Cosa vedere a Madrid in 3 giorni

Madrid è considerata una delle città più dinamiche di Europa ma poiché non possiede un monumento simbolo, come il Colosseo o la Torre Eiffel, molti turisti che la visitano non conoscono i tesori che questa bellissima città nasconde.

In questo articolo trovate un itinerario di cosa vedere a Madrid in 3 giorni che vuole essere uno spunto per scoprire più a fondo la capitale spagnola.

Di seguito ho raccolto per voi tanti consigli utili per organizzare il vostro soggiorno a Madrid alla scoperta dei luoghi più famosi della città. Ecco un itinerario di Madrid in 3 giorni che spero possa esservi di aiuto, suddiviso in giornate-tipo e corredato di mappa dei posti da vedere.

Cosa visitare a Madrid: itinerario di viaggio di 3 giorni

Cosa vedere a Madrid in 3 giorni – 1° GIORNO

Il vostro itinerario alla scoperta di Madrid non può che partire dal centro città. Iniziate facendo una passeggiata lungo la famosa Gran Via dove si trova l’iconico edificio Metropolis e i grandi magazzini El Corte Inglés, ideali se desiderate fare un po’ di shopping a prezzi onesti.

Madrid è una città ricca di monumenti, luoghi da vedere e musei interessanti che meritano di essere visitati. Durante il vostro soggiorno in città programmate di entrare in almeno uno dei tre musei più famosi di Madrid ovvero il Museo Prado, il Museo Thyssen-Bornemisza e il Museo Reina Sofia. 

Nel pomeriggio potete iniziare il giro culturale della città visitando proprio quest’ultimo museo: il Museo Reina Sofia si trova in zona Atocha e la sua attrattiva principale, famosa in tutto il mondo, è il dipinto Guernica di Pablo Picasso, opera chiave del cubismo. Il museo è ben fornito di numerosi altri dipinti interessanti tra cui quelli di Mirò.

guernica
Photo © Francesca Turchi

Il Museo Reina Sofia è inoltre situato in posizione strategica per vedere altri due luoghi green di Madrid:

  1. il primo è il giardino tropicale nella stazione di Atocha, un posto molto particolare e da vedere se avete in programma di prendere il treno per fare una gita fuori porta ad esempio nella vicina città di Toledo.
  2. l’altro è il Parque del Buen Retiro, il polmone verde di Madrid, raggiungibile con la linea 2 della metro (fermata Retiro): oltre ad essere molto grande questo parco di Madrid è ricco di monumenti in marmo e ospita un laghetto artificiale dove in primavera e in estate è possibile noleggiare barche a remi.
parque buon retiro madrid
Photo © Francesca Turchi

E la sera a Madrid, cosa c’è da fare?
Non si può dire di aver visitato Madrid senza aver vissuto, almeno per una notte, la sua intensa vita notturna. La rinomata movida madrilena inizia molto tardi quindi è difficile che i vadano a cena prima delle 21.30. Il luogo di maggior affluenza è il quartiere di Huertas, nella zona di Plaza de Santa Ana e nelle vie circostanti dove ci sono molti ristoranti, bar, pub e locali pieni di gente dalla mezzanotte in poi. Due tra le discoteche più famose sono il Teatro Joy Eslava (Calle de Arenal, fermata Sol) ricavato all’interno di un teatro del XIX secolo e il Pacha, nel quartiere di Chueca (Calle de Barcelo), locale mitico di Madrid.

Un’ottima alternativa per il vostro programma serale è vedere uno spettacolo di flamenco in un tipico tablao di Madrid. Potete prenotarlo online cliccando qui.

flamenco madrid
Photo © Francesca Turchi

Cosa vedere a Madrid in 3 giorni – 2° GIORNO

La mattina può iniziare con la visita al Palazzo Reale di Madrid (fermata Opera), situato dietro una delle più belle piazze cittadine, Plaza de Oriente. Il palazzo è un complesso barocco molto imponente, progettato dall’architetto Filippo Juvarra (lo stesso della Palazzina di caccia di Stupinigi a Torino), con tanto di Farmacia Reale.

palazzo reale madrid
Photo © Francesca Turchi

Dal Palazzo Reale raggiungete il Tempio di Debod, un suggestivo tempio egizio situato su un belvedere che si affaccia sul parco della Casa di Campo e che sembra galleggiare su una superficie d’acqua.

Tempio di Debod Madrid
Credit: Photo by naticastillog depositphotos.com

La giornata può proseguire con la scoperta di un museo imperdibile da visitare a Madrid, il Museo del Prado, da molti considerato una tappa assolutamente immancabile durante un viaggio nella capitale spagnola, anche più del museo Reina Sofia.

Tra le cose da vedere a Madrid vi consiglio anche un altro museo, il Thyssen-Bornemisza che si trova in zona Banco de España (omonima fermata della metro, linea 2). Il museo, aperto dal martedì al sabato dalle 10 alle 19, dispone di una collezione che va dall’arte medioevale a quella contemporanea, da Caravaggio a Gaugin, Degas, Monet, Kandinski, Van Gogh.

Se non siete interessati ai musei di Madrid ecco alcune alternative per voi:

  1. Se siete appassionati di calcio vi consiglio di vedere lo stadio Santiago Bernabeu, la “casa” del Real Madrid. Il tour dello stadio, situato nella zona nord di Madrid (fermata Santiago Bernabeu), consente di visitare lo stadio, ripercorrere la storia del Real e vedere i numerosi trofei esposti, e inoltre entrare nell’arena di gioco e accedere agli spalti, visitare gli spogliatoi e la sala stampa.
  2. Un classico è scoprire Madrid e tutte i punti salienti della capitale spagnola a bordo del pullman Hop on Hop off.
  3. Un’altra alternativa è quella di viaggiare senza sforzo per le vie di Madrid sulle due ruote di un auto-bilanciato monopattino elettrico! Se l’idea vi incuriosisce il Tour in segway fa al caso vostro.

MADRID IN BICI – Un luogo per lo più sconosciuto ai turisti ma molto familiare per chi a Madrid ci vive è il Madrid Río, uno splendido parco che costeggia entrambe le sponde del fiume Manzanares. Se è bel tempo potete decidere di percorrerlo a piedi o in bicicletta partendo da Puerta de San Vicente, a due passi dal Tempio di Debod, oppure noleggiare le bici e fare un tour di Madrid in bicicletta.

Cosa vedere a Madrid in 3 giorni – 3° GIORNO

Quest’ultima giornata può iniziare visitando il cuore pulsante di Madrid nonché la zona più turistica di tutta la capitale spagnola: Plaza de la Puerta del Sol. È qui che si trova la statua dell’orso, il monumento dell’Oso y el Madroño collocato a Puerta del Sol, e il famoso KM 0 della Spagna.

km 0 madrid
Photo © Francesca Turchi

Dopo un giro panoramico di questa zona sempre molto attiva del centro madrileno, a ora di pranzo non mancate di fare un salto in un posto assolutamente imperdibile a Madrid, specialmente se è ora di mangiare: lo storico mercato della città, il Mercado de San Miguel a Madrid.

madrid mercado de san miguel
Photo © Francesca Turchi

L’ultimo giorno a Madrid può concludersi nella bellissima Plaza Mayor dove alla gente piace concludere la giornata seduta ai tavolini a bere un drink o una cerveza. In questa piazza si trova il Museo del Jamón, il museo del prosciutto che a differenza del suo nome non è un posto da visitare ma una gastronomia-paninoteca-ristorante dove si entra per mangiare il rinomato prosciutto crudo spagnolo (jamón iberico).

madrid plaza mayor
Photo © Francesca Turchi

DOMENICA A MADRID – Se vi troverete a Madrid la domenica la vostra giornata può iniziare con una passeggiata a El Rastro, uno dei più interessanti mercati delle pulci d’Europa. Si trova nel quartiere La Latina (omonima fermata della metro), più esattamente in Plaza de Cascorro e Ribera de Curtidores, tra Calle Embajadores e Ronda de Toledo. Il mercato El Rastro è aperto solo la domenica dalle 9 alle 15.

Madrid City Pass

Una soluzione consigliata per muoversi e vedere Madrid risparmiando è acquistare online la Madrid City Pass. Questo conveniente abbonamento include l’ingresso salta la fila nelle principali attrazioni della città come il Museo del Prado e lo Stadio del Real Madrid, il trasferimento A/R dall’aeroporto, il bus turistico Hop On – Hop Off valido 24h e sconti del 20% su molte attrazioni di Madrid.

Mappa turistica di Madrid da spiegazzare

Se anche voi odiate ripiegare le cartine turistiche dopo l’uso, dovete avere una Crumpled City Map: la mappa leggerissima, waterproof e indistruttibile… tutta da accartocciare. Qui trovate la mappa di Madrid.

Mappa turistica Madrid

Mappa di cosa vedere a Madrid in 3 giorni

Di seguito trovate la mappa dell’itinerario di cosa visitare a Madrid in 3 giorni con tutti i luoghi visitati e indicati nell’articolo che avete appena letto.

Dove dormire a Madrid

Stai cercando un hotel a Madrid? Per la scelta di un hotel dove dormire è sempre valido Booking.com per vedere se ci sono delle buone offerte.

Vi è piaciuto questo itinerario di cosa vedere a Madrid in 3 giorni? Spero che questo tour guidato alla scoperta della città vi sia utile per organizzare al meglio la vostra prossima visita nella capitale spagnola.

Desideri un itinerario di viaggio personalizzato?

 

Disclaimer: all’interno di questo articolo trovate link affiliati. Questo significa che per gli acquisti effettuati tramite i miei link io ricevo una piccola commissione senza alcun costo aggiuntivo per voi. Così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie! ♥

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!