10 cose da vedere a Bologna

La Dotta, la Rossa, la Grassa: Bologna è una delle città più belle e culturalmente ricche di tutta Italia.

Il nomignolo della “Dotta” le è stato attribuito per la presenza di una delle Università più antiche d’Italia, la “Rossa” per il colore dei tetti delle case e la “Grassa” per la sua eccellente cucina famosa in tutto il mondo.

Se avete in programma di visitare Bologna, il capoluogo dell’Emilia-Romagna, di seguito trovate una guida delle 10 cose da fare e vedere a Bologna in 1, 2 o 3 giorni con tanti consigli sulle principali attrazioni, le gemme nascoste e alcuni luoghi insoliti tutti da scoprire.

Cosa vedere a Bologna: 10 cose da fare assolutamente

1. Piazza Maggiore a Bologna

Tra i luoghi di interesse e le principali cose da vedere a Bologna non può mancare Piazza Maggiore, la piazza più grande di Bologna nonché cuore e centro nevralgico della città. Su questa piazza si affacciano alcuni edifici simbolo della città tra cui la Basilica di San Petronio e i palazzi duecenteschi Palazzo d’Accursio, il Palazzo Comunale di Bologna, Palazzo Re Enzo e Palazzo del Podestà.

bologna piazza maggiore
Photo © Francesca Turchi

A fianco di Piazza Maggiore si trova un’altra piazza altrettanto famosa di Bologna: Piazza del Nettuno dove si trova la celebre fontana del Nettuno del Giambologna.

fontana del Nettuno bologna
Photo © Francesca Turchi

2. La Basilica di San Petronio a Bologna

San Petronio a Bologna è la chiesa gotica simbolo della città nonché la 6^ chiesa cristiana più grande d’Europa e la 4^ più grande d’Italia dopo San Pietro a Roma, il Duomo a Milano e il Duomo di Firenze. L’ingresso alla Basilica di San Petronio è gratuito e una visita al suo interno è assolutamente da non perdere.

San Petronio Bologna

3. La Torre degli Asinelli a Bologna

Tra i luoghi di interesse più importanti da vedere a Bologna, a due passi da Piazza Maggiore, non si possono non citare le due torri simbolo della città: la Torre degli Asinelli e la Garisenda.

La Torre degli Asinelli fu costruita tra il 1109 e il 1119 da Gerardo Asinelli con funzioni difensive. Con i suoi 97,20 metri di altezza questa torre è la più alta delle 180 torri medievali di Bologna (oggi ne restano solo 23). Costruita in selenite, la torre è formata da due tronchi di piramide larghi 9 metri al basamento, dove si trovavano le prigioni, per poi rastremare verso l’alto. Una curiosità è che a causa di un cedimento del terreno la Torre degli Asinelli pende di 2,23 metri.

Al suo fianco si erge la Garisenda, l’altra torre gentilizia di Bologna costruita tra l’XI e il XII secolo. Inizialmente alta 60 metri, fu “troncata” a 48 metri nella seconda metà del XIV secolo per il timore che crollasse a causa di un cedimento del terreno avvenuto durante la sua costruzione. La torre infatti pende di ben 3,22 metri.

Cosa vedere a Bologna

4. La finestrella in Via Piella

Avete mai sentito parlare della finestrella sul Reno? La finestrella in via Piella è una vera chicca e uno dei principali luoghi insoliti da vedere a Bologna. Si tratta di una piccola finestra situata sul canale delle Moline, uno dei tanti canali sotterranei di Bologna.

finestrella bologna
Photo © Francesca Turchi

5. Le Sette Chiese di Bologna

Tra i consigli su cosa vedere a Bologna non può mancare quello di visitare il Complesso delle Sette Chiese: uno dei luoghi più belli e affascinanti della città e uno dei luoghi più antichi di Bologna.

Si tratta del complesso di Santo Stefano che un tempo ospitava 7 edifici sacri dei quali oggi se ne sono conservati solamente 4. Questa Basilica Santuario è stata costruita sopra ad un tempio dedicato alla dea Iside ed è conosciuta come la Sancta Jerusalem in quanto avrebbe dovuto imitare il Santo Sepolcro di Gerusalemme. L’ingresso alle Sette Chiese è gratuito.

sette chiese bologna

6. L’Archiginnasio

Dietro alla Basilica di San Petronio, in Piazza Galvani, si trova l’Archiginnasio: la Biblioteca comunicale di Bologna nonché la biblioteca civica più importante d’Italia per la consistenza e il pregio del suo patrimonio.

Aperta nel 1801 per opera del Dipartimento del Reno, la biblioteca di Bologna raccoglie il patrimonio librario delle congregazioni religiose disciolte dai provvedimenti del periodo napoleonico (1797-1798) e dal Regno d’Italia (1866). Qui si trova anche il teatro anatomico, una sala dedicata allo studio dell’anatomia a forma di anfiteatro costruito su progetto di Antonio Levanti nel 1637.

7. La Chiesa di Santa Maria della Vita a Bologna

Un altro luogo da non perdere a Bologna è il Santuario di Santa Maria della Vita, situato in pieno centro storico. La Chiesa ospita un’opera di assoluto valore storico artistico: Il Compianto sul Cristo morto di Niccolò dell’Arca, un gruppo scultoreo di sette figure a grandezza naturale in terracotta.

8. I Portici di San Luca a Bologna

Durante un soggiorno a Bologna è assolutamente consigliato passeggiare sotto ai meravigliosi portici di Bologna, dichiarati Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 2021. Un ulteriore suggerimento è quello di raggiungere San Luca. Con una passeggiata a piedi di circa 2 km lungo il portico di via San Luca (partendo dall’Arco del Meloncello) si può arrivare in cima alla collina dove si trova il Santuario della Madonna di San Luca. Da lassù si ha una stupenda vista panoramica dall’alto di tutta la città di Bologna e dei colli bolognesi.

san luca bologna

9. Il Voltone del Podestà

Se siete alla ricerca di altri luoghi insoliti a Bologna non dovete mancare una visita al Voltone del Podestà situato sotto alla torre dell’Arengo, a due passi dalla Piazza Maggiore. Qui si trova un voltone che, grazie al suo particolare soffitto a volte, manifesta un fenomeno acustico davvero sorprendente. Leggete qui per saperne di più.

voltone del podestà bologna
Photo © Francesca Turchi

10. I luoghi della musica di Vasco e Lucio Dalla

A due passi dalle due Torri di Bologna si trovano altri luoghi simbolo di Bologna legati a grandi personaggi della musica italiana.

Uno di questi è il famoso Roxy Bar cantato da Vasco Rossi, situato in Via Rizzoli 9. L’altro è la stella di Lucio Dalla, realizzata in marmo bianco, che dal novembre 2012 si trova in via degli Orefici nel Quadrilatero di Bologna.

Sempre ricordando Lucio Dalla, se passate da Piazza dei Celestini e alzate lo sguardo verso il muro di quella che fu la sua abitazione potrete ammirare l’installazione L’ombra di Lucio dell’artista Mario Martinelli realizzata per rendere omaggio al cantante bolognese e al suo sax.

roxy bar bologna
Photo © Francesca Turchi
stella lucio dalla bologna
Photo © Francesca Turchi

Spero che questi consigli su cosa vedere a Bologna possano esservi utili durante il vostro prossimo viaggio alla scoperta del capoluogo dell’Emilia-Romagna.

Se questo articolo sulle 10 cose da fare e vedere a Bologna vi è piaciuto potreste essere interessati a leggere anche questi su Cosa e dove mangiare a Bologna, su Tour domenicali a Bologna con “Succede Solo A Bologna”, su Dozza, il borgo dei murales vicino Bologna oppure sul Villaggio della Salute Più: terme e relax vicino Bologna.

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Francesca Turchihttps://www.travelstales.it/
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.