Cosa vedere a Venezia in un weekend

Quando ho deciso dove trascorrere un weekend insieme alla mia amica Sara la scelta è ricaduta su Venezia, città che avevo già visitato molti anni fa durante una gita scolastica. Di quella vacanza però ricordavo ben poco tranne qualche piccolo dettaglio: Piazza San Marco, un giro in gondola e la visita all’Isola di Murano. È stato bello andare alla riscoperta della città, perdersi tra le calli e visitare i luoghi più belli e imperdibili di Venezia.

Di seguito trovate una mini guida su cosa vedere a Venezia in un weekend e alcune curiosità che non tutti sanno.

Cosa vedere a Venezia: itinerario di un weekend

Cosa vedere a Venezia – 1° giorno

Sono partita in treno da Pisa (regionale Pisa-Firenze SMN) e poi Eurostar fino a Venezia Santa Lucia. Appena arrivate sono andata alle biglietterie lungo il Canal Grande e ho acquistato 3 biglietti singoli ciascuno dei quali consente di salire a bordo di un vaporetto su qualsiasi linea (escluse le linee Alilaguna, Clodia, Fusina) per la durata massima di 75 minuti. Perché questa scelta? Perché avevo pensato – e col senno di poi dico che ho fatto molto bene – che Venezia va girata a piedi e quindi il vaporetto si sarebbe reso necessario solo per raggiungere Lido la prima sera (Linea 1), fare Lido-Murano (Linea 51 fino a Fondamenta Nove + Linea 42 ) e poi raggiungere San Marco (Linea 5) prima di tornare in stazione.

È stato bello e rilassante perdersi tra le strade di Venezia, salire e scendere tutti i ponticelli e fare le foto in qua e là! Tappe imperdibili sono state il Ponte di Rialto, il mercato di Rialto (aperto tutti i giorni tranne la domenica), Piazza San Marco e le sue principali attrazioni: la basilica di San Marco (ingresso gratuito), il Campanile (ingresso a pagamento) e il Palazzo Ducale (ingresso a pagamento con visita alle prigioni passando dal Ponte dei Sospiri e ingresso al Museo Correr, al Museo Archeologico, alle Sale Monumentali e Biblioteca Marciana).

Photo © Francesca Turchi

Poi non ho potuto non soffermarmi ad ammirare le maschere veneziane e fare le foto con le dame veneziane. Se avete voglia di spendere 80 euro vi consiglio anche di fare un giro in gongola della durata di 30-40 minuti (max 6 persone).

Cosa vedere a Venezia – 2° giorno

Il secondo giorno a Venezia abbiamo preso il vaporetto per Murano, linea 51 da Lido in direzione Fondamenta Nove e poi lì abbiamo preso il vaporetto numero 42 (ma si può prendere anche il n° 41) per Murano.

Dato che io e Sara avevamo in programma di visitare una bottega del vetro a Murano siamo scese al molo di Colonna (la prima tappa tra le tante che fermano all’isola). Da lì, per raggiungere la vetreria si impiegano solo un paio di minuti a piedi e l’esperienza di assistere alla lavorazione del vetro è assolutamente imperdibile, e soprattutto gratuita.

Oltre alla vetreria Murano è molto bella da girare, lungo il suo canale, entrando nei suoi negozietti che vendono oggettistica in vetro rigorosamente realizzata a mano, fino ad arrivare al faro. 

burano
Photo © Francesca Turchi

Per ritornare a Venezia abbiamo preso il vaporetto Linea 5, che effettua un collegamento diretto tra l’isolotto e S. Zaccaria San Marco. In alternativa, per arrivare direttamente alla stazione dei treni da Murano, è possibile prendere il vaporetto Diretto Murano o le Linee 41 o 42 scendendo a Ferrovia.

Curiosità su Venezia che non tutti sanno

Oltre alle principali cose da vedere a Venezia, una visita nella Serenissima è interessante anche per scoprire i suoi angoli nascosti e alcune interessanti curiosità che non tutti sanno.

Ad esempio, sapevate che l’angelo che si trova in cima al Campanile di San Marco gira? Io l’ho scoperto mentre stavo visitando il Palazzo dei Dogi. Una guardia ad un certo punto si è rivolta ad un’altra dicendo: “E’ cambiato vento, l’angelo si è girato!”. A quell’affermazione sono subito andata a chiedere delucidazioni e mi è stato spiegato che l’angelo è rivolto verso il mare ma è posto sopra un piedistallo mobile che fa sì che la statua si muova col cambiare del vento.

Un’altra curiosità su Venezia riguarda la Torre dell’Orologio che si trova in Piazza San Marco. Questa torre segna l’ora attraverso il suo grande orologio, ma la sua particolarità riguarda i Mori di Venezia, due statue di bronzo, una raffigurante il moro vecchio e l’altra il moro giovane, poste in cima alla torre dove si trova una campana. Ad ogni ora la campana rintocca 2 volte: la prima volta, due minuti prima dell’ora esatta, il moro più vecchio fa suonare la campana; la seconda volta, all’ora esatta, è il moro giovare a dare i rintocchi. Il moro vecchio infatti rappresenta il tempo che è passato mentre il moro giovane il tempo che verrà.

Dove dormire a Venezia

Se cercate una sistemazione dove dormire a Venezia vi consiglio l’Hotel Biasutti situato a Lido di Venezia.: un bellissimo hotel 4 stelle in stile villa coloniale molto elegante e raffinato. Il mio soggiorno di una notte è stato davvero ottimo. La camera era grande e arredata con gusto, il letto comodissimo e la doccia spettacolare. Per non parlare del televisore dentro allo specchio (io e la mia amica Sara siamo rimaste a bocca aperta). Inoltre la colazione la mattina, servita in terrazza, ci ha regalato un ottimo buongiorno e ci ha preparate per la nostra visita alla scoperta di Venezia.

Disclaimer: all’interno di questo articolo trovate link affiliati a Booking.com. Questo significa che per gli acquisti effettuati tramite i miei link io ricevo una piccola commissione senza alcun costo aggiuntivo per voi. Travelstales.it non si ritiene direttamente responsabile per eventuali acquisti eseguiti senza leggere le condizioni d’uso del provider online.

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Francesca Turchihttps://www.travelstales.it/
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.

Commenti

  1. ciao francesca, mi serve un info… parto la settimana prossima per venezia arrivo all aeroporto marco poco… ti volevo chiedere siccome devo star solo una giornata e mezza quindi devo cercar di visitarla in quell arco di tempo, mi consigli di far qualche abbonamento per i vaporetti e i vari mezzi? E come mi sposto dalla aeroporto a venezia santa lucia? grazie mille dell info..sei sempre molto gentile a rispondere e mi trovo bene in giro per la città! :).. un ultima cosa meglio visitarla a piedi o c è bisogno di tanti mezzi? grazieee 🙂

    • Ciao Domenico, dall’aeroporto a Venezia esistono dei bus che portano fino a Piazzale Roma, vicino alla stazione di Santa Lucia. Per il vaporetto, io mi sentirei di sconsigliarti di fare il ticket che oggettivamente è costoso. Se però sei interessato a fare “l’esperienza” allora puoi prenderlo di fronte alla stazione e fare il giro completo fino a San Marco. Ma la passeggiata a piedi per le calli a mio avviso è più bella! L’unico mezzo che ti consiglio di usare semmai è la gondola per fare o un tour romantico o semplicemente attraversare il Canal Grande! Buona vacanza.

  2. Ciao Francesca! innanzitutto grazie per i post che mi avevi indicato!! ho visto i mori sull’orologio che altrimenti probabilmente non avrei notato!

    Tutto ciò che scrivi sui prezzi è confermato ancora adesso!
    Per quanto riguarda il giro in gondola, noi abbiamo speso 25€ ciascuno per un’oretta, partendo da Ca Frari. Il giovane gondoliere ha fatto anche da guida, rispondeva alle nostre domande, ha scattato per noi alcune foto…
    L’ospitalità dei veneziani rende il soggiorno ancora più piacevole, per strada si fermavano chiedendo se volevamo aiuto quando ogni tanto ci perdevamo nelle stradine!
    Noi abbiamo affittato un appartamento con cucina sempre a Ca Frari (tutto in regola), a 15 min da San Marco (a piedi ovviamente 😉 )e ci siamo trovati benissimo nonchè abbiamo risparmiato notevolmente cucinando qualcosa a casa che prendevamo nel supermercato vicinissimo! Venezia è un pò cara ma basta spostarsi dai luoghi principali per far abbassare i prezzi.

    Noi siamo stati lì nel periodo di Carnevale : per descrivere l’evento non ci sono parole, è qualcosa di unico, indimenticabile. Abbiamo comprato maschere e mantelli ai mercatini di Rialto dove anche i souvenirs costano qualcosina in meno!

    Ero stata a Venezia altre volte, ma non pernottando lì non l’avevo vissuta di sera…. beh, adesso posso dire che le luci di San Marco e i ponti al tramonto ….. (e mantelli neri fluttuanti tra le vie…)mi portano a consigliare di pernottare in città e non fuori….

    Abbiamo mangiato bene al bar “Toletta” ottimi tramezzini, e da assaggiare sono i dolci che si chiamano “fornarina”!

    A Palazzo Ducale abbiamo pagato solo 8€ a persona, agli studenti ricordo di portarsi qualche documento universitario visto che ci sono delle riduzioni molto convenienti. All’Accademia invece con 8€ siamo entrati in due!
    Non so dire però se questi prezzi vengono applicati solo per l’evento del Carnevale o altre ragioni.
    Una cosa un pò fastidiosa a mio parere, l’ho riscontrata nella Basilica di S.Marco dove all’interno per vedere alcune cose (come la pala dell’altare) ti chiedono 2/3€….anche salire sulla loggia dei cavalli comportava un altro biglietto da 5€…

    Tirando comunque le somme, Venezia è una città da visitare almeno una volta, e il Carnevale, un evento unico da vivere!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.