Cosa vedere in Toscana in autunno: le Foreste Casentinesi

Per gli amanti del foliage, cioè il cambio del colore delle foglie, l’autunno è la stagione perfetta per organizzare viaggi e gite fuori porta per godere dell’incredibile spettacolo offerto della natura.

Tra la fine di settembre e la metà di novembre le foglie degli alberi cambiano colore e i boschi e le foreste si tingono di una palette infuocata di rossi, gialli, verdi e marroni regalando scenari unici.

In Italia sono tantissimi i luoghi dove poter ammirare i colori dell’autunno.

Uno dei posti più affascinanti dove vedere il foliage in Italia è senza dubbio il Casentino in Toscana, in provincia di Arezzo. Grazie alla sua ricchezza naturale e paesaggistica, il Parco delle Foreste Casentinesi in autunno si trasforma in un arcobaleno di colori infuocati che spazia tra le tonalità del giallo, dell’arancione e del rosso più intenso.

Se siete alla ricerca di spunti su cosa vedere in Toscana per ammirare la magia del cromatismo autunnale, il Casentino è tra i migliori posti dove vedere il foliage in Toscana.

Di seguito trovate 6 esperienze da fare in autunno nelle Foreste Casentinesi tra boschi secolari, santuari mistici e borghi incorniciati dai bellissimi colori delle foglie.

6 luoghi da vedere in autunno nelle Foreste Casentinesi

Cosa fare in autunno nel Casentino in Toscana – MAPPA

Di seguito trovate la mappa dell’itinerario di cosa vedere nel Casentino con tutti i luoghi da non perdere per vedere il foliage autunnale in questa suggestiva località della Toscana.

Le Foreste Casentinesi, le più colorate d’Italia

Le Foreste Casentinesi si trovano in Toscana, in provincia di Arezzo. Fanno parte del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e sono considerate tra le foreste più colorate d’Italia.

Adagiate sulle pendici dell’Appennino Tosco-Romagnolo, le Foreste Casentinesi vantano oltre 40 specie di alberi che ogni anno in autunno iniziano a tingersi di colori accesi che cangiano dal giallo al rosso e dal verde all’arancione creando un caleidoscopio incredibile di colori fiammeggianti.

I periodi migliori per ammirare il foliage nel Casentino sono le ultime due settimane di ottobre e le prime due di novembre quando la stagione dei colori caldi è al massimo livello di intensità.

Dal 2007 le faggete del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi sono entrate a far parte della lista del patrimonio mondiale dell’Unesco. I faggi presenti in questi boschi hanno oltre 500 anni di età e sono considerati tra i faggi più antichi d’Europa.

foreste casentinesi
Photo © Francesca Turchi

Poppi, uno dei Borghi più Belli d’Italia

Uno dei luoghi da vedere assolutamente durante una gita d’autunno nel Parco delle Foreste Casentinesi è Poppi, considerato uno dei Borghi più Belli d’Italia. Durante il foliage le foglie gialle dei tigli incorniciano in modo molto pittoresco il Castello di Poppi, principale attrazione del piccolo borgo medievale.

poppi
Photo © Francesca Turchi

La Comunità di Camaldoli

Nel cuore delle Foreste Casentinesi si trova Camaldoli, una comunità di eremiti e monaci benedettini fondata circa 1000 anni fa da San Romualdo.

Oggi qui è possibile visitare i due magnifici santuari (il Monastero e il Sacro Eremo di Camaldoli) e l’Antica Farmacia totalmente immersi in una foresta di abeti, aceri e faggi. I colori del foliage in autunno conferiscono grande fascino a questo luogo mistico.

eremo di camaldoli
Sacro Eremo di Camaldoli – Photo © Francesca Turchi
foreste casentinesi
Foreste Casentinese intorno al Monastero di Camaldoli – Photo © Francesca Turchi

Il Castagno Miraglia

Nei pressi di Camaldoli, in località Metaleto sempre all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, si trova il gigantesco Castagno Miraglia: un albero monumentale di 500 anni di età, 20 metri d’altezza e 4 metri di diametro alla base.

castagno miraglia camaldoli
Photo © Francesca Turchi

Il Santuario della Verna

Tra gli altri luoghi da vedere nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi c’è il santuario francescano della Verna. Arroccato su un’altura a 1100 metri sul livello del mare, il Santuario della Verna è immerso in una splendida foresta che in autunno vanta colori incredibili che vanno a rafforzare l’atmosfera di spiritualità e misticismo che caratterizzano questo luogo sacro.

Da non perdere durante la visita del complesso monumentale della Verna: il Santuario, la piazza che si affaccia sulle Foreste Casentinesi, il Sasso Spicco, il Corridoio con gli affreschi sulla vita di San Francesco che conduce alla Cappella delle Stimmate e la Cappella di S. Maria degli Angeli dove sono conservate le spoglie di Orlando Cattani, il conte casentinese che nel 1213 donò il monte a San Francesco.

la verna santuario
Photo © Francesca Turchi
foreste casentinesi
Photo © Francesca Turchi
santuario la verna
Photo © Francesca Turchi

Salire sul Monte Penna

Per osservare al meglio il foliage autunnale in questa suggestiva località della Toscana è consigliabile arrivare sulla cima del Monte Penna che domina la Foresta della Lama.

La vetta è raggiungibile attraverso il Passo dei Fagnacci partendo da Camaldoli. Un altro sentiero che può essere percorso è quello che parte dalla Verna. Dopo aver visitato il Santuario è infatti possibile raggiungere a piedi il Monte Penna seguendo un sentiero che si snoda dentro la foresta. L’escursione è facile, con dislivello minimo, e consente di attraversare due boschi monumentali magnifici: il Bosco delle Fate e il Bosco della Ghiacciaia.

Foreste Casentinesi

Dove dormire nelle Foreste Casentinesi

Esistono molti alberghi di montagna dove soggiornare nel Parco delle Foreste Casentinesi. Tuttavia se siete in cerca di un tipico rifugio nel Casentino vi consiglio di dormire al Rifugio Casanova, il leggendario albergo rifugio immerso nella foresta secolare tra La Verna e Camaldoli.

Il Rifugio Casanova offre un ambiente rustico e accogliente con camere dotate di letti a castello o matrimoniali con bagno privato, un ristorante con cucina tipica toscana e la possibilità di fare escursioni nella foresta, passeggiate in mezzo alla natura, acqua trekking con bagno nei fiumi in estate, ciaspolate in inverno e perfino safari in notturna per l’avvistamento dei cervi.

Albergo Rifugio Casanova
​Via Casanova 3, 52010 Badia Prataglia, Poppi (Arezzo)
Per info e prezzi: cliccate qui

rifugio nel casentino
Photo © Francesca Turchi

Come raggiungere le Foreste Casentinesi

Il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi è facilmente raggiungibile sia in treno sia in automobile.

In Toscana le Foreste Casentinesi sono raggiungibili in treno dalle stazioni di Bibbiena, Poppi, Pratovecchio e Stia nel versante Casentinese e dalla Stazione di Pontassieve e Contea-Londa nel versante Mugellano.

Per chi arriva in auto, il Parco è raggiungibile con la A1 (Milano-Roma) uscendo al casello di Arezzo.

Tuttavia, a mio parere, il miglior modo per raggiungere le Foreste Casentinesi è quello di percorrere il Passo della Consuma: un valico che collega il Valdarno Superiore al Casentino. Viaggiare lungo questa strada (la Statale 70) è un viaggio dentro al viaggio tra tornanti che si snodano tra abeti e faggi circondati da uno scenario montano che durante il foliage assume colori e atmosfere assolutamente magiche.

passo della consuma
Photo © Francesca Turchi

Spero che questa guida sui luoghi da vedere in autunno nelle Foreste Casentinesi vi sia piaciuto e vi abbia invogliato a scoprire questa meravigliosa località della Toscana, perfetta da visitare nel periodo del foliage.

Inoltre se questo articolo sulla esperienze da fare in autunno in Toscana vi ha incuriosito potreste essere interessati a leggere anche questi articoli su 4 viaggi in Europa per vedere il foliage, su Cosa vedere in Val d’Orcia in due giorni, su 3 borghi da vedere in Maremma Toscana oppure le mie guide su cosa vedere in Toscana.

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Francesca Turchihttps://www.travelstales.it/
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.