Visitare Ragusa Ibla, in Sicilia, coi consigli di Zuleima

22 dic Visitare Ragusa Ibla, in Sicilia, coi consigli di Zuleima

Oggi ospito con piacere un guest post di Zuleima.

Leggete e scoprite di cosa si tratta! ;)

L’Associazione Zuleima, nata tre anni fa, gestisce un Albergo Diffuso di B&B e case vacanza all’interno del borgo barocco di Ragusa Ibla, nella Sicilia sud-orientale. Ragusa Ibla oggi conta 2.500 abitanti, ma nel 1971 gli abitanti erano ben 11.000! Il graduale spopolamento che ha sfiorato quasi l’abbandono nel corso degli anni ‘70-‘80, è stato causato dal boom economico di quegli anni che ha portato alla costruzione di nuove case sull’altopiano antistante la collina su cui sorge Ibla, là dove oggi si trova, e continua ad espandersi, la città di Ragusa superiore, che si trova a 502 metri slm, ed ha più di 64.000 abitanti.

Solo nel corso del secolo scorso, e ancor di più dopo la nomina da parte dell’Unesco a Patrimonio dell’Umanità, avvenuta nel 2002 assieme alle città di Modica, Scicli, Palazzolo Acreide, Noto e Militello Val di Catania, Ragusa Ibla è rinata. Anche l’Università ha giocato un ruolo importante, ad Ibla infatti c’è la sede distaccata della Facoltà di Lingue orientali (l’arabo è molto studiato), di Giurisprudenza e fino all’anno scorso anche di Agraria, del polo di Catania. Indubbiamente anche la fiction televisiva del Commissario Montalbano, girata proprio a Ragusa Ibla e provincia, negli ultimi tre anni circa ha dato un’importante spinta al turismo, che l’amministrazione comunale non sarebbe riuscita a dare nemmeno in un ventennio!

La storia di Ragusa Ibla e Ragusa superiore, due città in una, è molto interessante; in teoria sono un’unica città, l’amministrazione comunale è una dal 1926, ma di fatto per i rispettivi abitanti sono due cose diverse. Eppure Ragusa superiore nasce da Ragusa Ibla che potrebbe quindi essere considerata il suo centro storico, ma guai a dire una cosa del genere!!Per i ragusani, Ibla è un piccolo paese a sé stante, topograficamente ben separato da Ragusa, che ha un suo centro storico, ma di certo non così antico come quello di Ibla, che nasce come villaggio di capanne nella protostoria!

Ibla infatti è il nome di una dea sicula, la dea della fertilità, dell’abbondanza: la dea madre. Ragusa superiore viene costruita per la prima volta soltanto dopo il terremoto del 1693, questa è la data che ben presto si memorizza visitando quest’angolo di Sicilia, perché quel terremoto ha distrutto quasi tutte le città del Val di Noto, ben poco rimase in piedi, ed ecco perché i monumenti che oggi vediamo sono tutti del XVIII secolo. Il barocco ibleo che caratterizza i Palazzi e le Chiese delle città della provincia ragusana è veramente sorprendente, bisogna ammirarlo con i propri occhi per poterlo veramente apprezzare!

Ragusa Ibla dista Km110 dall’aeroporto di Catania, Km90 da Siracusa, e km 24 dal mare, ecco allora che diventa un punto base e di partenza ideale per una visita del sud est siciliano. Dall’aeroporto di Catania, potete arrivare anche in pullman, sconsiglio vivamente, e purtroppo, i treni perché da queste parti c’è il monopolio dei pullman per il trasporto pubblico, quindi muoversi in treno potrebbe diventare troppo lungo e snervante!! Zuleima vi darà tutte le indicazioni necessarie prima del vostro arrivo, anche gli orari dei pullman, basta scriverci a info@zuleima.org.

Io e la mia collega Alice aiutiamo i nostri ospiti e i turisti di passaggio distribuendo gratuitamente la mappa del borgo, da noi elaborata, dando consigli su come muoversi e cosa vedere nei dintorni di Ragusa, e prenotando l’alloggio, oltre alle varie attività che proponiamo e che potete vedere nella sezione escursioni e attività del nostro sito www.zuleima.org

Zuleima, attraverso la sua sede operativa aperta al pubblico, gestisce un Albergo Diffuso che sfrutta strutture turistiche già esistenti, mettendole in rete, anziché crearne di nuove, e sostiene un tipo di turismo attento alle realtà locali, all’ambiente, ai rapporti umani tra chi ospita e chi è ospitato.

Veniteci a trovare!

Guest post di Chiara – Zuleima Staff

Perché non leggi anche...

Lascia un commento