Cosa e dove mangiare a Vienna

Cosa mangiare a Vienna? Quali sono i piatti tipici da assaggiare assolutamente nella capitale austriaca? E soprattutto dove mangiare a Vienna?

In questo articolo trovate tanti consigli, informazioni utili sui piatti tipici viennesi e alcuni indirizzi che ho testato personalmente su dove andare per assaggiarli durante il vostro prossimo viaggio in Austria.

Dove e cosa mangiare a Vienna: i miei consigli

Dove mangiare a Vienna a colazione

Partiamo subito col dove fare colazione a Vienna: durante il mio viaggio a Vienna ho scoperto, con piacere per me e il mio portafogli, la catena di pasticcerie Ströck, economica, ben rifornita di pezzi dolci e salati con sedi aperte tutti i giorni dalle 6 alle 21.
Quasi tutte le mattine ho fatto colazione con caffè espresso e un bombolone ripieno alla marmellata spendendo circa 2,50 euro all’interno della stazione della metropolitana di West Bahnhof. Il bello dei negozi Ströck è che su circa 60 sedi, una decina si trovano all’interno delle principali metropolitane di Vienna.

mangiare a Vienna
Photo © Francesca Turchi

Cosa mangiare a Vienna: la wiener schnitzel

La Wienerwald, invece, è la catena viennese per eccellenza e le sue wiener schnitzel, ovvero le nostre tipiche cotolette impanate e fritte, sono davvero enormi, sottili e tenerissime! I prezzi sono abbordabili e le sedi nel centro di Vienna sono una decina.

Altro posto dove poter mangiare un’ottima schnitzel, a prezzi un po’ più alti ma in un ambiente assolutamente da scoprire, è la cittadina di Grinzing, famosa per i suoi heurigen, ovvero le tipiche osterie viennesi. Io ho cenato nell’Heuriger Weingot Reinprecht mangiando una bella schnitzel, una birra e un buonissimo strudel di mele, con tanto di violinista e un suonatore di fisarmonica che suonavano attorno ai tavoli.

wiener schnitzel
Photo © Francesca Turchi

Cosa mangiare a Vienna: kasekrainer e pretzel

Altre specialità della cucina viennese sono le kasekrainer, ovvero un panino con dentro un wurstel ripieno al formaggio (solitamente si acquistano presso i tipici chioschi che si trovano per la strada), e i pretzel, di vari tipi: dolci – al marzapane, alla cannella, alla cioccolata, etc. – e salati – classico, alla pizza, al sesamo, etc.

Cosa mangiare a Vienna: la cioccolata

Gli amanti dei dolci e della cioccolata non possono non entrare nel famoso negozio di cioccolato Manner, accanto alla piazza del Duomo di Santo Stefano, nel centro di Vienna. Qui è possibile acquistare, a prezzi non eccessivi, tanti prodotti della gamma Manner tra cui i famosi wafer e le palle di Mozart.

Dove bere a Vienna dell’ottima birra

Altro posto molto carino dove mangiare a Vienna, e soprattutto economico, è il birrificio 7 Stern Brau a Spittelberg, famoso per le sue “7 birre”. Un pranzo a base di schnitzel, patate e birra costa meno di 10 euro.

Cosa mangiare a Vienna: il gulash

Se vi piace il gulash, a Vienna vi è un posto che si chiama GulaschMuseum. Il nome potrebbe trarre in inganno: non si tratta infatti di un museo ma un ristorante che propone un menù sostanzialmente a base di gulash. Il posto è molto carino e i prezzi sono modesti (circa 15 euro per un piatto unico). Vi do un unico consiglio: prenotate, il posto è piccolo e molto frequentato.

Gulash
Photo © Francesca Turchi

Mangiare al mercato di Vienna

Per assaporare appieno lo spirito del mercato viennese invece consiglio di andare al NaschMarkt, il mercato ortofrutticolo di Vienna, proprio di fronte alla Secessione. Qui è possibile acquistare vari tipi di cibo, tra cui frutta, verdura, spezie, carne, pesce e molto altro ancora, da mangiar subito o da portar via.

Cosa mangiare a Vienna: la Sacher Torte

Dulcis in fundo, durante un viaggio a Vienna non si può non mangiare il simbolo della città, ovvero la Sacher Torte. Quella originale ovviamente! Prima di partire per Vienna mi ero informata sulla storia della famiglia Sacher e della sua rivale storica, la pasticceria Demel, a due passi dalla Hofburg.

sacher torte
Photo © Francesca Turchi

Personalmente ho scelto di assaggiare la torta Sacher all’Hotel Café Sacher, a poche centinaia di metri dal Duomo di Santo Stefano: ottima, con un filo di marmellata alle albicocche al suo interno – come prevede la ricetta originale – e decorata con la panna (anche la Demel però so essere molto buona).

Spero che questo articolo su cosa mangiare a Vienna e tutti gli indirizzi citati vi siano utili per il vostro prossimo viaggio nella capitale austriaca. Quali di questi piatti tipici avete già assaggiato o vi piacerebbe provare? Fatemi sapere nei commenti.

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Francesca Turchihttps://www.travelstales.it/
Francesca Turchi è una travel blogger dal 2009 e da oltre 15 anni si occupa di comunicazione e creazione di contenuti per il web. Francesca è la fondatrice e la proprietaria di travelstales.it, uno dei blog di viaggi più seguiti in Italia. Francesca è una viaggiatrice esperta che ama saltare da una capitale europea all’altra, ha un debole per gli Stati Uniti e da quando ha visitato il Giappone si è follemente innamorata dell’Oriente. Francesca ad oggi ha visitato 29 Stati in tutto il mondo.

Commenti

  1. CIAO,
    La mitica Sacher torte, quella originale, si puo mangiare anche a Innsbruck, di fronte alla Hofburg. Poi, non si puo piu dimenticare, tutte la altre torte sacher sparse nel mondo diventano subito ridicole. Provare assolutamente, a Vienna/INNSBRUCK.

    • Hai assolutamente ragione Daniela. Io ho assaggiato la Sacher Torte sia a Vienna che a Innsbruck che a Salisburgo. Queste sono 3 delle 4 sedi della Sacher, la 4^ a Graz mi manca. Che bontà quella torta, ovviamente da gustare con la panna 🙂

  2. Noi abbiamo gustato la Sacher alla pasticceria Oberlaa (Neuer Markt 16).
    Avevo trovato dei commenti positivi in rete ed infatti confermo, ottima, 3.90 euro a fetta seduti al tavolino, cioè stesso prezzo che per l’asporto, cosa che in Italia ce la possiamo sognare, se ti siedi paghi minimo il doppio, infatti quando hanno visto la nostra faccia stupita, i camerieri hanno s