Come viaggiare in sicurezza ed evitare le truffe online

Il mondo dei viaggi online sembra essere diventato un vero e proprio terreno fertile per i truffatori e gli scammer digitali. Secondo il recente rapporto Safer Summer Holidays, un terzo delle persone che ha prenotato le proprie vacanze online avrebbe subito una truffa o un raggiro.

Questa tendenza in crescita è motivo di preoccupazione per molti addetti ai lavori e sottolinea l’importanza di adottare misure efficaci di sicurezza digitale per evitare le conseguenze più pericolose.

Una persona su tre è stata truffata durante la prenotazione o il viaggio: analisi e strategie di prevenzione

Truffe sui viaggi: una panoramica iniziale

Le truffe legate ai viaggi possono assumere tante forme diverse fra cui:

  • Siti web fraudolenti
  • Prenotazioni false
  • Richieste di pagamento fraudolente

Secondo il già citato rapporto, il 30% dei turisti ha subito una truffa online spesso basata sulla volontà degli utenti di risparmiare sulle prenotazioni. All’interno di questa percentuale statistica, il 34% avrebbe perso più di 1.000 dollari a causa dei raggiri, in moltissimi casi ben prima dell’inizio del viaggio.

Nella seguente tabella abbiamo riportato alcune delle cifre più interessanti riguardanti lo spinoso argomento delle truffe nel settore del turismo:

Tipologia di utentePercentuale
Persone truffate durante la prenotazione o il viaggio33%
Persone che hanno perso più di 1.000 $ a causa di truffe34%
Soggetti più preoccupati per la sicurezza digitale che per quella fisica durante le vacanze61%
Persone coinvolte che ammettono di essere meno attente alla sicurezza in vacanza48%

Comportamenti rischiosi durante le vacanze

L’ultima voce della tabella di cui sopra coglie probabilmente l’aspetto più interessante dal lato psicologico. Le vacanze sono viste come un momento di svago e piacere. Ciò significa che gli utenti sono mediamente più disposti a spendere cifre importanti rispetto ad altri beni e servizi – senza disdegnare possibilità di risparmio – e tendono ad abbassare la guardia durante la prenotazione delle vacanze e una volta arrivati a destinazione, quasi come si innescasse una diversa modalità di pensiero).

Di seguito vengono riportati i principali dati numerici che indicano i comportamenti più a rischio messi in atto dai turisti:

ComportamentoPercentuale
Utilizzo di reti Wi-Fi sospette22%
Utilizzo di porte USB gratis per ricaricare i propri device26%
Lasciare l’account Netflix collegato dopo il check-out17%
Non utilizzare una VPN durante le vacanze50%
Utilizzare una VPN solo per lo streaming di contenuti geo-specifici20%

L’importanza della sicurezza digitale nel settore dei viaggi

Come visto in precedenza, il 61% delle persone coinvolte dal sondaggio si dice più preoccupato per la sicurezza digitale rispetto a quella fisica durante le vacanze. Questo dato, insieme all’aumento delle truffe legate ai viaggi, evidenzia l’importanza di adottare misure di sicurezza digitale efficaci.

Inoltre, il report rivela una discrepanza tra le dichiarazioni e i comportamenti delle persone rispetto alla sicurezza online. Nonostante molti siano consapevoli dei rischi, il 48% dei soggetti intervistati ammette di essere meno attento alla sicurezza quando è in vacanza. Questo comportamento può mettere a rischio le informazioni personali e finanziarie, oltre ad aumentare la vulnerabilità alle truffe.

Strategie di prevenzione

Ecco alcune strategie per proteggersi dalle truffe legate ai viaggi:

  • Presta attenzione alle e-mail: queste comunicazioni virtuali possono contenere messaggi molto convincenti, magari con riferimenti alla vacanza o alla prenotazione, salvo poi rivelarsi attacchi di phishing. Verifica sempre l’autenticità del mittente prima di fare clic su qualsiasi link.
  • Installa antivirus affidabili: un buon software di protezione malware può bloccare diverse minacce online, compresi i siti di phishing.
  • Utilizza una VPN: le reti private virtuali possono proteggere i tuoi dati personali e bloccare l’accesso a siti web potenzialmente dannosi.
  • Controlla prima di prenotare: se devi confermare la prenotazione a un viaggio, assicurati di trovarti all’interno di un sito web affidabile. Cerca recensioni e verifica che il sito web sia sicuro, leggendo ad esempio le valutazioni su portali come Google Recensioni o TrustPilot.
  • Informati e tieniti aggiornato (senza dimenticarti dei tuoi familiari/cari): il 62% dei genitori ha affermato che i propri figli trascorrono molto tempo online durante il viaggio. È fondamentale formarsi e rimanere aggiornati per educare anche i propri cari sui rischi delle truffe legate al mondo dei viaggi.
  • Non abbassare la guardia: anche se il mood vacanziero impone relax e riposo, non bisogna dimenticare che la sicurezza di un viaggio comincia già dalla sua prenotazione.

Riassumendo quanto detto finora, è fondamentale essere consapevoli dei potenziali rischi legati alla prenotazione di viaggi online e adottare le misure necessarie per proteggersi anche una volta iniziate le vacanze. Con le dovute precauzioni e le giuste misure di sicurezza, è possibile navigare e prenotare in tutta tranquillità, garantendosi un viaggio senza problemi e delle ferie all’insegna del divertimento e del relax.

Foto di copertina – Credit depositphotos.com: Photo by Rawpixel

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Redazione
Redazione
Travel's Tales collabora con aziende, agenzie di comunicazione e brand per le più svariate campagne di comunicazioni digitale nel mondo dei viaggi offrendo ai lettori informazioni utili e sempre aggiornate. In questa sezione del blog sono raccolti anche i racconti condivisi da lettori, amici e altri blogger. Per saperne di più su possibili collaborazioni scrivi a [email protected].
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.

Commenti

  1. Buongiorno non ci sono soltanto truffe on line, ma anche nelle città ad esempio sono di ritorno da Parigi, città inquietante per me, caotica, sporca con toponi che gironzolano per i giardini pubblici e lungo la senna, ed antipatici, abbiamo preso un taxi, sappiamo come funziona perchè siamo viaggiatori incalliti, ci ha portato dalla defense hotel mercure alla tour eiffel, per prenderci più soldi, oltre che ho visto che manometteva il tachimetro ci ha portato in giro per circa 1 ora in realtà bastava poco meno di una mezz’ora e ci ha rubato esattamente 51 euro, la corsa a detta dei dipendenti dell’hotel a cui poi abbiamo raccontato l’accaduto al massimo poteva prenderci 25/30 euro, considerando che dall’aereoporto di Orly alla defense mercure a courbuaie abbiamo pagato 48 euro, ladri e maleducati, non prendete taxi a parigi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.