Se la frenesia dello shopping chiama, Bangkok risponde. Perché a Bangkok la parola d’ordine magica per entrare nel paradiso degli acquisti è comprare.

Uno dei mercati più famosi di Bangkok è il mercato galleggiante di Damnoen Saduak, ma è parecchio distante dalla città (circa un’ora e mezza di strada) ed eccessivamente preso di mira dai turisti.

Mercato galleggiante Bangkok

Quando la notte adombra la città, è tempo invece del mercato notturno di Patpong, dove ammicca il proibito. E’ qui, a poca distanza dalla zona a luci rosse di Bangkok, che si profilano i venditori di spettacoli a luci rosse. Ma questo mercato, situato lungo il Soi Patpong, è anche il commercio di prodotti falsi. Da una parte gli orologi e le borse e l’abbigliamento, dall’altra gli oggetti sacri votati, rigorosamente, all’inganno della simulazione. E come si destreggia il cliente inesperto? Tirando sul prezzo della merce. Si, perché è vero che alcuni mercati presentano prezzi vertiginosi ma dall’altro canto non c’è limite alla compravendita. Basta sapere dove andare.

Al mercato di Patpong si trova inoltre il mercato dei fiori, aperto anch’esso la notte.

mercato dei fiori bangkok

Se si desidera davvero spendere il giusto prezzo su abbigliamento e tessuti è il mercato Pratunam ciò che fa per voi. Qui si può acquistare tutto a buon mercato. E ovviamente anche qui è diffuso il mercato del falso.

Pratunam Night Market Bangkok

A Bangkok esistono i mercatini ma anche i mercati dalle mega dimensioni. Si prenda il mercato di Chatuchak, uno dei più estesi e duraturi al mondo, aperto tutti i giorni dalle 7 del mattino fino a pomeriggio inoltrato. Con le sue 27 sezioni, in questo mercato è possibile acquistare dall’oggettistica all’artigianato, dagli animali all’arredamento.

Ma i mercati a Bangkok sono anche occasione di conoscenza di ristorantini e locali tipici.

E’ il caso del mercato notturno di Suan Lum night bazaar, a ridosso dei ristoranti e visitabile a partire dalle 17 fino alla mezzanotte. Questo è certamente un mercato dove si apprezzano lavorazioni artigianali, ma non solo. E’ anche il luogo del relax dove è possibile fare massaggi distensivi, appetibili a chiunque voglia dedicarsi al proprio benessere e alla calma dei sensi. E’ proprio in questo mercato di Bangkok che si sposano un prezzo ragionevole alla qualità della merce. Basti pensare alle stoffe pregiate, alla lavorazione dei gusci di cocco, della seta e del legno, da cui sono ricavate statuette di pregiata fattura.

E se si ha bisogno di ricambi elettronici o per l’auto il mercato di Bangkok, aperto no stop solo nel weekend il sabato e la domenica, è il mercato di Klong Thom: qui inoltre è possibile acquistare l’usato anche per ciò che riguarda film in dvd, cd musicali e, per chi voglia stupire i bambini, perfino i giocattoli.

Per chi fosse interessato a oggetti e pezzi d’antiquariato il posto giusto è il mercato notturno di Rod FAi, il Talai Rod Fai Market, un mercato che qualcuno definisce vintage: pensate che la sua collocazione è niente di meno che una vecchia ferrovia abbandonata. Qui tutto è antico, dall’abbigliamento hippy ai televisori ai mobili in legno.

E ancora da visitare a Bangkok è il Ratchada Night Bazaar, un mercato notturno nato come mercato di auto e moto usate, e da cui mutua il nome di Vespa Market: qui è possibile trovare, come da tradizione, auto e moto datate e d’epoca.

Vespa market Bangkok

Gli amanti dell’ostentazione delle firme a tutti i costi adoreranno invece il mercato notturno di Saphan Phut Night Market, quasi una piccola Napoli dove i venditori mercanteggiano sulle firme apparentemente prestigiose di Armani, Ralph Laure e Fred Perry. Frequentato poco ma certamente luogo dove poter contattare a prezzi vantaggiosissimi.

Voi siete mai stati a Bangkok? Conoscete o avete visitato altri mercati? Se vi va lasciate un commento qui sotto!

I mercati di Bangkok ultima modifica: 2013-05-22T17:53:02+00:00 da Guest Post

NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi una mail quando c'è qualcosa di nuovo!

* indicates required

Prenota i biglietti per le migliori attrazioni del mondo

Lascia un Commento

2 comments

  1. Piccola precisazione considerato che abito in Tailandia , il mercato si chiama Damnoen Saduak e non Saduakda, considerato che sono residente proprio in Damnoen mi precisava correggervi

    -1