Cosa vedere ad Amsterdam in 4 giorni

State per partire per la bellissima Amsterdam? In questo articolo trovate tanti consigli su come organizzare un viaggio nella capitale dei Paesi Bassi.

Di seguito trovate una guida completa con informazioni utili sul trasferimento dall’aeroporto di Schiphol al centro città, su come muoversi in città e soprattutto su cosa vedere ad Amsterdam in 4 giorni. Un itinerario da seguire giorno per giorno per andare alla scoperta dei luoghi più belli e da visitare assolutamente.

Itinerario di 4 giorni ad Amsterdam

Cosa vedere ad Amsterdam in 4 giorni – 1° GIORNO

Il vostro itinerario di Amsterdam può iniziare dalla Stazione Centrale dalla quale si può raggiungere a piedi il Damrak, l’arteria principale della città, fino in piazza Dam (consigliabile anche per avere un’idea delle distanze e prendere visione di uno dei punti nevralgici della città).

Spostatevi lungo i canali di Amsterdam e raggiungete il Bloemenmarkt, il mercato galleggiante dei fiori.

Cosa vedere ad Amsterdam in 4 giorni – 2° GIORNO

La mattina può iniziare con un giro in battello sui canali di Amsterdam.

Nel pomeriggio non mancate una visita al Museo Van Gogh in Museumplein e poi fate un giro in bici o una passeggiata a Vondelpark, il polmone verde nel centro di Amsterdam.

La sera conviene cercare un ristorante nei dintorni di Leidseplein, ricco di locali pieni di gente.

Cosa vedere ad Amsterdam in 4 giorni – 3° GIORNO

La mattina è ideale per una passeggiata lungo i canali dell’Oude Zijde partendo dalla Chiesa Vecchia (Oude Kerk) e passando dalla Chiesa di San Nicola, la Torre delle Lacrime, attraversando il Quartiere del Sesso (anche conosciuto come Red Light District) e Chinatown (c’è anche un tempio buddista, il He Wa) per giungere alla caratteristica Nieumarkt (la Pesa).

Da lì raggiungete la Montelbaanstoren, una torre inclinata sul canale Oudeschans. Da questo punto non si è troppo lontani dal NEMO di Renzo Piano e dal Museo Navale Olandese: questa zona merita almeno un passaggio.

Il pomeriggio dedicatelo alla visita al Rijksmuseum con selezione delle opere da vedere perché è enorme (l’arte fiamminga e le opere di Rembrandt monopolizzano l’attenzione).

Poi come non fare la foto tipica davanti alla scritta I Amsterdam.

AGGIORNAMENTO 2019 – La scritta è stata rimossa da Museumplein e trasferita.
Scopri dove si trova oggi.

Passate quindi davanti alla fabbrica museo della Heineken, oppure visitatelo per fare una degustazione di birra, e fate un giro al mercato in via Albert Cuyp, uno dei più grandi mercati all’aperto d’Europa, nel quartiere De Pijp.

Cosa vedere ad Amsterdam in 4 giorni – 4° GIORNO

Sfruttate l’ultima mattina ad Amsterdam per fare un giro per la cerchia di canali ovest (Westerdok) e il caratteristico quartiere Jordaan. Qui visitate la casa-museo di Anne Frank (Anne Frankhuis) e poi dirigetevi verso la Westerkerk camminando lungo i canali del quartiere Jordaan.

Nel pomeriggio l’ideale sarebbe fare una bella gita fuori porta che includa un giro per vedere i tulipani a Keukenhof, il parco floreale più grande al mondo (aperto solo da marzo a maggio) oppure nel villaggio dei mulini a vento a Zaanse Schans, al porto peschereccio di Volendam e all’isola dei pescatori di Marken. Esistono vari tour organizzati in italiano, della durata di circa 6 ore con partenza da Amsterdam, tra cui quello dell’agenzia AmsterdamViaggi, che conosco personalmente e vi consiglio.

Come raggiungere Aeroporto Schiphol – Amsterdam centro città

I collegamenti tra l’Aeroporto Schiphol e il centro di Amsterdam in bus e treno sono veloci e ben organizzati e hanno come punto di arrivo la stazione centrale della città, Leidseplein.

Il biglietto di sola andata in treno dall’aeroporto all’Amsterdam Centraal Station costa 3,70 € a tratta (in 2^ classe) e la durata del viaggio è di circa 15 minuti, con collegamenti ogni circa 15 minuti.

In autobus il collegamento diretto tra l’Aeroporto Schiphol e il centro di Amsterdam si ha col servizio Interliner. Il bus numero 370 permette di raggiungere il centro di Amsterdam dall’aeroporto e viceversa con corse della durata di 30 minuti ed un costo di 3.10 euro a tratta.

Un’alternativa a treni e bus è il servizio navetta che consente di raggiungere il centro di Amsterdam o direttamente il vostro hotel in città a prezzi molto convenienti.

Infine il taxi è il mezzo più veloce ma anche il più costoso per raggiungere il centro di Amsterdam dall’aeroporto di Schipol. Se siete interessati a spostarvi da e per l’aeroporto in taxi il consiglio è quello di prenotarlo in anticipo.

Come muoversi ad Amsterdam

  • a piedi: è il modo migliore per notare ogni piccolo dettaglio della città e memorizzare le strade, alcune delle quali molto simili, soprattutto perché Amsterdam è disposta su anelli concentrici in base ai canali che vi scorrono.
  • in bicicletta: è un mezzo molto diffuso! Stupisce la quantità di biciclette presenti ad Amsterdam (sempre che non si sia mai visto Pisa!). Ci sono molti noleggi che danno le bici ai turisti a prezzi ragionevoli.
  • in tram, bus o metro: il trasporto pubblico di Amsterdam è integrato, quindi gli abbonamenti valgono per tram, autobus e metro. La soluzione più economica sono i Day Tickets validi per fare viaggi illimitati, giorno e notte, con bus, tram e metro.
  • in autobus turistico alla scoperta della città, passando per i canali e per le vie del centro.

Se starete ad Amsterdam da 1 a 3 giorni le soluzioni migliori sono:

  • la I Amsterdam City Card (valida da 1 a 5 giorni consecutivi) che offre trasporti gratuiti su tutti i mezzi di Amsterdam e ingressi gratis ai principali musei e attrazioni della città
  • l’Holland Pass, un abbonamento valido per Amsterdam e altre città dell’Olanda (tra cui L’Aia, Rotterdam e Utrecht) e consiste in diversi tipi di pacchetti che combinano trasporti e musei gratis a scelta.

Consigli utili per un viaggio ad Amsterdam

  1. È consigliabile acquistare in anticipo su internet i biglietti per gli ingressi ai musei per risparmiare code a volte molto lunghe e, ove possibile, avere il salta la coda. Una buona soluzione è acquistare online la Amsterdam City Pass che include il biglietto salta la fila per il Rijksmuseum o per il Museo di Van Gogh, la crociera di un’ora sul canale, il trasferimento aeroportuale A/R in treno e sconti del 20% su diverse attrazioni di Amsterdam.
  2. Un’alternativa è la Amsterdam Museum Card.
  3. Portare un ombrello perché ad Amsterdam il tempo è variabile.
  4. Non prendetevela più di tanto se non riuscite a capire quali sono i piatti tipici olandesi: sono davvero pochi e particolari.
  5. Inoltre Amsterdam e i suoi canali sono stati dichiarati patrimonio dell’Unesco ed è chiamata per l’appunto la Venezia del Nord.

Altri luoghi da visitare ad Amsterdam, da tenere come alternativa se avanza tempo, sono il quartiere ebraico dove si trova la casa-museo i Rembrandt, e il Plantage, il quartiere a est della città.

Desideri un itinerario di viaggio personalizzato?

 

Articolo realizzato in collaborazione con Serena di Mercoledì tutta la settimana.

Disclaimer: all’interno di questo articolo trovate link affiliati. Questo significa che per gli acquisti effettuati tramite i miei link io ricevo una piccola commissione senza alcun costo aggiuntivo per voi. Così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie! ♥

TI È PIACIUTO QUESTO POST?

Se hai dubbi o curiosità puoi lasciarmi un commento qui sotto o puoi lasciarmi un messaggio sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Ti risponderò al più presto!

Redazionehttps://www.travelstales.it/
Travel's Tales collabora con aziende, agenzie di comunicazione e brand per le più svariate campagne di comunicazioni digitale nel mondo dei viaggi offrendo ai lettori informazioni utili e sempre aggiornate. In questa sezione del blog sono raccolti anche i racconti condivisi da lettori, amici e altri blogger. Per saperne di più su possibili collaborazioni scrivi a [email protected].

Commenti

  1. Ciao, fra le cose da vedere ad Amsterdam mi piacerebbe segnalare il museo Tassen. Un piccolo gioiello dell’architettura del secolo d’oro perfettamente conservato lontano dalla confusione della strada. Eleganti sale da tè coperte di damaschi, stucchi ed oro con romantica vista sul più elegante degli storici canali che circondano la città. Una collezione di più di 5000 borse dal medioevo ad oggi da lasciare senza parole qualsiasi fashion victim. In queste stanze si respira eleganza e bellezza. Un modo totalmente diverso di rivisitare attraverso scelte di materiali e forme avvenimenti storici che hanno cambiato il mondo. Ogni pezzo è un viaggio, dai cor