Quella volta che ho dormito in un rifugio nel Casentino

Con l’arrivo dell’autunno ne ho approfittato per trascorrere alcuni weekend in montagna in Toscana. Primo tra tutti è stato il soggiorno nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi che in questo periodo dell’anno si tinge di una palette di colori incredibili che vanno dal giallo all’arancione al rosso infuocato.

È proprio in questa occasione che ho aggiunto un altro alloggio insolito alla lista di hotel particolari dove ho dormito durante i miei viaggi. In questo articolo vi racconto di quella volta che ho dormito in un rifugio nelle Foreste Casentinesi, in provincia di Arezzo.

Dormire nei rifugi di montagna in Toscana

Il rifugio di montagna per un escursionista è come il faro per un marinaio: un punto d’approdo sicuro e di ristoro.

Per chi come me ama la montagna e adora l’autunno, un soggiorno in un rifugio nelle Foreste Casentinesi nel periodo del foliage è una combo a dir poco perfetta. Forse i comfort dei rifugi di montagna non sono quelli degli hotel di lusso ma questa esperienza offre una serie di attività ed escursioni a contatto con la natura che non ha prezzo.

Nel Parco delle Foreste Casentinesi si trovano molti alberghi di montagna dove poter alloggiare ma se siete in cerca di un tipico rifugio nel Casentino il mio consiglio per voi è quello di dormire all’Albergo Rifugio Casanova.

Rifugio Foreste Casentinesi: dormire al Rifugio Casanova

Il Rifugio Casanova nel Casentino è il leggendario albergo rifugio immerso nella foresta secolare tra La Verna e Camaldoli, nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

Nato come Podere Casanova, successivamente trasformato in una struttura vacanziera nel dopoguerra e rimasto inattivo per anni, nel 2011 il rifugio ha riaperto al pubblico completamente ristrutturato grazie a una Cooperativa Sociale e oggi è considerato uno dei rifugi più belli in Toscana.

L’albergo è situato in località Badia Prataglia a Poppi, in provincia di Arezzo, e da sempre è un punto di riferimento per escursionisti e visitatori che giungono in questa zona della Toscana per immergersi nell’incanto del Parco delle Foreste Casentinesi, specialmente durante il foliage autunnale.

Foreste Casentinesi

Rispetto al passato, oggi le camerate non esistono più.

Il Rifugio Casanova attualmente dispone di accoglienti camere da 2 a 6 posti per un totale di 52 posti letto. In base alle esigenze di chi sceglie di dormire in rifugio alcune camere sono doppie con letti a castello mentre altre sono camere matrimoniali dotate di balcone.

rifugio foreste casentinesi
La mia camera con letti a castello – Photo © Francesca Turchi

Il suo fiore all’occhiello è la presenza del bagno privato in ogni camera. Potremmo definirlo un rifugio “extra lusso” se si considera che solitamente i rifugi di montagna offrono bagni in comune con lavabi, wc e docce di cui comunque l’albergo rifugio Casanova dispone.

rifugio foreste casentinesi
Photo © Francesca Turchi
rifugio foreste casentinesi
Photo © Francesca Turchi
rifugio foreste casentinesi
Photo © Francesca Turchi

Il Rifugio Casanova nel Casentino offre un ambiente interno rustico e accogliente con spazi attrezzati per attività didattiche, di laboratorio e divulgazione, un’accogliente bar con sala lettura e TV e una sala ristorante dove vengono serviti la colazione al mattino e la cena a base di piatti della tradizione toscana.

Esternamente, la meraviglia delle Foreste Casentinesi. Il paesaggio tutt’intorno alla struttura regala una vista mozzafiato sulle montagne e sui boschi circostanti.

foreste casentinesi
Photo © Francesca Turchi

Inoltre il Rifugio Casanova propone pacchetti weekend e mette a disposizione di tutti (clienti della struttura e non) la possibilità di prenotare escursioni e trekking organizzati.

Il calendario annuale degli eventi è molto ricco e varia in base alle stagioni:

  • Trekking nel Parco del Nazionale del Casentino (tutto l’anno)
  • Escursioni nella foresta alla ricerca di un animale leggendario: il lupo (tutto l’anno)
  • Visite all’Eremo di Camaldoli e La Verna (tutto l’anno)
  • Foliage nella Foresta Rossa (in autunno)
  • Il bramito dei cervi (in autunno)
  • Safari in notturna per l’avvistamento di daini, cervi, cinghiali, volpi, lepri e ghiri (in autunno)
  • Escursioni nella neve e ciaspole (in inverno)
  • Acqua trekking con bagno nei fiumi (in estate)

Dopo la mia esperienza posso affermare che il Rifugio Casanova non è solo uno dei migliori rifugi nelle Foreste Casentinesi ma è il rifugio di montagna perfetto in Toscana, specialmente per chi desidera visitare il Casentino in autunno e praticare attività a stretto contatto con la natura.

Albergo Rifugio Casanova
Rifugio Foreste Casentinesi
Via Casanova 3, 52010 Badia Prataglia, Poppi (Arezzo)
www.rifugionelcasentino.it

Questo articolo è stato scritto grazie all’ospitalità del Rifugio Casanova ed è frutto della mia esperienza personale. Nessuno mi ha pagata per scriverlo.

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Francesca Turchihttps://www.travelstales.it/
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.