6 alloggi tipici e insoliti dove dormire in Giappone

Nella patria indiscussa delle stranezze e delle cose bizzarre, anche gli hotel in Giappone non potevano essere da meno. Dai Business hotel ad alcune tipologie di sistemazione più autentiche, esistono infatti vari tipi di strutture dove trascorrere la notte durante un viaggio nel Paese del Sol Levante.

Curiosi di scoprire gli alloggi più tipici e insoliti dove dormire in Giappone?

Di seguito ho raccolto per voi 6 tipi di alberghi giapponesi dove passare almeno una notte. Trovate sei tipologie di hotel unici e davvero particolari, tutti diversi tra loro: in questo modo potrete scegliere la soluzione migliore in base al tipo di esperienza che desiderate vivere e al budget a vostra disposizione.

Hotel in Giappone: 6 tipi di alloggi dove dormire

Ryokan: il tradizionale albergo del Giappone

ingresso di un ryokan una delle tipologie di hotel in giappone

I ryokan sono gli hotel in stile giapponese. Si tratta di locande tradizionali con stanze con tatami dove si entra rigorosamente scalzi e dove si può dormire su un futon. I veri ryokan includono alcuni servizi tradizionali come indossare lo yukata, ossia l’abito da indossare nelle zone comuni, fare il bagno nelle onsen (i bagni termali), fare la cena kaiseki e la colazione giapponese. Dormire in un ryokan è un’esperienza assolutamente da provare quando si visita il Paese del Sol Levante in quanto offre una totale immersione nella cultura giapponese.

Capsule Hotel: gli hotel capsula in Giappone

capsule hotel in una libreria una delle tipologie di hotel in giappone
Io in un capsule hotel in una libreria – Photo © Francesca Turchi

capsule hotel sono una tipologia bizzarra di alloggio in cui si dorme all’interno di un loculo. In Giappone sono famosi dalla fine degli anni ’70 e sono fortemente legati alla cultura giapponese moderna. Ne esistono di varie tipologie: da quelli situati vicino agli aeroporti, nati come soluzione low cost per un pernotto tra un volo e l’altro, ai capsule hotel di lusso con tutti i comfort. Tra i servizi disponibili solitamente si trovano l’accesso a bagni condivisi e docce, i distributori di bevande e snack, la cassaforte e i Coin Lockers dove lasciare i bagagli ingombranti.

Minshuku: i B&B giapponesi

irori Magoemon shirakawago
Photo © Francesca Turchi

Tra i vari tipi di alberghi in Giappone troviamo anche i minshuku. Potremmo definirli dei piccoli bed and breakfast a conduzione familiare: l’ideale per chi desidera vivere la quotidianità e lo stile di vita giapponese insieme alla famiglia ospitante. I minshuku, infatti, consentono agli ospiti di cenare e fare colazione tutti insieme e offrono un’esperienza autentica della vita locale. È difficile trovali nelle grandi città come Tokyo o Osaka, piuttosto nei piccoli villaggi rurali.

Shukubo: il tempio buddista

tempio buddista una delle tipologie di hotel in giappone
Photo © Francesca Turchi

In Giappone, più precisamente sul Monte Koya, esiste addirittura la possibilità di dormire in un tempio gestito da monaci Shingon. Un modo più umile di sperimentare l’ospitalità giapponese e allo stesso tempo un’esperienza unica per immergersi nella cultura buddista. L’esperienza non si limita infatti a dormire nello shukubo ma consente di mangiare i pasti vegani dei monaci e prendere parte a meditazioni e/o cerimonie mattutine.

  • Prezzo: il costo per una notte in uno shukubo è di circa 10.000 yen a persona, comprensivo di cena e colazione vegana.
  • Prenotazioni: i siti migliori dove prenotare sono Japan Guest House e Agoda ma anche Booking.
  • Il mio consiglio per voi: Koyasan Onsen Fukuchiin.

Love Hotel, gli hotel dell’amore

love hotel una delle tipologie di hotel in giappone
Photo © Francesca Turchi

I Love Hotel sono gli alberghi giapponesi perfetti per una fuga romantica. I cosiddetti “alberghi dell’amore” per soli adulti sono degli hotel a tema progettati per coppie con stanze decorate in modo stravagante e kit romantici. Solitamente sono alberghi a ore ma spesso comprendono anche tutto il necessario per pernottare.

Internet-manga café

internet cafe una delle tipologie di hotel in giappone
Photo Credits: 663highland via commons.wikimedia.org – Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)

Concludiamo con gli internet manga cafè, dei locali aperti 24 ore su 24 che offrono postazioni internet e manga da leggere in cui è possibile dormire spendendo poco. Più economici dei capsule hotel, sono una soluzione economica per chi viaggia in Giappone con un budget limitato e non necessita di molti comfort. Si può scegliere tra varie tipologie di box: aperto, privato, con sedile reclinabile, con letto singolo o letto doppio, etc. I servizi disponibili sono pressappoco i medesimi dei capsule hotel.

  • Prezzo: dai 1000 Yen ai 3500 Yen. Il costo dipende dal numero di ore di utilizzo del proprio box e dal tipo di stanza scelta.
  • Il mio consiglio per voi: Media Cafe Popeye Shijo Kawaramachi a Kyoto.

Spero che questo articolo sulle varie tipologie di Hotel in Giappone vi sia piaciuto e possa esservi utile nella scelta della miglior soluzione per il vostro soggiorno in Sol Levante.

Disclaimer: all’interno di questo articolo trovate link affiliati. Questo significa che per gli acquisti effettuati tramite i miei link io ricevo una piccola commissione senza alcun costo aggiuntivo per voi. Così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie! ♥

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Francesca Turchihttps://www.travelstales.it/
Francesca Turchi è una travel blogger dal 2009 e da oltre 15 anni si occupa di comunicazione e creazione di contenuti per il web. Francesca è la fondatrice e la proprietaria di travelstales.it, uno dei blog di viaggi più seguiti in Italia. Francesca è una viaggiatrice esperta che ama saltare da una capitale europea all’altra, ha un debole per gli Stati Uniti e da quando ha visitato il Giappone si è follemente innamorata dell’Oriente. Francesca ad oggi ha visitato 29 Stati in tutto il mondo.