Il Giardino di Boboli a Firenze è il grande parco storico situato dietro a Palazzo Pitti, nato nella metà del 500 come giardino privato dei Medici e oggi parco cittadino.

giardino di boboli
Photo © Francesca Turchi

L’accesso a Boboli si ha attraverso 3 ingressi: quello principale (dove si trovano le biglietterie) in Piazza Pitti e quelli al Forte di Belvedere e al piazzale di Porta Romana.

Il biglietto d’ingresso al Giardino di Boboli consente l’accesso all’intero parco, al Museo degli Argenti, al Museo delle Porcellane, alla Galleria del Costume e al Giardino Bardini.

Il biglietto intero costa 7€ e 3,50€ per i cittadini dell’Unione europea di età compresa tra 18 e 25 anni. Per i residenti nel Comune di Firenze, i minori di 18 anni e gli over 65 anni l’ingresso è gratuito. Ingresso gratuito la prima domenica del mese.

Orari del Giardino di Boboli a Firenze: aperto tutti i giorni dalle 8,15 – 16,30 nei mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio, fino alle 17,30 nel mese di marzo e Ottobre in coincidenza con il cambio da ora legale a ora solare, fino alle 18,30 nei mesi di aprile, maggio, settembre e ottobre e fino alle 19,30 nei mesi di giugno, luglio, agosto. L’ultimo ingresso è un’ora prima della chiusura (chiuso il primo e ultimo lunedì del mese, Capodanno, 1° maggio e Natale).

giardino boboli
Photo © Francesca Turchi

All’interno del Giardino di Boboli si trovano diverse opere d’arte, tra cui l’obelisco egizio (l’unico presente in Toscana) e la grande vasca in granito situati proprio all’interno dell’anfiteatro dietro a Palazzo Pitti. E ancora il bacino di Nettuno con la statua, la settecentesca Kaffeehaus in stile rococò in Toscana (oggi bar con vista panoramica), la Limonaia e il giardino del Cavaliere con il Museo delle Porcellane. Da qualsiasi ingresso si decida di accedere al giardino di Boboli è possibile seguire a piedi il lungo Viottolone o entrare nella Cerchiata o nei tantissimi viali e viottoli verdi che portano alla scoperta di fontane, laghetti, orticelli e statue.

L’opera più famosa di Boboli resta comunque la Grotta di Buontalenti, che si trova sul lato sinistro di Palazzo Pitti: dal cancello si può intravedere in lontananza, ma per entrare al suo interno è necessario visitare il Giardino di Boboli e attendere le ore 15.30 quando per soli 5 minuti la grotta viene aperta al pubblico.

grotta del buontalenti firenze
Photo © Francesca Turchi

La Grotta fu realizzata all’interno dei Giardini di Boboli alla fine del 1500 dal Buontalenti su incarico di Francesco I de’ Medici. Dall’esterno sembra quasi di avere davanti agli occhi una delle bizzarre opere di Gaudì.

La grotta è artificiale e composta da 3 stanze completamente realizzate con rocce, stalattiti, stalagmiti, spugne e conchiglie: una materia informe dalla quale fuoriescono figure antropomorfe e zoomorfe, per lo più pastori e animali, e statue. Agli angoli della prima stanza si trovano i famosi quattro Prigioni di Michelangelo, oggi sostituiti da copie: gli originali si trovano alla Galleria dell’Accademia a Firenze.

Giardino di Boboli e Grotta del Buontalenti a Firenze ultima modifica: 2013-03-29T12:43:01+02:00 da Francesca Turchi
Ti è piaciuto questo post? Condividilo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.