21 giorni in Giappone: fotocronaca di viaggio

Oggi ricorre un mese esatto da quando siamo rientrati in Italia dopo il nostro viaggio in Giappone in 21 giorni. In queste settimane mi sono messa a sistemare le oltre 2000 foto scattate e le 3 memory card della GoPro esaurite e ogni volta è un colpo al cuore. La fotografia ha la magia di fissare in eterno ogni preciso istante e io li custodirò tutti, avidamente. Perché quello in Giappone è stato in assoluto il viaggio più bello che ho fatto in vita mia, il viaggio che ricorderò per sempre.

Prima di partire avevo deciso che, per 3 settimane, avrei pubblicato sui social un solo ed unico post al giorno in diretta dal Paese del Sol Levante sulla pagina Facebook di Travel’s Tales e su Instagram @francescaturchi (mi segui già, vero?). In questo modo potevo godermi appieno il nostro viaggio senza “la dipendenza da social” e al contempo potevo raccontare e condividere con voi le nostre esperienze a fine giornata. E così ho fatto, per 21 giorni.

È stato bellissimo vedere l’interesse e la partecipazione attiva con la quale in tanti, ogni giorno, attendevate il momento della mia pubblicazione sui social: avevamo creato un appuntamento fisso a quasi 10.000 km di distanza. In Giappone era l’ora di andare a dormire e in Italia era ora di pranzo quando ricevevo messaggi del tipo “Ecco il post che stavo aspettando da quando mi sono svegliato stamani!” e questo mi ha invogliato giorno dopo giorno a raccontarvi tutto: ogni luogo visitato, esperienza fatta, cibo assaggiato o persona incontrata.

Sarebbe un vero peccato quindi far sì che questa fotocronaca di viaggio si perda nei meandri del web, perciò ho deciso che ogni pubblicazione fatta durante quei 21 giorni in Giappone meritava uno spazio dedicato sul mio blog. Ho quindi racconto tutti i post – con foto e racconto giorno per giorno – nell’articolo che trovate di seguito. Buona lettura.

Fotocronaca del viaggio in Giappone giorno per giorno, tappa per tappa

Giorno 1 – Tokyo

Eccoci arrivati, e dopo solo poche ore sono già stata ammaliata dal mix di contrapposizioni e atmosfere differenti di questa città. Da un lato la modernità, le luci, gli eccessi, le stranezze; dall’altro la tradizione giapponese che si respira anche qui specialmente nelle vie di alcuni quartieri. È stata un’interessante prima giornata, ricca di prime volte (che mi auguro continuino): il primo approccio coi trasporti e i mezzi pubblici (non è impossibile dai 😂), i primi “Arigato gozaimasu” 🙏, il primo ramen 🍲 (già lo amo!) e dulcis in fundo una cena a base di okonomiyaki con due amiche incontrate qui a Tokyo, in una locanda davvero local: solo noi e l’adorabile padrona di casa! 😍 Adesso ci attende la prima notte in ryokan: come sarà dormire sui futon sul pavimento di tatami?!

dove mangiare tipico a tokyo
Photo © Francesca Turchi

Giorno 2 – Tokyo

Che giornata oggi! 🔝 Abbiamo fatto mille cose e vissuto Tokyo come mai avrei sperato. Abbiamo trascorso la mattina a Shibuya dove si trovano l’incrocio pedonale più trafficato al mondo (domani pubblico il video 📽), la statua di Hachiko 🐶 e la Tower Records (9 piani di musica, vinili e cd 💿). Poi un giro ad Harajuku, il quartiere delle ultime tendenze giovanili. Nel pomeriggio ci siamo spostati a Shinjuku, con sosta al Palazzo del Governo dove abbiamo ammirato la città dal 45^ piano e al Seiji Togo Museum dove ho finalmente visto un’altra delle 5 copie dei Girasoli 🌻 di Van Gogh (adesso me ne manca solo una da vedere nel mondo!). Infine un giro a Golden Gai, un quartierino con molto locali vecchio stile, e una cena FAVOLOSA a Omoide Yokocho dove abbiamo assaggiato gli yakitori (spiedini) 🍖🍗 e il sake a suon di “Kanpai” con due signori giapponesi seduti al banco affianco a noi. AMO QUESTA CITTÀ e adoro l’ospitalità dei giapponesi ❤ E siamo solo all’inizio di questo viaggio!
PS. Un grazie speciale per questa giornata va a Giovanni, guida local di CityUnscripted che vive a Tokyo da 10 anni che ci ha portato alla scoperta della città con occhi nuovi.

incrocio shibuya tokyo
Photo © Francesca Turchi

Giorno 3 – Tokyo

Questa città è grattacieli e insegne luminose, ma anche templi e tanto verde 🏯🌳 Stamani abbiamo visitato lo Ueno Park, il parco cittadino più grande di Tokyo con alcuni (stupendi) templi. Poi verso Asakusa dove abbiamo visitato il Senso-ji, il tempio più antico della capitale e qui, lungo Nakamise Dori, abbiamo anche assaggiato tant(issim)o street food locale! 🍘🥞🍡 L’intero pomeriggio lo abbiamo dedicato ad Akihabara, il quartiere dei manga e dell’elettronica. 🦉 Sono stata nell’Owl Cafè e ho “tenuto in braccio” un adorabile gufo! Dulcis in fundo: a cena ho mangiato il sashimi più buono di sempre 🍣 (finché non si prova quello vero giapponese non si può capire!).

sushi
Photo © Francesca Turchi

Giorno 4 – Nikko, gita fuori porta da Tokyo

Oggi abbiamo fatto la prima gita fuori porta da Tokyo per raggiungere questa città situata tra le montagne del Giappone 🏞🎋 Le sue bellezze naturali e i suoi incantevoli santuari meritano assolutamente una visita. Tra le cose da vedere: l’iconico ponte rosso Shinkyo, i templi e il mausoleo dello shogun Ieyasu Tokugawa e le famosissime tre scimmiette “non vedo, non sento, non parlo” 🙈🙉🙊 (sapevate che hanno avuto origine proprio qui?!).

ponte nikko giappone
Photo © Francesca Turchi

Giorno 5 – Kamakura, gita fuori porta da Tokyo

Niente asta dei tonni allo Tsukiji Market a Tokyo stamani all’alba 🚫🐟 (andare lì alle 2 di notte era infattibile visti i ritmi del nostro viaggio) ma… la colazione col pesce freschissimo quella sì che l’abbiamo fatta, proprio allo Tsukiji 😂😜 Poi altra gita fuori porta, verso Kamakura, situata a sud e affacciata sul mare. 🏯 Qui abbiamo visitato il santuario scintoista Hachiman, il più importante e antico della città (dove abbiamo avuto il piacere di assistere ad un matrimonio shintoista 🎎). Poi la visita al tempio di Hesadera con la famosa statua di Amida Buddha con 9 teste. 😍 Ma è lui che ci ha conquistato: il Buddha Gigante di Daubutsu, il secondo più grande di tutto il Giappone (dopo quello di Nara che vedremo tra qualche giorno). E in serata un’altra reunion con amiche italiane: prima a coccolare i ricci da Harry Hedgehog e poi a cena da Gonpachi, il ristorante di Kill Bill. Che giornata stupenda anche oggi. Il nostro viaggio è pura magia! ❤

buddha kamakura giappone
Photo © Francesca Turchi

Giorno 6 – Hakone

Oggi siamo partiti da Tokyo alla volta di Hakone dove avevamo in programma di sorvolare la zona vulcanica di Owakudani a bordo della funicolare e fare la crociera lungo il lago Ashi, con vista sul Monte Fuji 🗻 La giornata era stupenda! Ahimè non siamo riusciti a causa dei gayser del vulcano (capita spesso!) quindi proveremo a rimandare a domani. Ma la giornata ha avuto un risvolto super positivo 😍 Nell’hotel che ci ospita oggi, un rokan tradizionale giapponese, abbiamo vissuto la vera esperienza del Ryokan. Appena siamo arrivati siamo entrati – scalzi – nella nostra camera (bellissima 💕 con tatami e terrazza con vista giardino) abbiamo indossato lo yukata (la versione estiva del kimono) e dopo esserci goduti l’atmosfera di questo posto per un paio d’ore siamo scesi a cena dove ci attendeva la cena Kaiseki composta da tante piccolissime portate tra cui il sashimi e il beef da cucinare alla piastra. Adesso siamo rientrati in stanza dopo aver finalmente provato le famose Onsen (le terme giapponesi ♨️) che in questo ryokan sono interne e rigorosamente separate tra uomini e donne. Siamo più rilassati che mai! ❣ I futon sono già stati posizionati sul tatami e noi vi diamo la buonanotte così.

cena kaiseki
Photo © Francesca Turchi

Giorno 7 – Hakone e Takayama

We win! 🙌🏼 Stamani siamo risaliti da Hakone verso il vulcano Owakudani con la funicolare, abbiamo fatto la crociera a bordo del galeone sul lago Ashi e finalmente abbiamo avvistato il Monte Fuji 🗻 per di più coi colori autunnali del foliage 🍁🍂 Un sogno che si avvera!
Curiosità: a Owakudani si trovano delle uova particolarissime 🥚 uova sode “nere”, bollite nelle acque sulfuree di questa valle vulcanica, che allungano la vita di 7 anni. Ovviamente ne abbiamo mangiato uno a testa! 😉
🚄 Adesso siamo diretti a nord verso le Alpi Giapponesi con 1^ tappa a Takayama. Oggi qui è un giorno speciale! 🎉 Il 9 ottobre infatti si celebra l’Hachiman Matsuri, il festival d’autunno, una delle 3 feste religiose più importanti del Giappone. Vi racconto più tardi!

Siamo arrivati qui nel pomeriggio giusto in tempo per assistere alla sfilata degli antichi carri (yatai) in occasione dell’Hachiman Matsuri, considerato uno dei 3 festival più importanti del Giappone che si tiene ogni anno il 9 ottobre. Non volevamo perdercelo e infatti ne è valsa la pena! La sfilata notturna poi è stato un qualcosa di magico ✨ 📽 Vi posto un video per darvi in piccolo assaggio!
PS. la festa si replica il 14 aprile per il Matsuri di Primavera 🌸

takayama matsuri
Photo © Francesca Turchi

Giorno 8 – Shirakawa-go

Uno dei luoghi che più desideravo visitare in Giappone: il villaggio Ogimachi sulle Alpi, dichiarato patrimonio Unesco ❤ composto da circa 180 case Gassho-Zukuri (col tetto di paglia a forma di mani in preghiera). Stanotte alloggiamo in una di queste case costruite circa 200-300 anni fa. La struttura offre solo 6 camere in stile tradizionale con tatami: la nostra ha una splendida vista sul fiume! 💕 La cena – servita alle ore 18 tutti assieme nella sala principale – è a base di Hida beef (carne tipica della località di Hida), pesce, zuppa di miso e altre pietanze. Adesso non vediamo l’ora di dormire un questo luogo così suggestivo e fuori dal tempo, coi rumori della natura e del ruscello in sottofondo! ✨ Buonanotte dal Giappone!

Photo credits: https://pixabay.com

Giorno 9 – Kanazawa

Eccoci arrivati nella città dei samurai 👺 Kanazawa ci è piaciuta davvero molto, meno turistica di altre citta del Giappone ma ricca di luoghi interessanti! ✨ Come sapete adoro i mercati così la prima tappa è stato l’Omicho Market, il mercato del pesce. Abbiamo poi visitato il distretto dei samurai Naga-machi e la casa della famiglia Nomura con il suo splendido giardino 💕 In ogni angolo di questa parte della città – distaccata dai grattacieli – si respira un passato ricco di storia e tradizione. 🌿🍃 Nel pomeriggio tappa immancabile al Parco di Kenrokuen considerato uno dei 3 giardini più belli di tutto il Giappone. E infine il quartiere delle geisha Higashi Chaya-machi 👘 dove siamo entrati nell’antica casa della geisha Shima. Nessuna geisha avvistata ahimè (ci abbiamo provato!), in compenso in questo distretto abbiamo scovato un ottimo ristorante di sushi 🍣 dove abbiamo mangiato al bancone e assistito alla preparazione di ogni singolo capolavoro preparato dallo chef.

ristorante sushi a kanazawa
Photo © Francesca Turchi</