Cosa vedere a Barcellona in 4 giorni

Barcellona è senza dubbio una delle mete più attraenti d’Europa: una città unica per le sue tante attrazioni e monumenti ma anche per l’atmosfera e la movida che la caratterizzano. Ma come organizzare al meglio un viaggio di 4 giorni a Barcellona? Se state programmando di partire per la capitale della Catalogna, in questo articolo trovate le migliori cose da vedere a Barcellona seguendo un itinerario di 4 giorni ricco di informazioni utili e consigli sui posti più belli da non perdere.

Barcellona in 4 giorni: itinerario di viaggio

Cosa vedere a Barcellona in 4 giorni – GIORNO 1

Mercato Boqueria Barcellona
Photo © Francesca Turchi

La prima giornata non può che avere inizio da La Rambla, il famoso viale pedonale di Barcellona che collega Plaça Catalunya, una delle piazze principali della città, e il porto. Partite dalla piazza e arrivate fino alla statua di Cristoforo Colombo percorrendo circa 1,5 km a piedi e ritrovandovi tra personaggi caratteristici quali artisti di strada, venditori di fiori, pittori e ritrattisti. Inoltre la Rambla è piena zeppa di bar, ristoranti, negozi, musei e mercati. Da non perdere il Mercato della Boquería, il Museo dell’Erotica e il Museo delle Cere.

Un modo fantastico per cominciare a scoprire Barcellona è senz’altro quello di partecipare a questo tour guidato a piedi con audioguida sull’App (IN ITALIANO).

Inoltre, un viaggio in Spagna non è completo senza vedere uno spettacolo di flamenco. Se nel pomeriggio siete in zona Rambla assistete allo show di flamenco al Tablao Flamenco Cordobes, uno dei tablao più storici e famosi della Spagna dove è anche possibile cenare.

Terminate quindi la serata nel vicino locale El Bosc de les Fades, il bosco delle fate. Si tratta di un pub, al quale si accede dall’ingresso del Museo delle Cere alla fine della Rambla, al cui interno è stata ricreata l’atmosfera di un bosco incantato.

Bosc de les Fades barcelona
Photo © Francesca Turchi

Cosa vedere a Barcellona in 4 giorni – GIORNO 2

Cominciate il secondo giorno a Barcellona dai quartieri di Grácia ed Eixample, due quartieri tipici della città famosi per ospitare molte opere di Antoni Gaudí.

Prima tappa della giornata è la visita a una delle chiese più belle del mondo: la Sagrada Família. Purtroppo il suo creatore non è riuscito a terminare la sua opera, tutt’oggi incompiuta, ma una visita sia esternamente che al suo interno è assolutamente imperdibile.

Prenotate prima i biglietti per la Sagrada Família: potete visitarla da soli ma il mio consiglio è quello di fare un tour guidato o con audioguida:

Dal quartiere di Grácia dirigendovi a quello di Eixample dove potete visitare altri tre edifici realizzati da Gaudí: Casa Batlló, Casa Milà (La Pedrera) e Casa Vicents. Tra questi, l’attrazione più famosa è senza dubbio la prima ma credetemi se vi dico che entrare a Casa Batlló è sempre un caos: le file sono a dir poco interminabili quindi vi conviene comprare il biglietto in anticipo a questo link.

Sempre a tema Gaudí, da non perdere è il parco più stravagante di Barcellona: Parc Güell. Anche in questo caso il suggerimento che mi sento di darvi è di acquistare il biglietto prioritario Salta la Fila in anticipo.

parc guell
Photo © Francesca Turchi

Cosa vedere a Barcellona in 4 giorni – GIORNO 3

Un’altra zona da visitare assolutamente è il Barrio Gótico. In questo quartiere storico, situato a pochi passi da Plaça de Catalunya, si trovano il Museo di Picasso, la Cattedrale di Barcellona e l’Arc de Triomf. Se è una bella giornata il consiglio è quello di raggiungere il vicino Parc de la Ciutadella, un grande parco immerso nel verde con fontane e laghetto dove è possibile noleggiare delle barche a remi.

Potete quindi raggiungere i vicini quartieri di Barceloneta e Puerto Olímpico per passeggiare sul lungomare, visitare l’acquario o il Port Vell e terminate la serata in uno dei numerosi ristoranti e locali del porto. Per una serata davvero speciale, una buona opzione è prenotare l’ingresso nel primo ice bar in spiaggia del mondo.

All’interno dell’Icebarcelona è possibile rinfrescarsi sorseggiando un drink ad una temperatura di -5° e, dopo la visita, rilassarsi sull’esclusiva terrazza vista mare.

Cosa vedere a Barcellona in 4 giorni – GIORNO 4

L’ultimo giorno a Barcellona prendete la teleferica e raggiungete la Collina di Montjuïc, uno splendido spazio verde situato a 170 metri di altezza dal quale si gode di una magnifica vista su tutta la città e sul porto. Riscendendo da Montjuïc raggiungete Plaça d’Espanya, una delle piazze più grandi di Barcellona.

mirò barcellona
Photo © Francesca Turchi

A poca distanza dalla piazza si trovano due attrazioni che meritano una sosta. La prima è un’opera d’arte di Mirò molto particolare: Dona i ocell, una statua dalla forma a birillo dai colori sgargianti. L’altra attrazione situata vicino a Plaça d’Espanya è la Fontana magica di Montjuic che di sera offre uno spettacolo fatto di giochi d’acqua, luci e musiche, assolutamente da non perdere.

Disclaimer: all’interno di questo articolo trovate link affiliati. Questo significa che per gli acquisti effettuati tramite i miei link io ricevo una piccola commissione senza alcun costo aggiuntivo per voi. Così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie! ♥

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Redazionehttps://www.travelstales.it/
Travel's Tales collabora con aziende, agenzie di comunicazione e brand per le più svariate campagne di comunicazioni digitale nel mondo dei viaggi offrendo ai lettori informazioni utili e sempre aggiornate. In questa sezione del blog sono raccolti anche i racconti condivisi da lettori, amici e altri blogger. Per saperne di più su possibili collaborazioni scrivi a [email protected].

Commenti