Colonnata, il borgo del lardo in Toscana

Colonnata è un minuscolo paese in Provincia di Massa Carrara in Toscana situato a 700 metri s.l.m., nel cuore delle Alpi Apuane. Antico paese di cavatori attivo nella produzione di marmo già in epoca romana, oggi Colonnata è abitata da meno di 400 persone ed è conosciuta in tutto il mondo per il suo Lardo di Colonnata IGP e per le cave di marmo, l’oro bianco.

Di seguito trovate un itinerario di cosa vedere a Colonnata con tanti consigli su come arrivare, cosa visitare e dove mangiare per trascorrere una giornata all’insegna del “bianco”.

Una giornata a Colonnata tra lardo e cave di marmo

Come arrivare a Colonnata

Colonnata si trova in Provincia di Massa Carrara e dista soli 7 km dal centro di Carrara. Il famoso borgo del lardo in Toscana è facilmente raggiungibile in auto:

  • Se arrivate da Nord: percorrete l’Autostrada del Sole A1 in direzione La Spezia – Parma, proseguite sull’autostrada A15 Cisa in direzione Livorno quindi sull’autostrada A12 uscendo a Carrara e proseguite in direzione Colonnata.
  • Se arrivate da Sud: percorrete l’Autostrada del Sole A1 in direzione Firenze, seguite verso Livorno sull’autostrada A11 e a Viareggio prendete in direzione Genova, proseguite sull’autostrada A12 uscendo a Carrara e proseguite in direzione Colonnata.
colonnata
Photo © Francesca Turchi

Cosa vedere a Colonnata

A Colonnata il tempo sembra essersi fermato. Basta entrare nel centro storico per restare ammaliati dal profumo di lardo che pervade le vie del borgo e per lasciarsi incantare dalle sue case in pietra, gli scorci pittoreschi, le viuzze, le piazzette e le cave di marmo che abbracciano il paesino conferendo un’atmosfera molto speciale a questo luogo.

colonnata
Photo © Francesca Turchi

Le cave di marmo

Il borgo di Colonnata, così come tutto il territorio tra Carrara e le Alpi Apuane, è conosciuto a livello mondiale per la produzione ed estrazione del marmo. Il marmo, l’oro bianco delle Apuane, vanta una storia che risale all’epoca romana quando l’attività estrattiva delle cave era finalizzata all’impiego del marmo da inviare a Roma in sostituzione ai più costosi marmi bianchi greci. Pensate che nel corso dei secoli artigiani e scultori sono venuti in queste cave alla ricerca del blocco di marmo perfetto. Fra questi Canova e Michelangelo, il quale si recò qui per scegliere il marmo bianco utilizzato per la statua del David.

colonnata
Photo © Francesca Turchi

Lardo di Colonnata IGP

Colonnata è conosciuta in tutto il mondo per il suo Lardo di Colonnata IGP. Si tratta di un prodotto gastronomico a indicazione geografica protetta: un salume dal colore bianco, ottenuto dalla carne del maiale, che deve la sua eccezionale bontà alla lunga stagionatura che avviene all’interno di conche di marmo (impiegato anche per conservare gli alimenti) come da tradizione tramandata dall’anno Mille.

lardo di colonnata
Photo © Francesca Turchi

Entrare in una larderia

Visitare Colonnata senza entrare in una larderia sarebbe come andare a Roma e non vedere il Colosseo o visitare Pisa e non ammirare la torre pendente. In questo piccolo borgo toscano si trovano numerose larderie che possono essere visitate e dove è possibile fare una degustazione di Lardo di Colonnata IGP. Tra le tante, vi consiglio di fare un salto da Mafalda, la più antica larderia di Colonnata che produce il lardo dal 1928 quando questo prodotto era solo il companatico povero dei cavatori che salivano in cava per giorni interi.

lardo di colonnata
Photo © Francesca Turchi
colonnata
Photo © Francesca Turchi

Monumento al Cavatore

Oltre alle caratteristiche stradine, agli edifici in pietra, alle larderie e alla vista sulle cave di marmo, una tappa immancabile a Colonnata è il Monumento al Cavatore (o Cristo del cavatore): una moderna scultura interamente realizzata in marmo bianco di Carrara dallo scultore Alberto Sparapani che celebra i morti sul lavoro per estrarre l’oro bianco.

colonnata
Photo © Francesca Turchi

Dove mangiare il lardo a Colonnata

Durante una visita a Colonnata non potete mancare di assaggiare il Lardo di Colonnata IGP. Mentre passeggerete per le vie del borgo, con quel profumo che aleggia nell’aria ad ogni angolo, la cosa più difficoltosa da fare sarà scegliere il posto dove mangiare il lardo. Ci sono tanti locali e ristoranti dove potete fermarvi a pranzo ma se accettate un consiglio ho due posticini da suggerirvi dove mangiare a Colonnata.

lardo di colonnata
Photo © Francesca Turchi

Il primo che vi consiglio, in assoluto il mio preferito in cui vado ogni volta che torno a Colonnata, è il Bar Merenderia Da Mario (Via Fossacava 27, Tel. 0583 758015). Il locale è molto accogliente e dispone di una sala interna e alcuni tavoli fuori per mangiare all’aperto. Oltre all’immancabile lardo qui si possono ordinare deliziosi taglieri di salumi e formaggi accompagnati da miele e marmellate di fichi, prodotti tipici della provincia di Massa Carrara, focacce ripiene e dessert.

Colonnata dove mangiare
Photo © Francesca Turchi

L’altro posto che vi consiglio dove mangiare a Colonnata si trova di fronte a Da Mario, in via Fossacava 11: sto parlando del Lardarium Lard Rock Café che già dal nome (a dir poco geniale!) ha da sempre attirato la mia simpatia. Anche questo locale è molto carino sia all’interno – dove si trovano due piccole sale con muri in pietra – sia all’esterno dove si trova un bel dehor con terrazza panoramica coperta. Qui si può ordinare il menù fisso a 15 euro che comprende antipasto, verdure, tagliere di salumi e formaggi accompagnati da marmellate, pasta fritta, acqua, vino, dolce e caffè.

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Francesca Turchihttps://www.travelstales.it/
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.