Cosa vedere in Giappone in 3 settimane

Erano anni che sognavamo di andare in Giappone e finalmente durante il nostro viaggio abbiamo avuto modo di visitarlo in lungo e in largo, dalla regione di Kanto alle Alpi giapponesi, al Kansai fino ad Hiroshima. Un bellissimo viaggio in Giappone di 21 giorni.

Sono state 3 settimane intense e itineranti in cui abbiamo scoperto non solo le classiche Tokyo e Kyoto ma anche tante altre città e villaggi per un totale di 15 tappe. Vuoi scoprire quali?

Arashiyama Bamboo Forest Kyoto
Photo © Francesca Turchi

Il nostro viaggio è durato tre settimane, dal 2 al 23 ottobre 2017. Il primo giorno è servito per arrivare in Giappone (ci sono ben 7 ore di fuso, 8 ore durante l’ora solare). Il volo diretto da Milano Malpensa è durato 12 ore e la mattina del 3 ottobre siamo atterrati all’Aeroporto di Tokyo Narita.

Vuoi scoprire come è andata e cosa abbiamo visitato? Ti anticipo che il viaggio è stato a dir poco grandioso. Un viaggio a cui ho lavorato per mesi, definendo un itinerario del Giappone fai-da-te con ogni tappa ed esperienza nei minimi dettagli per goderci appieno questo viaggio da sogno, come infatti si è dimostrato essere.

Di seguito trovi l’itinerario con tutte le date del nostro viaggio in Giappone e il programma che abbiamo seguito. Spero possa essere utile anche a te se stai organizzando il tuo viaggio nel Paese del Sol Levante.

Cosa vedere in Giappone: itinerario di 20 giorni

Clicca sull’icona in alto a sinistra per scoprire tutte le città

Giorni 1, 2 e 3 – TOKYO

cosa vedere a Tokyo
Photo © Francesca Turchi

Prima tappa del nostro viaggio in Giappone è stata la capitale Tokyo alla quale abbiamo dedicato una settimana di cui 5 giorni ad inizio viaggio, con due escursioni alle città di Nikko e Kamakura.

Per preparare il solo programma di quei 7 giorni a Tokyo ho impiegato settimane: la città è una vera e propria metropoli e le cose da vedere e fare, tra must e stramberie varie, sono incommensurabili.

Tokyo è composta da 23 quartieri e noi abbiamo visitato quelli principali:

  • Shibuya, dove si trova l’attraversamento pedonale più affollato al mondo e la statua di Hachiko
  • Akihabara, il quartiere dell’elettronica, dei manga e  dei cartoni animati giapponesi
  • Asakusa, il quartiere più tradizionale dove si trova il Sensō-ji, il tempio buddista più antico di Tokyo
  • Ueno con il suo grande parco
  • Harajuku, famoso per lo shopping e le ultime tendenze dei giovani
  • Shinjuku, il quartiere di Tokyo che non dorme mai
  • Odaiba, l’isola artificiale a sud della città

Di seguito trovi una mappa con il nostro itinerario di Tokyo suddiviso in giornate in base alle zone e ai posti che abbiamo visitato. Trovi anche tutte le strutture in cui abbiamo pernottato e i ristoranti e posticini tipici in cui abbiamo mangiato.

Clicca sull’icona in alto a sinistra per vedere l’itinerario suddiviso in giornate

Dove dormire a Tokyo: la nostra casa a Tokyo per i primi tre giorni è stata il Kimi Ryokan, un ryokan tradizionale giapponese situato nel quartiere Ikebukuro in una posizione strategica, a due passi dalla stazione ferroviaria JR IKEBUKURO Station sulla JR Yamanote Line, comodissimo per chi come noi ha fatto il Japan Rail Pass. Per disponibilità e prezzi ☞ CLICCA QUI

A proposito di JAPAN RAIL PASS: è un abbonamento ferroviario (da acquistare prima di partire per il Giappone) che ha una validità di 7, 14 o 21 giorni e permette di prendere (quasi) tutti i treni della compagnia statale JR compresi i treni proiettile Shinkansen e la linea metropolitana Yamanote per muoversi a Tokyo. Noi abbiamo acquistato il Japan Rail Pass da 21 giorni che è molto costoso ma posso assicurarti che con tutti i treni che abbiamo preso (ben 14!) abbiamo risparmiato almeno un centinaio di euro a testa.

Giorno 4 – NIKKO

nikko giappone
Photo © Francesca Turchi

Il quarto giorno abbiamo fatto la prima gita fuori porta a nord di Tokyo. Abbiamo visitato la città di Nikko tra le montagne del Giappone, famosa per le bellezze naturali, i suoi incantevoli santuari, il mausoleo dello shogun Ieyasu Tokugawa, l’iconico ponte rosso Shinkyo e le famosissime tre scimmiette “non vedo, non sento, non parlo”. 🙈🙉🙊

Dove dormire a Tokyo: al rientro da Nikko abbiamo cambiato hotel e dal Kimi Ryokan ci siamo spostati in zona Tsukiji all’APA HOTEL TSUKIJI dove abbiamo pernottato due notti. Perché questo cambio? Te lo spiego sotto. Per disponibilità e prezzi ☞ CLICCA QUI

Giorno 5 – KAMAKURA

kamakura giappone
Photo © Francesca Turchi

Questo giorno avrei voluto assistere all’asta dei tonni al Tsukiji Market, il mercato del tonno di Tokyo e il più grande al mondo. L’asta inizia al mattino prestissimo (bisogna arrivare sul posto alle 2 di notte in quanto è a numero chiuso con soli 120 partecipanti al giorno) quindi avevo scelto un hotel situato a 500 metri dal mercato in modo da arrivarci comodamente. Ahimè – sono stata fiduciosa fino a qualche ora prima, giuro! – ci siamo resi conto che sarebbe stata una pazzia visti i ritmi del nostro viaggio ma… la colazione col pesce freschissimo quella sì che l’abbiamo fatta, proprio allo Tsukiji.

AGGIORNAMENTO 2018il mercato ittico di Tsukiji è stato chiuso ad Ottobre 2018 e spostato nel nuovo Toyosu Fish Market situato sull’isola di Toyosu nella baia di Tokyo. Raggiungibile con la Yurikamome Line: stazione più vicina Shijomae Station.

Dopo siamo partiti per la seconda escursione giornaliera da Tokyo, verso la cittadina di Kamakura situata a sud e affacciata sul mare. Qui abbiamo visitato:

  • il santuario scintoista Hachiman, il più importante e antico della città (dove abbiamo avuto il piacere di assistere ad un matrimonio shintoista);
  • il tempio buddista di Hesadera con la famosa statua di Amida Buddha;
  • il Buddha Gigante di Daubutsu, il secondo più grande di tutto il Giappone (dopo quello di Nara che abbiamo visitato qualche giorno dopo).

Giorno 6 – HAKONE

Abbiamo salutato Tokyo – dove siamo tornati gli ultimi due giorni prima di tornare in Italia – e ci siamo spostati ad Hakone. Qui abbiamo avuto l’unico incidente di percorso dell’intero viaggio (può capitare ma basta riorganizzarsi!). Avevamo infatti in programma di sorvolare la zona vulcanica di Owakudani a bordo della funicolare e fare la crociera lungo il lago Ashi, con vista sul Monte Fuji. La giornata era stupenda! Purtroppo non siamo riusciti a causa dei gayser del vulcano (capita spesso) quindi abbiamo rimandato al mattino seguente, prima della nuova tappa. Tutto è filato liscio come l’olio.

Dove dormire a Hakone: la struttura che ci ha ospitato per una notte è l’Hakone Yumoto Hotel, un albergo tradizionale giapponese dove abbiamo vissuto la vera esperienza del ryokan. Dal cambio d’abito con lo Yukata alla cena in stile Kaiseki (l’espressione culinaria forse più raffinata di tutta la cucina giapponese costituita da molte pietanze servite in piccolissime porzioni) fino al dormire sui futon disposti per terra sul pavimento formato da tatami. Per disponibilità e prezzi ☞ CLICCA QUI

Giorno 7 – TAKAYAMA

viaggio in giappone

Dal Kanto ci siamo spostati nelle Alpi Giapponesi e in 3 giorni abbiamo toccato le 3 località principali ossia: Takayama, Shirakawa-go e Kanazawa.

Nel villaggio storico di Takayama abbiamo soggiornato in una data davvero speciale: la notte tra il 9 e il 10 ottobre in occasione del Takayama Matsuri d’Autunno (Hachiman Matsuri), uno dei 3 festival più famosi in Giappone.

Dove dormire a Takayama: ho prenotato una camera tradizionale giapponese in un ryokan davvero bello nel centro del paese, al Murasaki Ryokan. Per disponibilità e prezzi ☞ CLICCA QUI

Giorno 8 – SHIRAKAWA-GO

viaggio in giappone
Shirakawa-go – Photo Pixabay

Uno dei luoghi che sognavo di visitare, e che non potevo non includere nell’itinerario del nostro viaggio in Giappone, è il villaggio storico di Shirakawa-go. Dichiarato patrimonio UNESCO, questo piccolo villaggio situato nelle Alpi Giapponesi è famoso per il suo Ogimachi Village composto da circa 180 case tradizionali Gassho-Zukuri caratterizzate dal tetto di paglia a forma di mani in preghiera. In una dozzina di queste antiche case è possibile dormire.

Dove dormire a Shirakawa-go: pernottare in una di queste case non è affatto semplice e la mia grande felicità è quella di esser riuscita a prenotare una notte al Magoemon, uno dei Gassho-Zukuri più antichi, costruito circa 200-300 anni fa. In questo post vi racconto come è andata e come fare per prenotare una notte qui.

Giorno 9 – KANAZAWA