trulli alberobello

Dove andare questa estate 2020?
Questa è la domanda che ci stiamo domandando tutti, e tutti siamo in attesa di capire come si evolverà la situazione post COVID-19 .

Come già vi ho anticipato, personalmente penso che ripartirò dalle vacanze estive in Toscana, la mia bellissima regione, attuando il cosiddetto turismo di prossimità.

Ma se ci fossero le condizioni e le possibilità per spostarci tra le varie regioni italiane ho alcuni desideri che mi stanno zampillando nella testa in queste settimane. E tutti riguardano l’Italia ovviamente: luoghi che amo e in cui spero di poter tornare questa estate, anche solo per un giorno, e posti che fino ad oggi ho sempre rimandato e messo in secondo piano.

Credo fermamente che questa debba essere una ESTATE ITALIANA da dedicare al nostro Paese per farlo rialzare, rinascere e ripartire. Grazie a tutti noi.

Sicuramente dopo l’emergenza Covid sarà necessario mantenere le distanze sociali ed evitare i luoghi affollati. Ed è proprio pensando a questo che ho scritto l’articolo che trovate di seguito: un articolo dedicato ai posti dove mi piacerebbe trascorrere qualche giorno durante questa estate 2020, restando rigorosamente nel nostro Bel Paese e privilegiando la natura, la vita all’aria aperta e i luoghi meno affollati.

5 posti dove vorrei andare in vacanza quest’estate in Italia

1. Dormire su un albero

Quando settimane fa mi sono veramente posta la domanda “Dove vorrei andare questa estate?” la prima cosa a cui ho pensato è stato: vorrei finalmente realizzare il sogno di dormire su un albero. Sono anni che rimando l’esperienza del tree camping, e pensare che in Toscana si trovano tante case sull’albero o soluzioni analoghe tra cui poter scegliere.

Tree Sleeping Toscana
Photo credits: Tree Sleeping

Prima tra tutte la casa sull’albero sul Golfo di Baratti nata grazie all’iniziativa Tree Sleeping che offre la possibilità, ad adulti e bambini, di dormire sugli alberi, con brandine che vengono appese ai rami, cullati dalle fronde degli alberi per vivere le sensazioni e i rumori che la natura offre nella notte ammirando le stelle.

Non so se questa estate riapriranno e come funzionerà a quel punto, so solo che questa mi è sembrata una soluzione coscienziosa che rispetta le distanze tra persone e consente di vivere un’esperienza in mezzo alla natura. Ed è proprio quello di cui mi sento di aver bisogno.

2. La mia Isola d’Elba

La mia isoletta. Quella dove cerco di andare ogni estate, almeno una volta, con l’occasione di andare a trovare i miei genitori a Seccheto. Non si sa ancora niente per adesso, se andranno, se quindi potrò raggiungerli. Ma lo spero tanto perché l’Elba è il mio appuntamento estivo del cuore da troppi anni. E la stessa cosa vale per i miei genitori, quindi lo spero anche per loro.

seccheto isola d'elba
Photo © Francesca Turchi

3. In montagna come quando ero bambina

Una cosa che ho riscoperto uscendo di casa in questa fase 2, dopo una quarantena di due mesi, sono gli odori che ci circondano. Odori familiari ma nuovi, “puliti”, che mi riportano con la mente indietro nel tempo agli anni in cui ero bambina o ragazzina. Un esempio: la siepe di pitosforo sotto casa dei miei genitori che ora emana un profumo che non ricordavo di sentire da anni.

Respirare e ricordare: una sensazione che mi fa stare bene. L’olfatto dopotutto è uno dei sensi più potenti, che ha la facoltà di riportarci indietro nel tempo rievocando un ricordo.

E poiché fino ai miei 20 anni l’estate per me era sinonimo di vacanze estive in montagna con i miei nonni, quest’anno vorrei tornare a Pian di Novello, in provincia di Pistoia, lì dove avevamo la roulotte col gabbiotto e dove ho trascorso le vacanze di famiglia più belle della mia infanzia. Ciò che più desidero è respirare a pieni polmoni i profumi del bosco, del sottobosco, sentire il rumore dei ruscelli, raccogliere i ribes, le fragoline di bosco e i lamponi.

val di luce estate
Photo © Francesca Turchi

4. In Umbria tra natura e yoga

Da circa un anno ho iniziato a praticare yoga e mai come in questo periodo ne sto traendo un enorme giovamento, sia mentale che fisico. Questa estate pertanto mi piacerebbe vivere un soggiorno orientato ad attività olistiche come meditazione e yoga e stare a stretto contatto con la natura.

Tra le tante realtà che conosco mi piacerebbe tornare in Umbria, presso l’Ecoresort Il Cantico della Natura sul Lago Trasimeno, un agriturismo biologico immerso nella natura che offre molte attività all’aria aperta tra cui passeggiate a cavallo e attività olistiche. O ancora all’Eremito Hotelito del Alma, un eremo laico anch’esso in Umbria dove già anni fa avevo vissuto un’esperienza detox che mi aveva permesso di fermarmi ad ascoltarmi.

Eremito Hotelito del Alma

5. Visitare la Val d’Itria

Non visito la Puglia da troppi anni e questa estate italiana 2020 potrebbe essere l’occasione giusta per tornare e scoprire alcune zone in cui non sono mai stata. Prima tra tutte la Valle d’Itria, la “Valle dei Trulli” tra le province di Bari, Taranto, Brindisi, Locorotondo, Martina Franca, Cisternino, Alberobello e Ostuni. Sono anni che rimando dicendo “Vorrei andarci ma ho già prenotato un altro viaggio, all’estero”. Ora più che mai mi è chiaro che questo non è più il tempo di rimandare.

trulli alberobello

Questa estate 2020 fate qualcosa di diverso da quello che presumibilmente avevate pianificato, ma fate qualcosa che vi renda felici. Non rincorrete per forza la voglia di andare ossessivamente al mare perché “In estate non posso non andare al mare!”. Fate qualcosa di nuovo, magari qualcosa che avete sempre rimandato, oppure tornate nei vostri luoghi del cuore.

Quest’estate scegliete di fare le vacanze nella nostra meravigliosa Italia.

Dove andare in vacanza quest’estate in Italia ultima modifica: 2020-05-14T07:14:00+02:00 da Francesca Turchi
Ti è piaciuto questo post? Condividilo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.