11 luoghi insoliti da vedere a Pisa

Oggi voglio portarvi con me in giro per la mia bellissima città senza parlarvi dei soliti monumenti e delle classiche cose da fare assolutamente a Pisa. Se siete alla ricerca di cose particolari da vedere a Pisa in questo articolo andremo insieme alla scoperta di posti segreti e angolini nascosti che non tutti conoscono.

Siete pronti a fare un viaggio nei luoghi più strani e insoliti di Pisa? Di seguito trovate una guida della Pisa segreta con tutti i luoghi che solo in pochi conoscono.

10+1 cose particolari da vedere a Pisa

Caffè dell’Ussero, uno dei caffè più storici d’Italia

Iniziamo con una vera istituzione a Pisa. Al piano terreno del quattrocentesco Palazzo Agostini, uno dei più bei palazzi sui lungarni pisani (noto anche come Palazzo dell’Ussero o Palazzo Rosso), si trova uno dei caffè più storici d’Italia dal 1775.

Il Caffè dell’Ussero a Pisa è il terzo caffè più antico d’Italia dopo il Caffè Florian di Venezia, inaugurato nel 1720, e l’Antico Caffè Greco di Roma fondato nel 1760.

Nel corso dell’800 e del ‘900 questo caffè letterario di Pisa è stato luogo di ritrovo di patrioti, studenti, poeti e intellettuali del calibro di Giosuè Carducci, Giacomo Leopardi, Percy e Mary Shelley, Lord Byron, Indro Montanelli, Tiziano Terzani e Antonio Tabucchi, giusto per fare qualche nome.

palazzo agostini pisa
Photo © Francesca Turchi
caffè dell'ussero pisa
Photo © Francesca Turchi

Cinema Lumière, il cinema più antico d’Italia

Dietro al Caffè dell’Ussero, sul retro del Palazzo Agostini sul Lungarno Pacinotti a Pisa, si trova il Cinema Lumière, il più antico cinema italiano. Inaugurato il 16 dicembre 1905 e chiuso nel 2011 dopo 106 anni di esercizio, questo cinema oggi riveste la funzione di live club dove si svolgono concerti, dj set ed eventi.

La casa natale di Galileo Galilei

Sapevate che Galileo era pisano? Proprio così: Galileo Galilei nacque a Pisa il 15 febbraio 1564, frequentò l’Ateneo pisano e proprio a Pisa, più precisamente dalla famosa Torre pendente, fece le sue prime osservazioni astronomiche gettando pesi in un esperimento (la caduta dei gravi) che trovò soluzione un secolo più tardi con Isaac Newton.

Tra i luoghi insoliti di Pisa c’è infatti la casa natale di Galileo in Via Giuseppe Giusti 24-26, in pieno centro storico vicino al Tribunale e al Teatro Verdi. L’edificio è la storica abitazione della famiglia Ammannati (madre di Galileo), una casa di color rosa dove oggi è affissa un’epigrafe. Per anni tuttavia si è ritenuto che la casa in cui nacque il genio pisano fosse Casa Bocca, situata all’angolo tra Borgo Stretto e Via de’ Mercanti, dove oggi si trova una targa apposta nel 1942 in occasione del terzo centenario della morte di Galileo, avvenuta nella città di Arcetri.

casa natale Galileo Galilei
Photo © Francesca Turchi

Il vero pendolo di Galileo Galilei

Tra le cose particolari da vedere a Pisa c’è anche la piccola Cappella Aulla nel Camposanto Monumentale di Pisa, in Piazza dei Miracoli. Al suo interno si trova, infatti, la lampada che ispirò a Galileo Galilei la legge sull’isocronismo delle oscillazioni del pendolo.

Dal soffitto della cappella pende tutt’oggi il vero pendolo di Galileo – un tempo situato nella Cattedrale di Pisa – che lo scienziato vide oscillare e dal quale elaborò la teoria sull’isocronismo nel 1592.

pendolo galileo
Photo © Francesca Turchi

La Torre della Fame del Conte Ugolino

Chi non conosce la storia del Conte Ugolino della Gherardesca che fu imprigionato e lasciato morire di fame con i suoi figli e nipoti come citato nel XXXIII canto dell’Inferno di Dante?

Non tutti sanno però che la famosa “Torre della Fame” si trova a Pisa. Conosciuta anche col nome di Torre della Muda o Torre del Conte Ugolino, questa antica torre medievale fa parte ancora oggi del Palazzo dell’Orologio in Piazza dei Cavalieri ed è riconoscibile sulla parte sinistra dell’edificio.

Piazza dei Cavalieri Pisa
Photo © Francesca Turchi

Le Unghie del Diavolo sul Duomo di Pisa

Non poteva poi mancare una leggenda, la mia leggenda pisana preferita in assoluto.
Sto parlando delle Unghie del Diavolo che si possono contare sul lato nord della Cattedrale di Pisa in Piazza dei Miracoli, a sinistra della facciata davanti al Camposanto Monumentale.

Secondo la leggenda il numero delle unghiate varia per dispetto ogni volta che si prova a contarle: il conto non risulta mai lo stesso.

Per saperne di più: CLICCA QUI

Unghie del Diavolo Pisa
Photo © Francesca Turchi

Il Battistero di Pisa, il più grande d’Europa

Uno dei monumenti più importanti di Piazza dei Miracoli a Pisa, insieme alla Torre pendente, la Cattedrale e il Camposanto, è il Battistero di San Giovanni. E’ considerato il battistero più grande d’Europa e, oltre a questo primato, ha un’altra particolarità ossia quella di avere un’acustica eccezionale dovuta alla struttura della sua cupola che consente di assistere al fenomeno dell’eco.

battistero pisa
Photo © Francesca Turchi

L’ultimo murale di Keith Haring

Tra i luoghi più iconici di Pisa c’è anche il famoso murale Tuttomondo di Keith Haring, l’ultima opera pubblica realizzata dall’artista newyorkese prima della sua morte. Il murale si trova a pochi passi dalla Stazione Centrale, sulla parete della Chiesa di Sant’Antonio. È una tappa imperdibile per chiunque arrivi a Pisa, per di più gratuita e aperta 24h su 24.

Per saperne di più: CLICCA QUI

Tuttomondo Keith Haring Pisa
Photo © Francesca Turchi

La spina della corona di Cristo crocefisso nella Chiesa della Spina

Un altro monumento pisano che apprezzo particolarmente è la piccola Chiesa della Spina. La storia di questa chiesa gotica, appoggiata sul Lungarno Gambacorti e affacciata sul fiume Arno, è davvero interessante e riguarda ben due fatti insoliti e curiosi che non tutti conoscono.

Il primo è legato alla posizione originaria della Chiesa della Spina, costruita nel 1323 sulle sponde del fiume. Per mettere in salvo la chiesetta, a metà ‘800 le Autorità la smontarono pezzo per pezzo riposizionandola alcuni metri più in alto, in piena sicurezza. Un’impresa ingegneristica davvero all’avanguardia per l’epoca.

L’altra curiosità è legata al nome “Chiesa di Santa Maria della Spina” che le fu assegnato nel 1333 quando la chiesa accolse la reliquia di una spina della corona di Cristo crocifisso. Nel XIX secolo la reliquia è stata trasferita nella Chiesa di Santa Chiara a Pisa, dove tutt’oggi è conservata.

chiesa della spina pisa
Photo © Francesca Turchi

La Foresta di Bambù all’Orto Botanico di Pisa

Vi siete mai chiesti dove trovare le foreste di bambù in Italia? Ebbene sì, una si trova proprio a Pisa.

L’Orto Botanico di Pisa si trova a due passi dalla famosa Torre pendente ed è l’orto botanico più antico al mondo. E’ diviso in molti settori dove sono coltivate oltre 4000 specie di piante dai cinque continenti tra cui tre boschetti di bambù. La foresta di bambù giapponese con fusti alti 30 metri, quella di bambù nero e la foresta di bambù cinese.

orto botanico pisa
Photo © Francesca Turchi

I glicini alla Libreria Feltrinelli

Concludo questa lista delle cose particolari da vedere a Pisa con un posto davvero nascosto che solo i pisani conoscono. Sapevate che la città della torre pendente ospita una delle librerie più belle d’Italia? È la Libreria Feltrinelli in Corso Italia la cui corte interna col pergolato di glicine esplode letteralmente in primavera. Non è meravigliosa?

luoghi insoliti pisa
Photo by Giuseppe Flavio Pagano

Adesso siete pronti per andare alla scoperta di questi luoghi insoliti di Pisa.
Li conoscevate già o ne avete altri da suggerire? Lasciate un commento qui sotto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

 Dove parcheggiare a Pisa? LEGGI QUI

 Stai cercando un hotel a Pisa? Per la scelta di un albergo dove dormire è sempre valido Booking.com per vedere se ci sono delle buone offerte. Inoltre, se arrivi in treno alla stazione centrale di Pisa, ti suggerisco due alberghi situati lì a due passi:

Disclaimer: all’interno di questo articolo trovate link affiliati. Questo significa che per gli acquisti effettuati tramite i miei link io ricevo una piccola commissione senza alcun costo aggiuntivo per voi. Così facendo su