Viaggio al Lago di Como e a Cremona

Non ne potevo più. Venivo da un anno lavorativo davvero intenso e al tempo stesso stressante che una vacanza con la “V” maiuscola era proprio quello che mi serviva. Un soggiorno in un territorio che sinceramente non pensavo potesse offrire così tanto sia da un punto di vista artistico che paesaggistico. Sono rimasto completamente estasiato. Dico lo verità, ero scettico, ma grazie al mio amico Alessandro che tanto mi ha raccomandato questo itinerario, alla fine ho deciso di visitare in toto tutta la provincia di Como e quella di Cremona, ovviamente capoluoghi inclusi.

Io e la mia dolce metà, Stefania, abbiamo considerato un itinerario di massima che potesse toccare alcuni luoghi di cui avevo sentito già parlare, ma vi assicuro che di location e di attrazioni turistiche lungo la strada ne ho trovate tantissime.

Nel primo giorno abbiamo deciso di visitare la città di Como. Un qualcosa di straordinario anche e soprattutto grazie alla cornice paesaggistica che il lago di Como riesce ad offrire. Di vedute straordinarie nella città ce ne sono a bizzeffe e per fortuna siamo riusciti a goderne di quasi tutte come quella da sopra il Castel Baradello oppure quella da punta Geno. Ovviamente, anche di monumenti straordinari ce ne sono e come. Personalmente sono rimasto estasiato dall’armonia e dalla maestosità della Piazza del Duomo dove tra l’altro si erge il bellissimo Municipio antico della città e che qui chiamano Bortoletto. Inoltre, ci è piaciuto tantissimo fare un giro a piedi tra i vicoletti della parte medievale di Como sbucando poi nella piazza San Fedele.

Grazie a Stefania, il secondo giorno abbiamo deciso di costeggiare con la macchina, per quanto sia reso possibile dalla strada, il Lago di Como. È stato qualcosa di unico e tra l’altro abbiamo visitato un bellissimo e caratteristico borgo, Careno. Anche questa è una tappa da non perdere.

Dopo tre splendidi giorni a Como e tra le bellezze del Lago, ci siamo spostati in direzione sud ed in particolare a Cremona. Ovviamente abbiamo pernottato in un albergo di Cremona perché comunque Como dista circa 150 km e la mia doveva essere una vacanza rilassante e non stressante. Cremona è indescrivibile soprattutto da un punto di vista artistico e storico. Sono rimasto davvero impressionato positivamente, soprattutto dal centro storico con il bellissimo e caratteristico Palazzo Comunale, dal Duomo con annesso Battistero e campanile, il Torrazzo, che – non sapevo – è un po’ il simbolo della città.

Un consiglio, se doveste anche voi optare per un soggiorno a Cremona, mi raccomando non dimenticatevi di comprare il torrone che fanno gli artigiani del posto, davvero ottimo. Inoltre, Cremona ha ben visibile i segni di tutte le varie epoche passate, mixando il tutto in una atmosfera davvero sorprendente e rilassante soprattutto nelle ore serali.

Anche qui dopo un paio di giorni trascorsi all’interno della città con la nostra auto abbiamo visitato un po’ la provincia di Cremona che oltre ad offrire paesaggi straordinari, è piena di parchi naturali costeggiati dal grande fiume Po e di alcuni borghi dalle risorse davvero insospettabili e sorprendenti. In particolare sono e siamo rimasti colpiti dalla Rocca Viscontea di Pandino e dalla Rocca Sforzesca di Soncino. Molto interessante è stato poter rapportare le differenze tra due delle più potenti famiglie del passato non solo di Cremona, ma di tutta la Lombardia.

Purtroppo, come tutte le cose belle questa vacanza ha avuto il grande difetto di essere stata troppo corta. Per fortuna che ho ricaricato le batterie per un nuovo anno di lavoro!

Guest post

Viaggio al Lago di Como e a Cremona ultima modifica: 2012-10-10T23:20:10+00:00 da Guest Post

NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi una mail quando c'è qualcosa di nuovo!

* indicates required

Prenota i biglietti per le migliori attrazioni del mondo

Lascia un Commento