5 suggerimenti per proteggere i tuoi dati mentre sei in viaggio

La frenesia e l’entusiasmo di riprendere a viaggiare scalpitano già da tempo: durante i due anni appena trascorsi abbiamo un po’ tutti stilato la nostra lista con i luoghi che avremmo voluto visitare una volta terminate le limitazioni dovute alla pandemia. Ora sembra finalmente arrivato il grande momento: zaino in spalla e valigie in mano perché si riparte. Secondo l’opinione degli esperti, sarà proprio questa fretta di riprendere i viaggi che ci porterà a trascurare degli aspetti importanti relativi alla nostra sicurezza informatica.

In effetti, tra la fretta di effettuare il check-in online e di rispondere alle ultime e-mail di lavoro, può facilmente sfuggire di mente la questione della sicurezza dei dati: dopotutto, cosa potrà mai succedere in vacanza? Purtroppo, hacker e malintenzionati del web sono sempre all’erta e quello dei viaggi è uno dei momenti più propensi per andare all’attacco, dato che si abbassa anche la percezione del rischio degli utenti.

Oltre ai potenziali rischi che vedremo ora bisogna sottolineare anche un pericolo che può rovinare molti viaggi, sia di lavoro che di svago: quello che vede i nostri dispositivi sottratti da qualche abile ladro. Al di là del valore intrinseco dei dispositivi rubati, i malintenzionati sono ben consapevoli del fatto che spesso nei PC, laptop e smartphone c’è ben altro a cui aspirare: l’accesso a siti, soprattutto di online banking, e tanti dati incluse fotografie dei nostri documenti che spesso salviamo per ogni evenienza.

Occhi aperti, quindi, in ogni momento: dall’attesa per l’imbarco fino a quando ci sistemiamo su treni, navi e aerei, mentre siamo in giro alla scoperta di una nuova città o ci rifocilliamo in un tipico bar o ristorante del posto. Anche in hotel valutiamo la possibilità di utilizzare una cassaforte in camera: la prudenza non è mai troppa.

Finalmente si parte!

Una volta organizzato il nostro viaggio e prima di partire è importante spendere qualche minuto di tempo per capire come proteggere al meglio i nostri dati e il nostro utilizzo della rete mentre siamo
fuori.

Ecco quindi qualche consiglio pratico che renderà le tue vacanze molto più serene e spensierate e, soprattutto, senza brutte sorprese.

  1. Una VPN è la difesa fondamentale quando sei in viaggio. Grazie al meccanismo di criptazione, le Virtual Private Network sono in grado di proteggere le tue informazioni sia nella fase di invio che di ricezione. Inoltre, le VPN coprono il tuo IP, tenendoti alla larga dagli sguardi troppo indiscreti dei furbetti della rete. Un altro vantaggio importante delle VPN quando sei all’estero è il blocco della localizzazione, per cui puoi accedere anche ai siti non accessibili dal Paese in cui ti trovi.
  2. Attenzione alle reti Wi-Fi: anche se praticamente in ogni luogo in cui entriamo è ormai disponibile una rete Wi-Fi pubblica di cui prontamente approfittiamo, le reti pubbliche e gratuite sono il nido preferito dei cyber criminali. La nostra protezione quando utilizziamo queste reti viene praticamente azzerata: oltre a evitare quindi di navigare in rete in questo modo, ricordiamoci di spegnere la funzione di attivazione automatica alla rete Wi-Fi del nostro dispositivo.
  3. Il bluetooth è un’altra corsia preferenziale per gli hacker che, ovviamente, non vogliono sentir parlare di vacanza: il crimine, anche online, è operativo 365 all’anno. Anche il bluetooth, come la rete Wi-Fi, è un canale privilegiato per trasferire malware. Una volta installati nel nostro dispositivo, i malware possono provocare danni davvero irrecuperabili. Spesso, purtroppo, ci accorgiamo della loro presenza quando ormai è troppo tardi.
  4. Quante volte ci è capitato di dimenticare a casa o nella valigia imbarcata il caricabatterie? Sicuramente almeno una volta, durante la quale abbiamo cercato di rimediare chiedendo un caricatore al nostro vicino di sedile. Anche questo comportamento andrebbe evitato: purtroppo è anche nelle prese USB che possono annidarsi dei malware, che vengono poi tranquillamente trasferiti sul tuo PC senza dover nemmeno utilizzare una rete Internet.
  5. Effettua il logout dai principali siti che utilizzi, sia dal tuo PC che dalle app. Anche se può essere snervante dover reinserire username e password per ogni sito, questa pratica ti aiuta a tenere lontani i curiosoni della rete, armati di intenzioni non proprio positive.

Nelle situazioni in cui pensi di non riuscire a tenere sotto controllo i tuoi dispositivi, non esitare a spegnerli: per quanto possano essere fondamentali, tenerli spenti il tempo necessario per arrivare in un ambiente più sicuro non comporterà danni più gravi di quelli provocati dagli attacchi informatici.

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Redazione
Redazione
Travel's Tales collabora con aziende, agenzie di comunicazione e brand per le più svariate campagne di comunicazioni digitale nel mondo dei viaggi offrendo ai lettori informazioni utili e sempre aggiornate. In questa sezione del blog sono raccolti anche i racconti condivisi da lettori, amici e altri blogger. Per saperne di più su possibili collaborazioni scrivi a [email protected]
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.