Giardino di Boboli e Grotta del Buontalenti a Firenze

Il Giardino di Boboli a Firenze è il grande parco storico situato dietro a Palazzo Pitti, nato nella metà del 500 come giardino privato dei Medici e oggi parco cittadino.

giardino di boboli
Photo © Francesca Turchi

L’accesso a Boboli si ha attraverso 3 ingressi: quello principale (dove si trovano le biglietterie) in Piazza Pitti e quelli al Forte di Belvedere e al piazzale di Porta Romana.

Il biglietto d’ingresso al Giardino di Boboli consente l’accesso all’intero parco, al Museo degli Argenti, al Museo delle Porcellane, alla Galleria del Costume e al Giardino Bardini.

Il biglietto intero costa 7€ e 3,50€ per i cittadini dell’Unione europea di età compresa tra 18 e 25 anni. Per i residenti nel Comune di Firenze, i minori di 18 anni e gli over 65 anni l’ingresso è gratuito. Ingresso gratuito la prima domenica del mese.

Orari del Giardino di Boboli a Firenze: aperto tutti i giorni dalle 8,15 – 16,30 nei mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio, fino alle 17,30 nel mese di marzo e Ottobre in coincidenza con il cambio da ora legale a ora solare, fino alle 18,30 nei mesi di aprile, maggio, settembre e ottobre e fino alle 19,30 nei mesi di giugno, luglio, agosto. L’ultimo ingresso è un’ora prima della chiusura (chiuso il primo e ultimo lunedì del mese, Capodanno, 1° maggio e Natale).

giardino boboli
Photo © Francesca Turchi

All’interno del Giardino di Boboli si trovano diverse opere d’arte, tra cui l’obelisco egizio (l’unico presente in Toscana) e la grande vasca in granito situati proprio all’interno dell’anfiteatro dietro a Palazzo Pitti. E ancora il bacino di Nettuno con la statua, la settecentesca Kaffeehaus in stile rococò in Toscana (oggi bar con vista panoramica), la Limonaia e il giardino del Cavaliere con il Museo delle Porcellane. Da qualsiasi ingresso si decida di accedere al giardino di Boboli è possibile seguire a piedi il lungo Viottolone o entrare nella Cerchiata o nei tantissimi viali e viottoli verdi che portano alla scoperta di fontane, laghetti, orticelli e statue.

L’opera più famosa di Boboli resta comunque la Grotta di Buontalenti, che si trova sul lato sinistro di Palazzo Pitti: dal cancello si può intravedere in lontananza, ma per entrare al suo interno è necessario visitare il Giardino di Boboli e attendere le ore 15.30 quando per soli 5 minuti la grotta viene aperta al pubblico.

grotta del buontalenti firenze
Photo © Francesca Turchi

La Grotta fu realizzata all’interno dei Giardini di Boboli alla fine del 1500 dal Buontalenti su incarico di Francesco I de’ Medici. Dall’esterno sembra quasi di avere davanti agli occhi una delle bizzarre opere di Gaudì.

La grotta è artificiale e composta da 3 stanze completamente realizzate con rocce, stalattiti, stalagmiti, spugne e conchiglie: una materia informe dalla quale fuoriescono figure antropomorfe e zoomorfe, per lo più pastori e animali, e statue. Agli angoli della prima stanza si trovano i famosi quattro Prigioni di Michelangelo, oggi sostituiti da copie: gli originali si trovano alla Galleria dell’Accademia a Firenze.

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Francesca Turchihttps://www.travelstales.it/
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.