non importa. Si condividono esperienze, sorrisi, abbracci che resteranno sempre“.

californiadreambig

 

 

10 cose della California del Nord che ho amato ultima modifica: 2015-04-02T06:30:08+00:00 da Francesca Turchi

NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi una mail quando c'è qualcosa di nuovo!

* indicates required

Prenota i biglietti per le migliori attrazioni del mondo

Lascia un Commento

4 comments

  1. Beh che dire frà… Già guardando le tue foto di quei gg e aver parlato con te quando eri la mi aveva dato emozioni e sensazioni bellissime… ma leggere il tuo post ed immaginare di vedere anche io quei luoghi con i tuoi occhi è davvero bellissimo, mi hai emozionata e trascinata in quei posti solo con il pensiero, e non te lo dico perché sei mia amica ma perché realmente questo è uno dei tuoi articoli più belli!! Forse perché la California era un sogno, forse perché te ne sei innamorata ma è davvero un post stupendo!!
    Brava amica mia..sono orgogliosa di te, continua così!

  2. Ecco, il viaggio dei miei sogni (non a caso l’hashtag #CaliforniaDreamBig…).
    Prima o poi riuscirò a farlo, intanto mi godo questo post e queste bellissime immagini con un pizzico d’invidia 😉
    Complimenti!
    Silvia

  3. Ciao Silvia, grazie per il tuo commento e per esser passata di qui! 😉