Un anno che non dimenticherò: il 2020 in pillole

Ogni anno, ormai dal 2009, il 31 dicembre riassumo il mio anno in pillole. E anche quest’anno voglio tirare le somme del mio 2020.

Il 2020 è l’anno che il mondo intero ricorderà per il COVID: un virus che ha sconvolto i popoli, ha devastato le economie mondiali, ha causato morti e perdite, ha ridefinito le priorità e la quotidianità di tutti quanti noi.

Questo articolo lo scrivo per condividere con voi come ho vissuto questo anno ma anche – e soprattutto – per me stessa. Ed inizio a raccontarvi tutto partendo dal 1° gennaio. Sì, perché il 2020 per me era partito nel migliore dei modi: a Petra, durante un viaggio in Giordania, con tanti buoni propositi e la voglia di lasciarmi alle spalle un anno affatto semplice.

petra giordania
Photo © Francesca Turchi

A fine Gennaio ho venduto la mia casa e sono tornata a vivere da sola, in affitto a Pisa insieme ai miei due gatti. Se ripenso che di lì a poco è scoppiata una pandemia a livello mondiale ancora rimango incredula.

Il primo mese di lockdown è stato il più lungo e il più difficile ma ammetto di aver vissuto abbastanza bene questa mia quarantena in solitaria. Anche quando, ad aprile, ho festeggiato il mio 37° compleanno in casa da sola.

compleanno in quarantena
Photo © Francesca Turchi

La cosa che ho maggiormente apprezzato durante il primo lockdown è stato il mio terrazzo al 5° piano con vista sul Monte Serra: è qui che ho fatto colazione ogni mattina, ho lavorato in smart working e ho condiviso gli aperitivi via Whatsapp a distanza con i miei amici per circa 2 mesi.
Era diventato il mio angolo zen. Un piccolo angolo felice.

E il lavoro? Lavorativamente parlando da metà marzo ho iniziato a fare smart working da casa e mi sono dedicata ad alcuni interventi tecnici sul blog che rimandavo da troppo tempo. Durante il lockdown ho interrotto la pubblicazione di articoli di viaggio poiché non ritenevo opportuno parlare di viaggi quando nessuno era in condizione di farlo. Nonostante ciò ho inaugurato la rubrica Ricette dal mondo dove – complici le ore passate ai fornelli – ho scritto riguardo alcuni piatti tipici che ho mangiato durante i miei viaggi e di come prepararli a casa.

Questo 2020 lo ricorderò anche come l’anno dei viaggi mancati.
Tutto è iniziato a marzo quando il mio viaggio in India è stato annullato, poi ad ottobre avevo programmato di andare in Messico per celebrare il Día de los muertos e in questi giorni sarei dovuta essere in Thailandia a festeggiare il Capodanno con Michela. Invece ogni viaggio che avevo in programma è saltato.

Ma col senno di poi sono felice perché quella del 2020 è stata decisamente una estate italiana, o meglio un’estate toscana che ho dedicato principalmente alla mia amata regione.

calignaia
Photo © Francesca Turchi

Complici la cassa integrazione e lo smart working – e la fortuna di vivere a Pisa e avere il mare a due passi – da maggio a settembre sono andata al mare quasi tutti i pomeriggi. Una cosa del tutto nuova e insolita per me che il mare solitamente lo vedevo nei weekend e arrivavo ad agosto bianca come un latticino.

Questa estate 2020 la ricorderò quindi come l’estate più estate che abbia mai vissuto. Non ho mai fatto così tanto mare: a fine giugno ero già nera tant’è che mia mamma mi ripeteva in continuazione “Saranno 15 anni che non ti vedevo così abbronzata!“.

Con l’inizio dell’estate è iniziata anche la mia riscoperta di luoghi bellissimi vicino casa e viaggi di prossimità. Il primo è stato a metà giugno quando ho trascorso un weekend in Val d’Orcia in Toscana insieme al mio amico fotografo Salvatore tra campi fioriti, cipressini, borghi toscani e tanti spot tutti da fotografare.

val d'orcia toscana
Photo © Francesca Turchi

A luglio, periodo di fioritura della lavanda, ho finalmente visto e fotografato i campi di lavanda ma senza andare in Provenza, come mi ripromettevo di fare da anni, bensì a due passi da casa a Santa Luce in provincia di Pisa.

campi di lavanda
Photo © Francesca Turchi

Ad agosto sono andata 3 giorni all’Isola di Capraia. Erano anni che desideravo visitare questa bellissima isola dell’Arcipelago Toscano. Qui ho fatto il bagno in varie spiagge e calette e un giro dell’isola in barca sconfiggendo ancora un po’ di più la mia paura del mare aperto.

Isola di Capraia
Photo © Francesca Turchi

E poi per me non è estate senza Isola d’Elba. Così a inizi settembre io e Silvia abbiamo trascorso l’ultimo weekend di mare sulla mia isoletta del cuore. Un’ottima conclusione di questa strana ma bellissima estate italiana.

Photo © Francesca Turchi

Ma questa estate 2020 non la ricorderò solo per il tanto mare e le gite fuori porta da Pisa. Ricorderò l’estate 2020 come quella in cui ho fatto nuove amicizie, nuovi incontri, nuove esperienze e ho vissuto delle nuove prime volte. Ho vissuto tutto al 100%, ho accolto l’imprevisto e l’ho abbracciato.

Tra i momenti più belli della mia estate 2020:

  • Ballare a piedi nudi in spiaggia.
  • Guardare le stelle cadenti sul Monte Serra.
  • Gli aperitivi a Livorno al tramonto con vista mare.
  • Fare il bagno nel torrente a Fabbriche di Vallico.
  • Circondarmi di persone che mi fanno stare bene.
  • Salire per la prima volta sul Ponte del Diavolo a Borgo a Mozzano.
  • Tornare al mio campeggio in montagna a Pian di Novello.
  • Dormire in spiaggia.
  • Risalire in moto dopo 20 anni.
  • Nuotare in mare aperto sconfiggendo finalmente una delle mie paure più grandi.
  • Praticare yoga in spiaggia al tramonto.
  • Le risate, quelle belle, insieme ai miei amici.
aperitivo livorno
Photo © Francesca Turchi

Ora che siamo arrivati al 31 dicembre, sebbene il mio morale sia parecchio a terra dopo un Natale alquanto triste e diverso dal solito, voglio pensare che questo 2020 mi abbia portato qualcosa di positivo e regalato qualcosa per cui essere grata. Ho ritrovato me stessa, il mio equilibrio, le mie priorità e mi sono scoperta ancora più forte. Ho imparato ad apprezzare la normalità e amare le piccole cose. Ma soprattutto ho incontrato o ritrovato amici che sono tornati a fare parte della mia vita. Il regalo più bello del 2020.

Quindi GRAZIE a chi c’è stato, a chi c’è e continuerà ad esserci e anche a chi è stato solo di passaggio.

Ciao 2020.

Photo © Francesca Turchi
Photo © Francesca Turchi
Photo © Francesca Turchi
Photo © Francesca Turchi
Photo © Francesca Turchi
Photo © Francesca Turchi
Photo © Francesca Turchi
Photo © Francesca Turchi
Photo © Francesca Turchi
Photo © Francesca Turchi
Photo © Francesca Turchi
Photo © Francesca Turchi
picnic in vigna
Photo © Francesca Turchi
Photo © Francesca Turchi

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Francesca Turchihttps://www.travelstales.it/
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.
Travel Blogger, Social Media Strategist, Web Content Writer & much more since 2009.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.